Cerca nel blog

Caricamento in corso...
"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

martedì 21 ottobre 2014

Dal vangelo secondo Tommaso



Il Vangelo di Tommaso fu ritrovato nel 1945 fra i famosi manoscritti di Nag Hammadi. La maggioranza degli studiosi ritiene che sia stato scritto prima dei 4 Vangeli Canonici e che abbia direttamente attinto alla cosidetta "Fonte Q", raccolta di detti di Gesù che circolava in forma orale.
Il Vangelo mostra una caratterizzazione decisamente Gnostica e non è riconosciuto dalla Chiesa.
http://www.mariosalis.fr/



Chiunque trova la spiegazione 
a queste mie parole 
non troverà mai morte
saprà affrontare ogni dolore
non avrà bisogno di nessuno
non cercherà più altrove
e la sua casa sarà il mondo
e avrà la pace nel cuore 

Se i vostri capi vi diranno
il Regno è nei cieli
allora gli uccelli vi precederanno
negli albori degli albori
Se vi diranno " È nei mari'
allora i pesci vi precederanno
lungo i fiumi lungo i torrenti 
oltre i confini

Io ti dico il regno vive
vive dentro di te 
hai tutto per essere il tutto
tutto è dentro di te
hai tanto per essere tanto
tanto grano tanto frumento
tanta luce tanto amore
vola vola nel tuo cuore

Niente ti sarà nascosto
tutto rivelato
guarda con occhi puri
le meraviglie del creato
non ispirarti dai superbi
ne dai discepoli furbi
non seguire le loro traccie
il loro odio le loro faccie 

Un giorno un pescatore
getto' al mare la sua rete
in mezzo a tanti minuscoli pesci
ne trovo' uno grande grande 
se hai orecchie per ascoltare 
non esitare non esitare
non troverai da nessuna parte
le mie parole le mie parole

Io ti dico il regno vive
vive dentro di te 
hai tutto per essere il tutto
tutto è dentro di te
hai tanto per essere tanto
tanto grano tanto frumento
tanta luce tanto amore
vola vola nel tuo cuore

Il seminatore semino' 
sulla strada ma gli uccelli mangiarono
altri caddero sulla pietra
ma le spighe non fiorirono
altri si posarono sulle spine
ma i vermi li soffocarono
solo nella terra buona
si raccolgono i frutti di una vita

Quando avrete trovato il principio
sarete alla fine di ogni fine
tu pianta le radici 
li dove terra non ha confine
anche le pietre ti obbediranno
il regno è un seme di mostarda
per tutti gli uomini di buona fede
per tutti i nomadi una sola tenda

Io ti dico il regno vive
vive dentro di te 
hai tutto per essere il tutto
tutto è dentro di te
hai tanto per essere tanto
tanto grano tanto frumento
tanta luce tanto amore
vola vola nel tuo cuore

lunedì 20 ottobre 2014

Polpettoni avvelenati ( Adam Kadmon )

  

Testo di Massimo Rodolfi

Domenica sera mi sono imposto di guardare la prima puntata del nuovo programma di Italia 1 Adam Kadmon – Rivelazioni. L’ho fatto per un motivo, ero curioso di vedere con i miei occhi la nuova frontiera della disinformazione. È un dato assodato, che in Italia i mezzi di comunicazione siano tutti in mano a gruppi di potere, che manipolano attentamente l’informazione, facendo filtrare solo ciò che è funzionale al mantenimento dei loro loschi interessi, altrimenti non saremmo al cinquantasettesimo posto nella classifica mondiale della libertà di stampa di Reporter senza frontiere. Una delle tecniche più diffuse, soprattutto quando non si può più fare a meno di parlare di una cosa specifica, è quella di assumere il controllo dell’informazione, dando la notizia, ma in modo che la sua portata venga sminuita, e soprattutto che l’eventuale reazione che potrebbe produrre, sia vanificata nei suoi effetti.
Ecco allora che argomenti come le scie chimiche, piuttosto che il controllo dell’umanità da parte delle élite, o altre tematiche scabrose per il potere, divengono argomenti da complottisti, visionari propagatori di bufale senza fondamento. Per cui il mezzo d’informazione ‘autorevole’, in questo caso la televisione, parla sì dell’argomento, ma lo fa mistificando, e vanificando quella che potrebbe essere la sua portata tra le coscienze umane.

 Il programma Mistero non fa eccezione, e sarebbe strano il contrario. Certo che molte persone, in genere la maggioranza delle persone, non è in grado di rendersi conto del livello di mistificazione raggiunto dai mezzi di comunicazione, per cui la commedia regge.
Questo modus operandi, è abbastanza evidente anche in politica, visto che oramai gli stessi gruppi di potere occupano tutti gli spazi, dalla maggioranza all’opposizione, differenziandosi solo per la grandezza delle fette di torta che riescono ad accaparrarsi.
Pensa te, poi, che ho rischiato anch’io di finire a fare il pagliaccio alla corte di Adam Kadmon, visto che ero stato invitato a partecipare alla trasmissione, per parlare di scie chimiche, dopo che l’associazione di cui sono presidente, Riprendiamoci il Pianeta – Movimento di Resistenza Umana  e la mia casa editrice, la Draco Edizioni, si erano fatte promotrici nel corso del 2013 di due manifestazioni nazionali. Una il 6 aprile 2013 a Milano, contro la crisi voluta dalle mafie che ci governano e l’altra a Modena il 12 dicembre 2013, contro le scie chimiche.


Vi confesso che la tentazione c’è stata, non per smania di protagonismo, quanto piuttosto col desiderio di fare arrivare al grande pubblico un’informazione generalmente occultata. Poi però la ragione ha prevalso e ho rifiutato la richiesta, consapevole del fatto che mi sarei prestato a far manipolare le mie parole, ma quel che è peggio a far manipolare l’informazione sull’argomento che mi sta tanto a cuore.
Ed ecco che ancora una volta lo spettacolo è ricominciato, il nostro misterioso pipistrello mascherato ha cominciato a ‘rivelarci’ cose sensazionali, che qualsiasi dodicenne può trovare in cinque minuti di ricerca, neanche tanto approfondita, sul web.
Ovviamente non si viene meno ai canoni che ho sopra descritti, per cui gli argomenti sono presentati dando la versione ufficiale della cosiddetta scienza, accennando poi alla versione dei poveri ‘complottisti. Un esempio per tutti quello dei cambiamenti climatici, rispetto ai quali le scie chimiche, chemtrails, o se preferite la geoingegneria, sono argomenti che vengono citati di straforo, con sufficienza, squalificandoli evidentemente.
Il tutto poi è presentato con la voce ipnotica del nostro paladino, che sarà casuale, ma che a me sembra studiata ad hoc, che ha come unico effetto quello di farti venire la voglia di dargli un calcio negli stinchi per farlo smettere, tanto è fastidiosa.
Tranquillo Adam, non lo faremo, siamo non violenti, e questo è solo un pensiero peccaminoso, però, fatemelo dire: che tristezza! Non c’è volta che si smentisca la stupidità e la volontà mistificatrice dei mezzi di informazione. Fino a quando o Signore?! Fino a quando?!

La presenza di DNA fetale umano nei vaccini è una possibile causa per l’Autismo

Dr.ssa Theresa Deisher, dottorato di ricerca in Fisiologia Cellulare e Molecolare presso la Stanford University, torna ad incolpare i frammenti di DNA fetale umano presenti nei vaccini come una delle cause di insorgenza d’Autismo attraverso la pratica vaccinale.

E’ possibile che questi frammenti contaminanti siano incorporati nel genoma di un bambino e disturbino la normale funzionalità genetica, portando all’insorgenza di fenotipi autistici.

La Dr.ssa Theresa Deisher ha trascorso più di 19 anni nel settore della biotecnologia commerciale collaborando con varie aziende che includono GenentechRepligenAmgen e le sue scoperte hanno portato alla realizzazione di importanti studi clinici per diverse patologie. Per maggiori informazioni è possibileconsultare il suo curriculum vitae dal quale emerge un robusto background scientifico da far impallidire gli sguatteri nostrani che promuovono le vaccinazioni.
Dal 1979, per esempio, la produzione del vaccino trivalente morbillo-parotite-rosolia [MPR] è passata dall’uso di cellule animali all’uso di cellule provenienti da feti umani abortiti. A seguito di questo cambio di produzione, che ha interessato anche molti altri vaccini, dagli anni ’80 ha avuto inizio un vertiginoso aumento dei casi di Autismo, dapprima negli Stati Uniti, poi in Inghilterra, e a seguire nel resto del mondo, correlato temporalmente e causalmente come dimostrato dallo studio della Dr. Theresa Deisher esposto nelle sue bozze iniziali a maggio del 2010 al Meeting Internazionale per la ricerca nell’Autismo.
E qui si apre un capitolo che si ripete spesso, ovvero il marketing imperante nella produzione di farmaci e vaccini. Infatti, quando si parla di studi scientifici in materia di vaccini, siamo bombardati da studi sponsorizzati esclusivamente dall’industria farmaceutica, ovvero studi che sono sponsorizzati dagli stessi produttori di vaccini che devono garantire utili e guadagni ai propri associati dalla vendita del prodotto. Pertanto, questi studi sono finalizzati esclusivamente per giustificare un’ipotetica sicurezza dei vari vaccini somministrati ai nostri figli poco dopo la nascita e durante la loro infanzia. Questa truffa persistente rappresenta una delle questioni più controverse della medicina di oggi.
E’ incredibile come molte pubblicazioni scientifiche peer-reviewed, passate e recenti, indicano chiaramente i molteplici pericoli associati ai vaccini ma il pubblico è bombardato pesantemente da spot commerciali che ripetono a pappagallo che “i vaccini sono sicuri”.
Allo stesso modo di coloro che suggeriscono come vi sono dati che dimostrano la sicurezza dei vaccini, vi sono molti altri dati che suggeriscono come i vaccini non sono affatto sicuri. Questo è il motivo per cui è estremamente importante fare ricerche personali mirate prima di vaccinare il proprio figlio o la propria figlia, e non solo accettare quello che viene detto alla cieca senza indagini. Anche in questo caso, ci sono numerosissime pubblicazioni molto affidabili, in riviste scientifiche peer-reviewed che delineano chiaramente i pericoli maggiori associati all’uso indiscriminato dei vaccini. Ma non tutte le indagini dovrebbero essere limitate a pubblicazioni scientifiche peer-reviewed, in quanto esistono numerosi studi indipendenti di ottima fattura come lo studio della  Dr.ssa Theresa Deisher.
Un errore comune, di cui si accusano le persone che esprimono pareri contrari alle vaccinazioni, sarebbe quello di non comprendere la scienza. La verità è che una gran parte delle persone che sono appellate col termine dispregiativo di “antivaccinisti” sono Scienziati di livello mondiale, ricercatori e Professori che non hanno nulla da invidiare a taluni “ruffiani universitari” che hanno venduto il proprio deretano all’industria farmaceutica, e tantomeno ai loro scribacchini da strapazzo che infestano il web. I cosiddetti “movimenti anti-vaccinazione”, sono supportati da una enorme quantità di dati scientifici, così come accade per il “movimento pro-vaccinazione”. Ma alla fin della fiera, non c’è alcun bisogno di questo tipo di etichette. Sarebbe meglio esaminare la Scienza da un luogo di perfetta neutralità, cosa che spesso, quando si discute di vaccinazioni è impedito dai promotori delle vaccinazioni a cottimo.
Sono stati compiuti, e proseguono ad essere compiuti, sforzi enormi per mettere a tacere la critica che mette tutt’ora in discussione la sicurezza dei vaccini. Questo è assolutamente ridicolo, oltre che offensivo per una sequela di persone danneggiate che stanno assistendo impotenti ai più grandi danni causati alla loro salute da una sequela di scandali causati dall’omertà dell’industria farmaceutica, dove questo argomento presenta ancora molte domande senza risposta.
La Scienza, quella con la S maiuscola, non troverà mai alcuna credibilità se pensa di muoversi in avanti esclusivamente attraverso la censura di una discussione critica. Qualsiasi tentativo per mettere a tacere la discussione critica di una questione scientifica tutt’altro che chiusa, come è per esempio l’Autismo indotto dalle vaccinazioni, dimostra tutta l’aridità e l’ignoranza delle persone che promuovono le vaccinazioni semplicemente come atto di fede.

La Scienza progredisce da indagini, dal dibattito e dalla discussione completa, non dalla censura e dall’omissione di informazioni vitali per la salute delle persone. E questo è esattamente il motivo per cui la ricerca indipendente riveste un ruolo di primaria importanza.

documenti ottenuti da Lucija Tomljenovic, un’altra Scienziata indipendente che ha fatto luce su fatti importanti circa le vaccinazioni e l’Autismo, ricercatrice del Gruppo di Ricerca Neural Dynamics presso il Dipartimento di Oftalmologia e Scienze Visive all’Università della British Columbia, rivelano che i produttori di farmaci e vaccini, le società e le autorità sanitarie, conoscono i molteplici pericoli associati alle vaccinazioni ma hanno scelto di non trasmetterli al pubblico. Questa è truffa scientifica, ed alimenta sempre più evidenze a conferma di questa pratica criminale usuale, seria e ripetitiva, come è stato confermato recentemente dall’informatore dei CDC che ha svelato ed ammesso la manipolazione dei dati che collegano i vaccini all’Autismo.

domenica 19 ottobre 2014

Incredibile ma vero, ma c'è il Peluche di EBOLA



http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/10/18/ebola-diventa-business-boom-azienda-peluche_35318769-6fa9-45f8-8646-71440ac5233a.html

(Quasi quasi il peluche lo regalo ai direttori di testate che stanno propagando "le agende" dell'isteria di massa di Ebola.)

 

ma quanto sono carini, ma quanto, ma quanto quanto :-) nice, very nice...

La scienza della realizzazione spirituale

Mi chiedo, perché le persone non prendono tutta la loro tecnologia
e la buttano per un attimo dentro ad una cesta, 
come quello simile al cestino di windows? 
poi il tempo lo si trova per riprendere tutta questa roba...
la gente è più impegnata a seguire la propria vita virtuale 
che quella reale, infatti tutti guardano sul display 
del proprio smartphone ed in questo siamo bravissimi, 
però quando si tratta di guardare al cielo, 
non sappiamo nemmeno come distinguere una scia chimica 
da una scia di condensazione...
va beh...guardiamo giù, non sù, 
sempre più giù, sarà perchè la vita ci pesa?
sarà perchè vogliamo essere schiavi? chissà...
Io ho imparato ad affidarmi a Krishna, non Cristo...ma Krishna. 
Chi sa cosa sono i veda? la bhagavadgita? Se non lo sapete informatevi.
Dal mio punto di vista Krishna è l'essere supremo, 
è il guardiano della nostra ghiandola pineale, 
e sinceramente cercare di descrivere Krishna 
non è come descrivere il primo beota che si può trovare allo stadio per intenderci...
un beota è facilmente descrivibile, 
ma Krishna è più vasto delle vastità. 
A questo punto tu forse ti stai chiedendo che stai dall'altra parte del monitor, 
che "non te ne può sbatter de meno" perché sei Cattolico, o Muslim, Geova...ecc.
Ognuno è libero di professare quello gli pare, 
ad ogni modo il MANTRA HARE KRISHNA va provato, 
almeno una volta nella vita...

Translate