Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

domenica 31 agosto 2008

Progetto Blue beam: prove di trasmissione

Il 26 dicembre 2006, a Cinisello Balsamo (Milano), fu realizzato un video che mostrava una strana figura fluttuante nel cielo: la figura, di colore bianco fluorescente, dalle sembianze piuttosto indefinite, fu interpretata da molti testimoni e fruitori del filmato (potenza della "fede" ed inganno della percezione) come la Vergine col Bambino.
In verità, l'immagine può vagamente assomigliare alla Madonna, una Madonna legnosa e stilizzata, ma ha tutta l'evidenza di un ologramma, anche alquanto rudimentale.
Esaminando il video di recente, abbiamo notato che, prima che la videocamera riprenda la proiezione olografica, è immortalato, in un cielo saturo di nebbia chimica, un inconfondibile aereo della morte seguito dalla solita scia densa e sfrangiata, tipica dei demoni alati.
A nostro parere, si tratta di un'immagine olografica e non di un'epifania mariana: le caratteristiche dell'immagine e la contemporanea presenza del tanker spingono a pensare che la Vergine del video non abbia alcunché di soprannaturale, ma sia una produzione tecnologica da collegare all'aereo chimico, all'atmosfera piena di sostanze atte a favorire le condizioni elettromagnetiche (nell'atmosfera e nel percipiente) per la creazione e ricezione di icone.
D'altronde le tecniche olografiche, fino a pochi anni fa, erano ancora piuttosto primitive, ma, oggi giorno, è possibile creare immagini indistinguibili da quelle reali, con tanto di ombreggiature, riflessi, tridimensionalità, movimenti...
Insomma, si è trattato di una prova di trasmissione, nell'ambito del Progetto Blue beam, il programma che, facendo leva sulla fede sincera, ma ingenua di molti credenti, sia cristiani sia di altre religioni, implica la simulazione della Parousia del Cristo e di altri personaggi sacri nonché la messinscena di un'invasione extraterrestre, da un lato per consolidare la religione intesa come instrumentum regni, dall'altro per coagulare il consenso della popolazione mondiale di fronte alla falsa minaccia aliena. I cittadini, sempre inclini ad accettare come oro colato le menzogne dei regimi che li dominano, acconsentiranno alla creazione di un governo mondiale dotato di immensi poteri, cui sarà delegato il compito di difendere il pianeta da nemici esterni. E’ un possibile scenario futuro…

Articoli correlati:
S. Greer, Raggiro cosmico, 2007

Zret, Dimensioni olografiche dell'operazione scie chimiche, 2007


Id., Scie chimiche: un'altra angolazione, 2007

Fonte: http://www.tankerenemy.com/

Project Blue Beam & HAARP - Illuminati MIND CONTROL

30 minuti prima del terremoto del 12/05/2008 a Sichuan/Cina

NIBIRU SI AVVICINA

martedì 26 agosto 2008

Intervista a Straker su Altrogiornale.org



Rosario Marcianò, Presidente del Comitato nazionale contro le scie chimiche Tanker, rilascia in esclusiva un'intervista ad Altrogiornale.org


P. Ciao Rosario come stai?


R.M. Bene Pasgal, spero anche tu.


P. Allora possiamo iniziare. Rosario, vogliamo spiegare che cosa sono le scie chimiche?


R.M. Pasgal, innanzitutto ti ringrazio dello spazio che dai a questo tema. Permettimi anche di esprimerti la mia stima per il tuo lodevole lavoro. Vorrei salutare e ringraziare lo Staff di Altrogiornale.org, un ottimo sito di informazione veramente libera.


Passiamo alle scie: prima, però, a costo di apparire pedanti, è necessaria una premessa sulla differenza tra scie di condensazione e scie chimiche. Bisogna in primo luogo chiedersi che cos'è una scia. È “una zona di fluido (liquido o gassoso) situata immediatamente dietro un solido in movimento relativo rispetto al fluido stesso, caratterizzata dal fatto che in essa il moto è prevalentemente formato da vortici. Tipici esempi di scie sono i solchi spumeggianti che un natante veloce lascia nell’acqua dietro di sé (acqua ferma e solido in moto)…, le scie di condensa che segnalano il passaggio di un jet (aria ferma e solido in movimento). Queste ultime sono provocate dalla condensazione del vapore acqueo prodotto dalla combustione del carburante causata dalle condizioni di umidità, pressione e temperatura che si riscontrano ad alte quote di volo (umidità uguale e superiore al 70 per cento, temperatura inferiore a 40 gradi sotto zero, altitudine superiore ad almeno 8000 metri).


La composizione ed il comportamento delle scie dipendono principalmente dalla forma del solido, dalla viscosità e dalla densità del fluido, dalla velocità relativa e dall’angolo secondo il quale essi si incontrano.Nel caso degli aeromobili, per esempio, la scia è animata da moti vorticosi che diventano più marcati in corrispondenza delle variazioni della sagoma dell’aeromobile (per esempio, nell’intersezione tra ala e fusoliera)”. Sebbene le contrails contengano anche residui inquinanti dei gas incombusti (ossidi di azoto, in primis; una stima per difetto paragona l'inquinamento di ogni aereo a quello di 500 auto non catalizzate!), esse non sono generate deliberatamente, a differenza delle scie chimiche, assai più dannose delle comunque non innocue scie di condensa.


P. In che cosa le scie di condensazione si distinguono da normali nuvole?


R. M. La nube è un insieme di gocce d’acqua e cristalli di ghiaccio, dovuto alla condensazione di vapore saturo. Le nubi, le cui gocce si agglomerano a nuclei di condensazione (granelli di sabbia, polvere, pollini), sono create da moti convettivi di origine termica oppure meccanica (sollevamento di aria calda), dal rimescolamento di masse d’aria e dall’incontro di queste con catene montuose, dalla variazione dei valori barometrici e dagli effetti della radiazione solare e terrestre. I moti di ascesa propiziano la formazione di nubi, poiché portano l’aria umida verso zone fredde; i moti di discesa, che le portano verso le zone più calde, ne causano il dissolvimento, in quanto fanno cessare lo stato di saturazione del vapore acqueo e favoriscono l’evaporazione delle gocce. Giacché i moti convettivi sono costanti, soprattutto durante una perturbazione atmosferica, avviene un continuo processo di formazione e di disfacimento dei corpi nuvolosi. Non è possibile quindi accomunare la formazione di una nube, la cui genesi si spiega tenendo conto di una molteplicità di fattori fisici in primis la saturazione, alle scie di condensa, sebbene, come si è visto, in particolari condizioni, le nuvole si dissolvano per poi riformarsi.


P. La formazione delle scie di condensa è un fenomeno diffuso?


R. M. No, tutt'altro. Secondo definizione FAA, una contrail si forma sopra gli 8000 metri circa, a temperature minori di -40°C e con umidità relative superiori o uguali al 70%”. Questi parametri possono subire delle lievi variazioni, ma ci si può discostare di poco da tali indici alle nostre latitudini. Pertanto è praticamente impossibile che si formino scie di condensazione a bassa quota, con bassi valori di umidità e con temperatura lontana dai 40-42 gradi centigradi sotto zero.


P. Che cosa sono dunque le scie chimiche o chemtrails?


R.M. In questi ultimi anni, si è intensificata un’attività che la stragrande maggioranza della popolazione mondiale continua purtroppo ad ignorare. Il fenomeno cominciò a diffondersi tra il 1996 ed il 1997, ma esistono prove e dati che dimostrano come le scie chimiche fossero saltuariamente usate e sperimentate sin dagli anni 50 del XX secolo. Ci si riferisce ai voli di aerei che attraversano i cieli sopra molte regioni del pianeta. L’operazione cominciò negli Stati Uniti nella metà degli anni ’90, per poi estendersi al Canada, ai paesi aderenti alla N.A.T.O. alla Russia ed a molte altre nazioni.


Esistono fotografie e documentazioni che attestano la presenza di attività chimiche, sebbene saltuarie e forse sperimentali anche nei decenni precedenti. Questi velivoli lasciano, lungo le rotte seguite, delle strane scie che, generalmente, a differenza di quelle di condensazione, non si dissolvono entro breve tempo, ma persistono nell’atmosfera, sino a trasformarsi in nuvole simili agli strati. Bisogna precisare che molti velivoli generano scie chimiche evanescenti che si dissipano quindi nell'arco di pochi secondi o minuti, ma non sono comunque normali contrails. È un fenomeno evidentissimo, abituale di cui tutti possono rendersi conto, semplicemente alzando lo sguardo al cielo.


P. Chi ha studiato le scie chimiche?


R. M. Vari studiosi, tra cui l’ingegner Clifford E. Carnicom, il meteorologo Scott Stevens, il fisico Neil Finley, il medico statunitense Michael Castle, la tossicologa Hildegarde Staninger, il giornalista indipendente canadese William Thomas, il ricercatore ed attivista Jerry E. Smith, il ricercatore statunitense Tom Montalk, il biologo statunitense Michael Castle, il biologo Giorgio Pattera, il direttore della rivista Nexus, Tom Bosco, e moltissimi altri hanno investigato queste famigerate scie.


P. La domanda di molte persone è la seguente: se le scie chimiche sono una realtà, quali sono gli scopi dell'operazione?


R.M. Gli scopi principali sono questi:Modificazione meteorologica e climatica;Accecamento dei radar nemici;Creazione nell’atmosfera di un’antenna elettromagnetica oltre l’orizzonte, col fine di ottimizzare la ricetrasmissione dei segnali in ambito strategico-militare;Danneggiamento delle colture agricole basate su piante non modificate geneticamente;Distruzione della coltre di ozono (forse è un effetto collaterale dell’operazione, ma non è escluso che sia un fine scientemente perseguito);Mappatura elettronica del territorio connessa al Progetto R.F.M.P.;Inquinamento degli ecosistemi per determinare un incremento esponenziale del costo delle risorse idriche ed agricole residue;Sfoltimento di alcuni settori della popolazione ritenuti improduttivi o di peso per il sistema, come i pensionati, i malati cronici;Diffusione di patologie croniche anche non gravi, tra le persone, al fine di favorire un incremento dei profitti realizzati dalle industrie farmaceutiche;Sperimentazione di agenti patogeni sulla popolazione inconsapevole nell’ambito di programmi di guerra chimica e batteriologica;Diffusione diretta ed indiretta di agenti patogeni e quindi di malattie, alcune delle quali del tutto ignote sino a pochi lustri fa, con gli scopi precipui di favorire le multinazionali farmaceutiche e di indebolire la popolazione;Modificazione del D.N.A. umano in modo da impedire un’evoluzione genetica;Controllo del pensiero e del comportamento, attraverso soprattutto l’irradiazione di onde elettromagnetiche a bassa ed a bassissima frequenza o la diffusione di composti del litio;Diffusione di nanomacchine negli organismi umani col fine di controllare, rintracciare, monitorare, manipolare mentalmente, per mezzo dell’emissione di impulsi elettromagnetici, interi gruppi umani. Forse queste nanomacchine potranno essere attivate quando le persone, in un futuro non lontano, saranno dotate di microprocessori sottocutanei;Creazione di un ambiente atto alla proiezione di immagini olografiche in vista di una falsa invasione aliena.


P. Che cosa contengono le scie chimiche?


R. M. Le analisi chimiche condotte hanno accertato la presenza delle seguenti sostanze: bario (proprietà igroscopiche, ossia assorbe l’umidità dell’atmosfera); alluminio (proprietà riflettenti: le particelle di alluminio, riverberando la luce solare, sono funzionali all’operazione denominata “copertura”, che consiste in una diminuzione dell’irraggiamento solare col fine di compromettere la fotosintesi clorofilliana, con gravi danni per gli ecosistemi e l’agricoltura). Sono state rintracciati anche altri elementi e composti:, torio e cesio radioattivi, rame, titanio, silicio, litio, cobalto (scie azzurre?), piombo (scie nere?), rame, etilene dibromide o dibromuro (un insetticida molto tossico ufficialmente bandito dall'E.P.A. l'Agenzia per la protezione dell'ambiente negli Stati Uniti) etc. Sono stati pure rintracciati agenti patogeni, come pseudomonas aeruginosa, pseudomonas fluorescens, serratia marcescens, streptomiceti, virus, viron, ossia virus modificati geneticamente etc.


P. Esistono delle malattie causate dalle scie?


R. M. E’ logico purtroppo che le scie chimiche si possono correlare a varie patologie. Come si accennava sopra, è noto che le chemtrails contengono elementi chimici e biologici dannosi. E' quindi possibile collegare il massiccio spargimento di vari veleni nell'ambiente sia all'insorgenza di nuove patologie sia all'incremento di malattie un tempo meno diffuse.Una sindrome causata dalle scie chimiche è il Morgellons, un terribile morbo che si manifesta con fibre di materiali sintetici che fuoriescono dalla pelle. Questi filamenti, contenuti nelle scie chimiche, al loro interno ospitano nanostrumenti in grado di replicare il D.N.A. di insetti, virus, parassiti con cui vengono a contatto. Ecco perché la malattia insorge di solito in seguito alla puntura di un insetto.Il Morgellons, caratterizzato da un prurito insopportabile, provoca un grave deperimento dell'organismo. La connessione tra scie chimiche e Morgellons è stata appurata da vari medici tra cui la dottoressa Hildegarde Staninger, il dottor Michael Castle, il dottor Edward Spencer, il dottor Karyo.Poiché, con le chemtrails, sono sparsi vari metalli (l'alluminio, il bario, il piombo etc.), si diffondono sempre più malattie come il Parkinson e l'Alzheimer. La causa del Parkinson è probabilmente da ricercarsi nell'accumulo di metalli nell'encefalo. Anche il Parkinson, sebbene se ne sospetti un'origine genetica, è legato presumibilmente all'accumulo di metalli nel cervello.Il bario è un veleno che attacca soprattutto i muscoli, cuore compreso. Può essere all'origine di ictus a loro volta legati alla fibrillazione atriale ed all'infarto miocardico. Secondo il medico britannico MarK Purdey, il bario è la causa principale dell'encefalite spongiforme.Molte forme tumorali (ad esempio i linfomi) sono connesse all'uranio e all'etilene dibromide, quest'ultimo è un insetticida ufficialmente bandito negli Stati Uniti. Se assorbito dall’organismo, può causare danni al sistema nervoso, edemi polmonari e sintomi quali dispnea, ansia, affanno, tosse. È molto irritante per le mucose e le vie respiratorie.Il dottor Donald Scott ritiene che la fibromialgia, l'Alzheimer, la sclerosi multipla, l'encefalomielite mialgica (o sindrome da affaticamento cronico), insieme con altre affezioni neurosistemiche, siano la conseguenza dell'aggressione del micoplasma, un batterio che è stato geneticamente modificato in vari laboratori canadesi e statunitensi e quindi sperimentato sulle popolazioni inconsapevoli. I micoplasmi sono stati e vengono sparsi - ricorda Scott - soprattutto con gli aerei.Lo studioso Tom Montalk ha individuato nelle chemtrails vari batteri: lo Pseudomonas aeruginosa, Enterobatteri e la Serratia marcescens.Lo Pseudomonas aeruginosa è un batterio che è stato modificato geneticamente da aziende come la Pathogenesis. Se inalato, può provocare immunodepressione e danni alle cellule in cui si insedia come ospite.Gli Enterobatteri sono microorganismi comprendenti l’Enterobatterio coli, la salmonella e la Klebsiella, responsabile della polmonite. La Serratia marcescens è un patogeno molto pericoloso che determina l’insorgenza della polmonite. Questo batterio, come emerge da documenti declassificati, fu sperimentato nel 1950 sulla popolazione, ovviamente inconsapevole, di San Francisco: causò vari decessi.Altri disturbi ed affezioni meno gravi, ma non per questo da trascurare sono dovuti all'inalazione ed alla ingestione di elementi chimici e biologici di varia natura: depressione, annebbiamento mentale, stipsi, sindromi para-influenzali, stanchezza cronica, difficoltà di concentrazione, amnesie...


P. Esiste un nesso tra scie chimiche ed emissioni elettromagnetiche?


R. M. Sì, è un argomento complesso: è stato spiegato in particolar modo dalla giornalista indipendente Carolin Williams Palit. Certamente le onde costituiscono un inquietante capitolo dell'attività. Qui ricordo che anche i campi elettromagnetici sono nocivi. Il Professor Levis elenca le principali sintomatologie connesse all'irradiazione di onde elettromagnetiche. Queste si possono riassumere nei seguenti problemi: sintomi cutanei (prurito, eritemi, allergie); del sistema nervoso (disturbi del sonno, ansia, cefalee, emicranie, sindromi depressive...); del sistema muscolare (crampi, dolori muscolari, astenia); del sistema cardiovascolare (aritmie, disturbi della pressione arteriosa, ictus); del sistema ormonale e di quello immunitario (riduzione della sintesi della melatonina, alterazioni delle popolazioni linfocitarie); del sistema riproduttivo (aborti spontanei); del sistema acustico (tinniti), visivo, olfattivo, digestivo. L'esposizione alle radiazioni non ionizzanti è reputata da molti scienziati all'origine di neoplasie, soprattutto leucemie.


P. Bene Rosario, per oggi può bastare, ti ringrazio tantissimo per il tempo che ci hai dedicato.


R.M. Grazie a te, allo Staff ed un saluto a tutti i lettori.



venerdì 22 agosto 2008

Le guerre stellari della N.A.S.A.

Il ricercatore indipendente Cristoforo Barbato, in un articolo del 1996, pubblicato su Notiziario U.F.O. del luglio-agosto 1996 ed intitolato Le guerre stellari della N.A.S.A. [1], si sofferma sull'apparato strategico di "difesa" creato dagli Stati Uniti.

Nel dossier Barbato scrive: "Tra le armi studiate e sperimentate per lo Scudo stellare (S.D.I.) figurano quelle ad alta energia cinetica. A questa categoria appartiene il sistema dei Brilliant pebbles, ovvero "ciottoli splendenti". Si tratta di vere e proprie masse solide, dell'ordine di chili, che vengono espulse ad elevata velocità da armi elettromagnetiche poste su piccoli satelliti che potrebbero stazionare a quote orbitali basse. [...] Il sistema dei brilliant pebbles è stato studiato presso il Lawrence National Laboratory, in California, e realizzato in collaborazione con alcuni ricercatori del laboratorio di Los Alamos, nel Nuovo Messico. E' noto che questi dispositivi si basano su tecnologie avanzate provenienti dal settore della miniaturizzazione dei componenti ottici ed elettronici. Per quanto riguarda il funzionamento di tale cannone elettromagnetico, esso è costituito da un condensatore formato da due conduttori separati da un isolante dielettrico che accumula energia elettrica sotto forma di cariche. Attraverso un dispositivo particolare, si scatena una corrente che raggiunge il milione di ampere. Per effetto della temperatura raggiunta, questi bolidi si trasformano in plasma, cioè in gas ionizzato e conduttore di elettricità. A questo punto i bolidi vengono espulsi ad elevata velocità verso l'obiettivo. Tali proiettili possono essere lanciati ad una velocità di 9.700 km al secondo. I bersagli sono missili, satelliti o altri veicoli spaziali; grazie alla notevole velocità e potenza d'impatto si ha un effetto distruttivo perforante molto elevato. Malgrado le notevoli peculiarità sinora citate, esiste un inconveniente dovuto al particolare sistema di puntamento. Esso si basa sul calcolo e sull'individuazione del punto in cui il bersaglio deve effettivamente trovarsi, ma tale obiettivo viene centrato, solo se la sua condizione di moto è costante. Infatti, se il bersaglio compie una virata e o un'accelerazione improvvisa, il proiettile lanciato non centra il target. In definitiva, essendo tale sistema contenuto in piccole piattaforme orbitali che possono essere portate facilmente nello spazio tramite la navetta Shutlle, rendendo facile il dispiegamento in orbita, esso risulta essere senz'altro la più idonea e temibile arma del programma S.D.I."

L'estratto della ricerca, cui collaborarono Adriano Forgione, Alberto Mancinelli ed Umberto Telarico, evidenzia come la militarizzazione dello spazio, inaugurata da Ronald Reagan e che prosegue ancora oggi, non è concepita tanto contro stati terrestri tutti controllati, di là dalle apparenti contrapposizioni, dalla sinarchia, quanto contro civiltà dello spazio i cui velivoli sono colpiti e talora distrutti. Già in un documento, datato 11 settembre 1952, inviato dall'allora presidente Truman al direttore della C.I.A. si precisa che a tutte principali le basi dell'Aeronautica statunitense è stato ordinato di intercettare e distruggere gli oggetti volanti non identificati.

Il testo di Barbato anticipa di circa una dozzina d'anni le conclusioni cui è giunta la giornalista Carolin Williams Palit che ha investigato il tema delle armi al plasma. Sono strumenti bellici concepiti e costruiti, in primis, contro coloro che sono considerati degli intrusi, anzi dei "guastafeste": sono presumibilmente esseri pacifici che potrebbero, se decidessero di palesarsi e di agire, mostrare quanto siano bellicosi, infami e spregiudicati i governi della Terra. Sono civiltà odiate e temute, perché rappresentano una minaccia per l'esecutivo occulto il cui scopo è il dominio assoluto del pianeta con l'instaurazione del Nuovo ordine mondiale. Naturalmente l'ostilità dei militari è diretta solo contro le star nations, evolute ed innocue: le loro astronavi sono inseguite dai caccia, talvolta colpite e disintegrate. Non si spiega diversamente questa corsa per il controllo dello spazio, per la conquista della Luna e di Marte, con missioni che di scientifico hanno solo il nome. Sono, infatti, programmi militari che, tra l'altro, implicano investimenti giganteschi, con l'impiego di risorse che potrebbero essere usate per debellare i mali che affliggono l'umanità. Sono programmi bellici volti a eliminare nazioni neutrali o benevole, affinché nessuno osi ostacolare il diabolico progetto di dominio globale.

Possiamo dunque soltanto sottoscrivere la conclusione dell'ottimo Barbato: "Assistiamo ad un cover up combinato ad un'ingiustificata propensione all'ostilità verso gli oggetti volanti ed i loro occupanti che rappresentano, a nostro avviso, una minaccia ai soli privilegi di chi controlla il Nuovo ordine mondiale."

Sono altri i nemici: in primo luogo il nemico vero è costituito dai vertici politici, militari, economici e "culturali" della Terra. Gli eventuali altri avversari nulla potrebbero, senza il servile, interessato, laido sostegno dei governi Quisling.

[1] Ricordiamo che l'ente spaziale è sotto il controllo del Pentagono.



martedì 19 agosto 2008

Scie Chimiche Chemtrails 1^ parte

Scie Chimiche Chemtrails 2^ parte

Cosa succede - Scie Chimiche in Sardegna

Da diversi mesi sui cieli di tutta la Sardegna avviene un fenomeno strano e inquietante: numerosi velivoli a bassa quota rilasciano dense e bianche scie che persistono per ore e formano una coltre lattiginosa che offusca e oscura il cielo. È evidente che non si tratta di normali aerei di linea: a volte se ne contano decine e decine in un solo giorno. Ma quali sostanze vengono immesse nell’atmosfera? Quali sono le conseguenze del fenomeno? Nel mondo intero è conosciuto come CHEMTRAILS: scie chimiche. Uno sguardo ai tanti siti Internet che se ne occupano non può che allarmare: il fenomeno farebbe parte di progetti molto più vasti e pericolosi di cui tutti dobbiamo prendere coscienza. Purtroppo la nostra isola si trova attualmente al centro di operazioni (militari?) di grandi proporzioni lungo un asse sud-est-nord-ovest, linea di passaggio principale dei misteriosi aerei.Il nostro Comitato vuole perciò indagare su CHI è l’autore di queste operazioni e PERCHÈ; intende fornire un'informazione approfondita, il più possibile scientifica, con l'intento di creare una forza di opinione della gente sarda per chiedere risposte e portare avanti una protesta, legittima, che non avremmo mai voluto inscenare.
Cosa sta accadendo sui cieli della Sardegna?

Se alzate qualche volta gli occhi al cielo, particolarmente nelle giornate serene, notereste molto facilmente delle strane scie create da aerei che passano continuamente in tutte le direzioni e, incrociandosi tra loro, formano reticolati di varie dimensioni. Le scie piano piano si trasformano in ammassi nebulosi che poi gradualmente ricoprono il cielo e, talvolta, oscurano il sole nel pomeriggio o a sera, togliendoci il diritto e il gusto antico di godere d’un bel cielo terso, chiaro, senza nubi.

Se infatti lo spettacolo può essere suggestivo, soprattutto al tramonto, per quell'osservatore ignaro di quello che sta accadendo sulla propria testa (i raggi solari rossi e arancio si stagliano sulle linee di lunghe nubi marezzate), il fatto è che le scie rilasciate da questi aerei, non ancora identificati, molto probabilmente contengono sostanze nocive all'uomo e, in ogni caso, sono oscuri e mantenuti segreti i motivi per cui queste operazioni vengono effettuate.

Negli U.S.A. e in Canada molte persone si sono già mobilitate e hanno scoperto l'implicazione dell’esercito degli Stati Uniti dietro questo progetto. Le ipotesi, alcune terribili e quasi apocalittiche, sono svariate e diversi siti su internet le riportano con dovizia di particolari.

È davvero inquietante…
Ormai da anni, quasi tutti i giorni, in particolar modo nei giorni della fine settimana, volgendo lo sguardo al cielo sopra Nuoro e la Sardegna intera, non è raro osservare strane e immense scie bianche che assomigliano a quelle di normali aerei di linea a cui siamo abituati da decenni. E proprio sulla nostra abitudine contano coloro che creano il fenomeno, per svolgere indisturbati le loro misteriose manovre.
Il fenomeno è infatti davvero inquietante:

è inquietante vedere tanti aerei bianchi o grigi passare a quote relativamente basse senza posa, sulle nostre teste, come se fossimo in guerra;
è inquietante sapere che qualcuno per qualche motivo sta forse compiendo esperimenti sui di noi o perlomeno sta buttando nell’aria che respiriamo sostanze che non conosciamo;
è inquietante non saper cosa stia accadendo e il motivo per cui lo fanno;
è inquietante non poter più godere di quei bei cieli azzurri e sapere che anche le nuvole possono essere false;
è inquietante che nessuno delle forze politiche o degli amministratori se ne interessi;
è inquietante che gli organi di informazione non se ne occupino nonostante l'evidenza del fenomeno.

Qualcuno c’è che minimizza tutto, insinuando che si tratta della solita fobia, della solita teoria delle cospirazioni, del gusto di terrorizzare la gente, che l'odio contro gli Americani si arrichisca delle forme più fantasiose.
Ma il nostro Comitato Sardo è assolutamente apolitico e non ha nessuno scopo da raggiungere oltre a quello di voler conoscere la verità, di esercitare il diritto di sapere cosa avviene a casa nostra e far assolutamente cessare queste immissioni di sostanze nell'aria.
Alcune legittime domande
Cosa si cela dietro questa cortina di oscurantismo?
Se le intenzioni fossero nobili o perlomeno le scie chimiche fossero innocue, perché non spiegarci senza falsità di cosa si tratta?
Quali sono le finalità tanto nobili da rendere lecito un avvelenamento complessivo così intenso e incontrastato?
Qualunque sia il motivo per cui questi aerei volano così numerosi e così spesso su di noi, non abbiamo il diritto si sapere perché lo fanno?

In ogni caso non è importante perché lo fanno, qualunque sia il motivo non lo possono fare senza dirci di cosa si tratta!!!

Cosa possiamo fare?

Informiamoci perché è un dovere verso noi stessi e verso i nostri figli!

Reagiamo a questa violenza!!!

Chiunque abbia voglia di condividere informazioni, scrivere articoli, pubblicare fotografie di scie è invitato a farlo. Ogni proposta sarà vagliata e discussa dal Comitato.Le parole d'ordine sono coordinazione e reazione! Mettiamoci insieme per agire in maniera coordinata e mirata.

domenica 17 agosto 2008

Il 2012 e la Trasformazione

Finirà il mondo nel 2012 ? Per nulla. Caso mai, esso segnerà l’alba di una nuova era nel progresso e nell'evoluzione umana. Come al sorgere di un nuovo giorno, questa transizione ad una nuova era apparirà graduale, non improvvisa, a coloro che l'attraverseranno. Tuttavia, quando le future generazioni guarderanno indietro, il 2012 sarà visto come un punto cardine attorno al quale l'umanità avrà girato, per dirigersi verso una direzione del tutto diversa. Molte profezie hanno indicato gli anni che conducono al Solstizio d’Inverno del 2012 un periodo di caos e confusione. Lo si può comprendere come il programma per la corsa finale del vecchio ordine verso il completamento e la risoluzione, prima che il vecchio ciclo abbia termine. Vecchie tematiche, represse per anni, ribolliranno in superficie richiedendo attenzione e risoluzione. Una volta che i cicli dell’antico Calendario Maya ripartiranno da zero, i vecchi schemi finiranno e la via sarà sgombra affinché nuove modalità si insedino con l'energia dei nuovi cicli. Nel frattempo, il modo migliore di gestire i momenti difficili è di restare centrati e resistere alla tentazione di essere tirati dentro a drammi e conflitti, la maggior parte dei quali sono dovuti ad altre persone che stanno elaborando “roba loro”. Rimanere nell’ora e adesso, e focalizzati su ciò che è – non su ciò che potrebbe essere, o non dovrebbe essere, o dovrebbe essere, procurando paura – fornisce la chiave per la sanità mentale in un mondo pieno di crescente stress. Il grande ciclo di 5.125 anni del calendario Maya consiste di cinque cicli intrecciati tra loro. Il primo ciclo suddivide i 5.125 anni in 13 parti. Poi ci sono 20 parti dentro a ciascuno dei 13. Indi, avviene un’altra divisione in 20 parti per produrre gli “anni” Maya, ognuno dei quali consiste di 18 “mesi” di 20 giorni ciascuno. Il 21 Dicembre 2012, tutti cinque questi cicli ripartono da zero, per la prima volta nel calendario di 5.125 anni, con la data Maya 0.0.0.0.0. I Maya compresero e registrarono molti più cicli di questi cinque – 17 diversi cicli di calendario in tutto, alcuni dei quali andavano oltre i 10 milioni di anni. Uno è il ciclo della precessione degli equinozi, di 25.920 anni, che è causato dall'oscillazione della terra sul suo asse. Tale ciclo, che venne identificato anche da Platone, si divide nelle dodici ere astrologiche. Il 21 dicembre 2012 segna contemporaneamente anche l'esatto passaggio all’Era dell’Acquario, di 2.160 anni. E ancora un altro ciclo ricomincia da capo in quella data, quello del quattro volte i 25.920 anni. La Trasformazione verso una coscienza centrata sul cuore, è un evento globale che si sta dispiegando già oggi. Ogni anno che passa, sempre più gente arriva a capire la nuova coscienza e si sposta dentro a quello spazio del cuore che è la spina dorsale della Nuova Realtà. La nuova coscienza fiorirà nell’Era dell'Acquario, ma è iniziata prima che quell'era stesse per nascere. La nuova coscienza si espanderà e diffonderà molto più velocemente dopo il Solstizio d'Inverno del 2012, ma ha iniziato a svilupparsi già in anticipo, nei pionieristici giorni della metà anni ’60. Quindi, l'ora della Trasformazione non è strettamente collegata ad una ciclicità. Sta avvenendo oggi, indipendentemente da qualsiasi ciclo. Sta avvenendo perché la gente ha raggiunto la massa critica nella propria evoluzione spirituale e perché ora è il momento, per l'umanità, di essere promossa e uscire dalla vecchia scuola della vita. La Trasformazione è il risveglio spirituale e creativo dell'umanità. La coscienza della Nuova Realtà apre le porte a nuovi panorami di consapevolezza e nuovi livelli di creatività. Nella nascente Nuova Realtà, le persone seguono il proprio cuore per esprimere la loro gioia interiore, dando così il proprio prezioso contributo per un mondo migliore. Siamo nel mezzo del più grande mutamento culturale di tutti i tempi. La Trasformazione verso la Nuova Realtà sta accadendo oggi ed è inarrestabile. L'avvio di nuovi cicli cosmici, il 21 dicembre 2012, sarà l'alba di una nuova era in cui l'umanità accelererà verso una coscienza centrata nel cuore, su scala mondiale.

Autore: Questo articolo è stato scritto da Owen Waters, autore de “The Shift: the Revolution in Human Consciousness” (“La Trasformazione: la Rivoluzione della Coscienza Umana” ) Owen Waters.

The Shift The Revolution in Human Consciousness

Spiritual Metaphysics

Traduzione: Daniela Brassi

fonte - www.ecplanet.com

sabato 16 agosto 2008

Scie Chimiche: inchesta indipendente in Molise

Microcircuiti nelle urine

Grazie ad una segnalazione della gentilissima Dottoressa Staninger, rendiamo conto, soprattutto attraverso le fotografie, di una testimonianza tratta da un forum dedicato al morbo di Lyme, una patologia che inizialmente fu confusa col Morgellons, ma di differente eziologia (è, infatti, una malattia dovuta ad un parassita del cotone e non a nanostrumenti biotecnologici). Purtroppo la disinformazione è imperante, perciò molti pazienti affetti da morbo di Morgellons sono ancora convinti di essere vittime di una patologia di origine parassitaria.



Il contributo riguarda le analisi dell'urina di un paziente affetto con ogni probabilità da Morgellons: nell'urina sono state trovate formazioni cristalline che, notevolmente ingrandite, appaiono molto simili a circuiti stampati. Questi oggetti sono piccolissimi e trasparenti. La scoperta lascia esterrefatti, ma pare confermare un'ipotesi ventilata in Mutanti e sostenuta da alcuni ricercatori come Carolin Williams Palit e Steven Quayle.

Le scie chimiche sono usate anche per trasformare gradatamente gli uomini in una nuova specie, in cui è superato il confine tra biologico ed elettronico ?

Data articolo: giugno 2008

Fonti:

tankerenemy.com - Scie Chimiche (Chemtrails)

tanker-enemy.tv

giovedì 14 agosto 2008

Antenne mortali

Era la Liguria una terra leggiadra...

Una lettrice ligure di Sanremonews lamenta che sono state installate due gigantesche antenne sul crinale di un colle dell'Imperiese. La zona non è precisata, ma poco importa, poiché ormai in moltissime zone, sia urbane sia extraurbane, di tutte le regioni svettano questi impianti che vengono spacciati come stazioni radio-base per la telefonia mobile.Così non è: diversamente, queste mostruose installazioni non sarebbero collocate così vicine una all'altra, secondo un criterio del tutto antieconomico.
Tali impianti sono, invece, funzionali all'irradiazione di onde elettromagnetiche impiegate sia per il controllo mentale sia per modificare le condizioni atmosferiche in sinergia con la diffusione di elementi e composti chimici. Senza dubbio, questi orrendi tralicci deturpano il paesaggio già rovinato dalla speculazione edilizia, ma, quando cominceranno ad essere diagnosticati tumori di vario tipo tra i residenti delle aree in cui sorgono le antenne (come accaduto altrove), ci si accorgerà che il danno estetico, per quanto enorme, non è il più grave.
Articolo correlato: Quando gli errori sono più di una coincidenza, a cura di Etleboro Emilia Romagna
Leggi qui la lettera inviata a Sanremonews.

martedì 12 agosto 2008

SPECIALE STARGATE - Olimpiadi di Pechino 2008

L' Apparenza Inganna

Ecco, arriva il Sole

"ECCO, ARRIVA IL SOLE"
[Here Comes the Sun, brano di George Harrison]
di Michael Brown

SEBBENE QUESTA INTUIZIONE SIA PRESENTE IN ME GIÀ DA MOLTI ANNI, SOLTANTO ADESSO SENTO GIUSTO DIFFONDERLA. IL CHE MI È POSSIBILE, PERCHÉ CIÒ CHE IN PASSATO POTEVA SEMBRARE INCREDIBILE, O SCOLLEGATO DALLA NOSTRA ATTUALE ESPERIENZA UMANA, STA ORA RAPIDAMENTE DIVENENDO UNA REALTÀ ASSIMILABILE. E, ANCHE SE HO ATTESO MOLTO TEMPO PER METTERE PER ISCRITTO TALE MIA COMPRENSIONE, STO ANCORA SOLO ANTICIPANDONE I PRINCIPALI EVENTI, CHE CONVALIDERANNO APPIENO L'IMMENSA PORTATA DELLE CIRCOSTANZE QUI SOTTO PREVISTE. PER QUELLI TRA VOI EMOZIONALMENTE SENSIBILI E CONSAPEVOLI, QUESTE INFORMAZIONI SARANNO CONTEMPORANEAMENTE UNA CONFERMA E UN'INTEGRAZIONE. A QUELLI TRA VOI CUI TUTTO QUESTO GIUNGE NUOVO, QUESTE INFORMAZIONI SERVIRANNO PER PREPARAVI A RISPONDERE, INVECE CHE RE-AGIRE, AGLI INEVITABILI AVVENIMENTI CHE SI DELINEANO AL NOSTRO ORIZZONTE COLLETTIVO DI ESPERIENZA. ENTRO UN BREVISSIMO LASSO DI TEMPO, il nostro sole finirà in prima pagina. Dibattiti un tempo rivolti a gruppi dediti all'astronomia, entreranno nei templi sacri di produzioni televisive come la CNN (la cui pronuncia suona “see an end”) [cioè “vedere una fine” – l'autore userà molti giochi di parole - N.d.T.] ed altre emittenti di rilievo. Giacché questi punti di osservazione parlano della nostra esperienza umana solo considerandone gli “effetti”, e rimangono perciò inevitabilmente ignoranti rispetto al principale punto causale della nostra esperienza collettiva, è scontato che finiranno immancabilmente per parlare del sempre più strano ed imprevedibile comportamento del nostro sole, e lo faranno in modo tale da innescare la paura di massa. L'ignoranza, e la conseguente analisi “senza effetti utili” cui essa dà il via, sono sempre causa di paura. Credere che il nostro sole possa a un certo punto cercare di “farci del male”, è come credere che gli spacciatori siano in qualche modo responsabili della dipendenza da droga, o che i politici abbiano la capacità di dare potere alla gente. Durante il prossimo periodo della nostra esperienza umana, il sole si comporterà in modo imprevedibile e senza precedenti. Osserveremo un aumento dell’attività delle macchie solari e dei conseguenti “brillamenti”, eruzioni di materia solare. Queste ultime avranno un impatto di tale intensità sul nostro pianeta, che sarà impossibile ignorarle. Si verificherà un'ampia gamma di conseguenze, ed eccovene alcune. Sul piano fisico, verrà causato parecchio fastidio e disturbo alle ipotesi delle discipline umane secondo cui tali eventi sono sotto il controllo di Dio. Le nostre reti elettriche salteranno, spesso per giorni, i satelliti intorno alla terra verranno danneggiati o dovranno essere spenti per prevenire danni, e molti dei nostri sistemi di comunicazione, come cellulari e Internet, subiranno interruzioni. Tali fenomeni sono già iniziati: quelli tra voi che vi prestano attenzione, avranno notato che eventi simili si sono già verificati nelle prime due settimane di Dicembre 2006, specialmente per quanto riguarda i nostri sistemi di comunicazione planetari. Il clima diverrà anch’esso sempre più ed ostinatamente imprevedibile. E anche questa è una realtà già da ora. Sul piano mentale, si creerà confusione nei nostri processi di pensiero; sarà difficile “pensare lucidamente”, comunicare l'un l'altro chiaramente, e persino capire dei concetti che prima apparivano più che ovvii. Il pensiero-lineare parrà mancarci e la logica fallire il bersaglio. Vivremo anche interferenze nelle nostre facoltà mnemoniche (a breve e lungo termine). Sul piano emozionale, vivremo ondate di inattesa paura, rabbia e dolore. Molte persone, il cui comportamento appare solitamente tranquillo, calmo e controllato, diverranno imprevedibili. Accessi emotivi inaspettati da parte di personaggi pubblici diventeranno la norma (e sta già succedendo). Ci sentiremo sopraffatti da stati emozionali per noi impossibili da descrivere. I conflitti emotivi tra individui, gruppi e nazioni aumenteranno in modo esponenziale. E i farmaci che bloccano autentici stati emozionali diventeranno di uso sempre più comune. Sul piano vibrazionale, potremo sentirci o “spiritualmente sconnessi” o sempre più consapevoli, a seconda di quale sia il punto su cui è focalizzata la nostra attenzione. I mass-media, e tutti quelli che nella nostra famiglia umana saranno pietrificati dagli “effetti” visibili, si concentreranno soprattutto sulle citate conseguenze fisiche della crescente attività solare. Poiché la loro reazione a queste circostanze sarà non-integrata e quindi disinformata, si scatenerà in essi la paura. La gente inizierà a prendere in considerazione la costruzione di bunkers e rifugi dove nascondersi dal sole. Alcuni governi sono già al corrente di questo ciclo solare e potete star certi che ci sono già manovre in atto per costruire delle strutture sotterranee, nella speranza che determinate e selezionate comunità possano sopravvivere a questa imminente epurazione solare. NON ESISTE ALCUN LUOGO DOVE NASCONDERSI, PERCHÉ NON C'È NULLA CHE CI STIA DANDO LA CACCIA, ALL'INFUORI DI NOI STESSI. La maggioranza della nostra famiglia umana farà una grande fatica a comprendere il nesso tra la crescente attività solare e le conseguenti ondate di disturbi nei nostri campi fisico, mentale, emozionale e vibrazionale. Lo scopo di questo articolo è perciò quello di anticipare queste circostanze in modo propositivo, fornendo qualche semplice idea su quanto sta accadendo, spiegando come tutto ciò influisca su di noi a livello individuale, e quali passi possiamo intraprendere per rispondere consapevolmente a questa purificazione solare. Integrare e assorbire queste informazioni diminuirà la nostra paura, ci darà il potere di muoverci in cosciente sintonia con questi straordinari eventi e quindi, grazie al nostro esempio personale, la possibilità di aiutare altri nel nostro campo di esperienza. Il modo migliore per raggiungere l'intento di questo articolo, è quello di presentare come in una telecronaca ciò che accadrà, man mano che il sole darà sempre più colpi di spugna con le sue emissioni di energia. Inizieremo dal sole per poi proseguire a livello interiore. A SEGUITO DELL'ATTIVITÀ DI MACCHIE SOLARI, SI HA UN'EMISSIONE DI MASSA CORONALE CHE PUNTA DIRETTAMENTE VERSO LA TERRA: tanto per cominciare, il sole non è “la causa” di alcunché; il sole è un prodotto dell'attività proveniente da un più profondo livello vibrazionale di esistenza. Il sole è “energia in movimento” (e-mozione), e in quest'ottica è il centro emozionale del nostro sistema solare. Il sole è una esteriorizzazione del centro cardiaco umano, tanto collettivo quanto individuale. È il Chakra del Cuore della famiglia presente nel nostro sistema solare. Quando si attiva, significa che ci sono comunicazioni in arrivo dal regno vibrazionale. Proprio come il nostro centro cardiaco è il portale tramite cui comunichiamo col nostro campo vibrazionale e ne riceviamo informazioni, così il sole lo è per l'intera entità vivente che chiamiamo il “nostro sistema solare”. La prospettiva secondo cui il nostro sole “ci sta facendo qualcosa”, è quindi errata. C'era una volta un tempo in cui credevamo che il sole girasse intorno alla terra, poi ci risvegliammo alla realtà che è la terra ad orbitare intorno al sole. Per molto tempo abbiamo anche creduto che il sole fosse il fattore causale della vita sulla terra. Ora è il momento di rendersi conto che, a mò di portale, il sole semplicemente trasmette delle informazioni provenienti dal punto causale vibrazionale dell'intera vita. Le informazioni trasmesse ci mettono in grado di muoverci “in-formazione” con lo scopo vibrazionale che la Vita ha per il nostro sistema solare. Quando non siamo consapevoli dell'attività solare, quando ignoriamo i suoi cicli, non possiamo integrare l'intento del battito della Vita presente nel nostro sistema solare. Molte culture sulla terra lo comprendono, anche se non così chiaramente come lo capiremo noi a breve. La maggioranza delle culture riesce a percepire il sole unicamente come punto causale delle loro esperienze; noi stiamo ora iniziando una trasformazione di coscienza in cui siamo invitati ad abbracciare una consapevolezza ancor più profonda: cioè che il sole è “meramente” un portale per accedere al punto causale della vita intera. È quindi un errore di percezione affermare che il sole “tenta di colpirci”. Crederlo, è come credere che il sole davvero attraversi il nostro cielo da est ad ovest. Come una radio o un televisore, il sole non fa nulla di propria iniziativa; è un sistema neutrale di comunicazione, che deve venire attivato dalla dimensione vibrazionale per poter avere un qualsiasi tipo di comportamento. Quando il sole manifesta un'emissione di massa coronale che si dirige verso il pianeta terra, ciò significa che vi sono informazioni deliberatamente in arrivo per noi da parte del regno vibrazionale. Quando entriamo nella paura, ci chiudiamo a questa trasmissione e siamo perciò incapaci di assimilare quanto ci viene comunicato.

DOPO UN'ERUZIONE SOLARE, SI VERIFICANO DELLE TEMPESTE MAGNETICHE. Entro poco tempo dopo aver osservato un'eiezione di massa coronale sulla superficie solare, cioè solitamente un paio di giorni, la terra è sottoposta a delle tempeste magnetiche. È in questo frangente che le conseguenze fisiche dell'evento solare hanno un impatto su di noi. Ciò può variare da danni ai satelliti al crollo dei sistemi di informazione e di alimentazione, da attività climatiche senza precedenti all'attivarsi di manifestazioni vulcaniche e sismiche. La terra viene bombardata dalle radiazioni (come facciamo con le cellule cancerogene durante la chemioterapia), il che è visibile sotto forma di aurore boreali: spettacolari manifestazioni di luce che piovono sulla terra dall'emisfero nord. Tale fenomeno è anche noto col nome di Luci del Nord o, negli scritti profetici, “le luci nel cielo”. Poiché i nostri progressi tecnologici esteriori non prendono in alcuna considerazione il proposito di sviluppare dei sistemi di comunicazione interiori (cioè percezione ed intuito), ci stiamo ora affidando completamente al telefono invece che alla telepatia. Così come dipendiamo completamente anche da internet, ben più che dall’infinita saggezza interiore della mente universale. Il telefono È telepatia esteriorizzata, proprio come internet È la mente universale esteriorizzata. Non c'è niente di male nella manifestazione esterna di queste capacità interiori; quando però diveniamo assuefatti a queste forme esteriori al punto tale da azzerare tutta la nostra consapevolezza della loro reale natura causale interiore, entriamo in esperienze molto sbilanciate e auto-distruttive. Questi specifici squilibri di percezione saranno tra le tante cose che verranno riparate durante la purificazione solare che ci troviamo davanti. Nel momento in cui le comunicazioni esterne si arrestano e crollano, o noi ci svegliamo ai nostri equivalenti mezzi di comunicazione interiori, li iniziamo ad usare e ce ne fidiamo, o perdiamo ogni contatto. La conseguenza del perdere completamente i contatti, è che facciamo scelte auto-distruttive. Ci siamo inoltre stanziati in massa in determinate aree della terra, guidati da profitti egoistici e giustificazioni mentali, e l'abbiamo fatto con modalità tali da ignorare completamente la natura della terra in quanto essere vivente. Questa è una delle ragioni per cui non possiamo udire le comunicazioni che ci arrivano dal vibrazionale; abbiamo collegato i sensi della terra alle cose concrete, così come abbiamo collegato i nostri sensi umani a rumori esterni, diversivi e dipendenze fisiche. Tali circostanze stanno per essere ri-allineate per mezzo di improvvise trasformazioni e scosse terrestri, nonché inattese ondate climatiche e manifestazioni di acqua. Se ci mettiamo in “ascolto” saremo informati di doverci spostare, prima che tali eventi si svolgano. Se stiamo vivendo in un modo esteriorizzato e quindi sbilanciato, solo tramite cellulari o dentro a videogame, è improbabile che percepiremo queste comunicazioni interiori. Nessuna delle conseguenze fisiche delle emissioni solari sono intese a farci del male; ce lo stiamo già facendo da soli. Le conseguenze fisiche delle eruzioni solari sono il boccone amaro che il figlio di Dio deve ingoiare, per il fatto di vivere una situazione di mal-essere auto-inflittosi. L'attività del sole sconvolgerà unicamente “i nostri interessi personali”. Quando ci sveglieremo allo scopo vibrazionale di Grazia di questa attività solare, saremo grati che quel portale sia a nostra disposizione per poter essere usato in questo modo, cosicché sulla nostra ignoranza venga riportata la luce e alla nostra arroganza vengano posti i necessari ostacoli. NON C'È NULLA CHE POSSIAMO O DOBBIAMO FARE, ORA, PER GLI AGGIUSTAMENTI FISICI CHE SONO IN ARRIVO E CHE GIÀ SI STANNO DELINEANDO SULL'INTERO PIANETA TERRA. SE TENTIAMO DI VIVERE L'ESPERIENZA PARTENDO DA UN LIVELLO DI RE-AZIONE, ENTRIAMO NELLA PAURA (INTERFERIAMO) [interfere, interferire, ha assonanza fonetica con “enter fear”, cioè entrare nella paura – N.d.T.]. IL PIANETA NON HA BISOGNO DI “ESSERE SALVATO DA NOI”, NÉ NOI ABBIAMO BISOGNO DI “SALVARE O ESSERE SALVATI DA CHICHESSIA”. TUTTO CIÒ CHE SERVE È ADATTARE IL NOSTRO ESSERE CONSAPEVOLI DEL PUNTO CAUSALE DELLE NOSTRE ATTUALI ESPERIENZE. FATE QUESTO ADATTAMENTO ED ENTRATE “NEL FLUSSO”. NEI GIORNI DI ATTIVITÀ GEOMAGNETICA, VIVIAMO CRESCENTI ONDATE DI CONFUSIONE MENTALE E CRISI EMOTIVE. Questa attività di solito prosegue e va intensificandosi fino a 3 settimane dopo l'impatto di un'eruzione solare sulla terra. È all'interno di questo nostro regno di esperienza che abbiamo la capacità di rispondere e quindi lavorare con la purificazione solare. Quello di cui possiamo non renderci ancora conto, è che c'è che una relazione diretta tra le tempeste magnetiche scatenate dalle esplosioni solari e il funzionamento delle nostre banche di memoria individuali e collettive. Questo è il motivo per cui, dopo queste tempeste, proviamo inizialmente della confusione mentale; una condizione in cui ciò che ci pareva chiaro – ciò che prima si ricordava bene – entra in uno stato di turbolenza. Ma la cosa è più profonda ancora. La nostra memoria si basa sul magnetismo; noi attraiamo i ricordi che ci piacciono, di cui abbiamo bisogno e che ci sono utili, e respingiamo i ricordi che non ci piacciono, che non vogliamo vivere, e che ci causano paura, rabbia, e afflizione. Siamo tutti divenuti maestri della memoria selettiva; del sopprimere determinati ricordi al punto tale da non essere nemmeno più consapevoli di averli. E non è tutto. Dal momento che siamo diventati degli esseri così mentali, molti dei ricordi causali, responsabili di aver marchiato il nostro corpo emozionale con schemi comportamentali disfunzionali, non sono coscientemente più a nostra disposizione, perché sono ora presenti in noi come pure firme energetiche. Non possiamo leggere o identificare questi ricordi causali, perché non hanno alcun concetto allegato e così li mettiamo in “13ma fila” [cioè il numero che negli USA “non esiste”, per motivi di superstizione – N.d.T. ], come informazioni inutili che sembrano non avere alcuna rilevanza sulla nostra attuale esperienza di vita. Inoltre, poiché la consapevolezza del nostro corpo causale (percezione di ciò che si sente) è per lo più ostruita, non abbiamo i mezzi per interagire consciamente con questi ricordi causali anche se lo vogliamo (questa difficile situazione è ciò che il metodo del Presence Process affronta e ci dà il potere di superare). Tuttavia, solo perché questi ricordi non sono coscientemente accessibili, non significa che non abbiano un impatto sulla nostra vita, 24 ore al giorno; tutti quei nostri comportamenti che sono caratterizzati da bisogni e necessità, da egoismo, da proiezioni di paura, rabbia e dolore, vengono stimolati direttamente da questi ricordi causali. La nostra esperienza mondana si trova in uno stato di conflitto perché noi, in quanto umanità collettiva, siamo inconsciamente spinti a comportarci in maniera re-attiva gli uni con gli altri e con l'ambiente circostante a causa di questi ricordi soppressi e inaccessibili. Gli atteggiamenti sollecitati da queste memorie, che passano di generazione in generazione tramite l'imprinting emozionale ricevuto nell'infanzia, sono responsabili di ogni guerra, conflitto religioso, dell'inquinamento, del crimine, e di ogni aspetto umano disarmonico. La nostra debolezza attuale consiste nel fatto che, vista la mancanza di consapevolezza del corpo emozionale per la maggioranza di noi, non abbiamo la capacità di percepire questa difficile situazione individualmente o collettivamente. Di conseguenza, ci comportiamo come se il punto causale delle nostre circostanze ed esperienze attuali risiedesse entro i parametri mentali e fisici della nostra vita; noi crediamo davvero che sia servendoci della forza e della tecnologia, per cambiare il nostro modo di pensare o per riorganizzare le nostre circostanze fisiche odierne, che si possa ripristinare l’equilibrio. È tale idea errata, tale virus percettivo, che la purificazione solare viene ad indicarci. Questo momento di imminente Grazia per l'umanità, che è ciò che tale attività solare costituisce, è stato previsto e annunciato per secoli dai nostri Veggenti. Tuttavia, quando cercavano di spiegarlo alle loro comunità venivano fraintesi, perché l’umanità può comprendere qualcosa solo in base ai parametri della propria esperienza personale di quel momento. Ecco perché il metodo del Presence Process è uno strumento così importante; esso amplia i parametri della nostra esperienza personale in modo tale che possiamo comprendere, sperimentando direttamente, la successione di eventi che vi elenco: 1. Adottare comportamenti inconsapevoli è inevitabile, in questa dimensione fatta di materia, e quindi il regno vibrazionale crea ciclicamente a noi tutti delle opportunità, in questa esperienza di vita, per attraversare periodicamente una purificazione della nostra percezione e ottenere il conseguente risveglio alla consapevolezza vibrazionale che tale attività purificatrice stimola. 2. Tale procedimento si svolge in realtà all'interno di noi, ma tutti coloro la cui consapevolezza è fisicamente rivolta all'esterno e sono perciò assuefatti a credere che il punto causale della vita risieda nel lato fisico-materiale delle esperienze, percepiscono questi eventi come se succedessero “là fuori”. La realtà è che, ciò che sembra svolgersi “là fuori” sul sole, sta simultaneamente avvenendo all'interno del chakra cardiaco umano, tanto individuale che collettivo. 3. Trasmettendo al sole la propria intenzione di voler purificare l'illusione, il regno vibrazionale sollecita questa sequenza di accadimenti che ripuliscono il nostro senso di percezione. 4. Nel nostro sistema solare, e nella nostra esperienza esteriorizzata, tale trasmissione viene da noi poi osservata sotto forma di improvvise esplosioni del sole; sotto forma di macchie solari che espellono del materiale che si dirige verso la terra o le sue vicinanze. 5. Queste eruzioni solari influenzano il campo magnetico terrestre, oltre a varie altre cose, causando delle tempeste geo-magnetiche. 6. Dal momento che il campo magnetico umano individuale e collettivo è inscindibile da quello della terra, una tempesta magnetica ribolle sulla superficie terrestre e simultaneamente nel chakra cardiaco della coscienza umana, individuale e collettiva. 7. Questa attività manda in corto-circuito la nostra capacità, individuale e collettiva, di selezionare tra i ricordi che scegliamo di riconoscere e quelli che scegliamo di sopprimere. 8. Ciò fa sì che dei ricordi profondamente rimossi inizino a venire alla superficie della nostra consapevolezza conscia; ricordi che sono più antichi di qualsiasi documento storico esistente. 9. Poiché la nostra consapevolezza è assuefatta all'essere rivolta verso l'esterno, non percepiamo questi ricordi emergenti come “immagini nella nostra mente”, bensì come qualcosa che avviene “fuori da noi”, causandoci un disagio crescente; tali ricordi risalgono a galla, andando ad accrescere conflitti e circostanze esterne della nostra esperienza terrena, che ci causano paura, rabbia e dolore. 10. Poiché la nostra consapevolezza del corpo emozionale è bloccata, all'inizio percepiamo e interagiamo con questi ricordi in risalita come se si trattasse di “un senso di confusione mentale”. 11. Quando tentiamo di sopprimere con ogni mezzo i ricordi affioranti, cosa che attuiamo in maniera re-attiva tramite le abitudini, il nostro corpo viene fisicamente influenzato. Questa resistenza è causa di una frizione interna che genera calore. Tutto diventa bollente come l'inferno. Come conseguenza, nelle tre settimane dall'inizio dell'attività solare si ha un aumento di malattie e attacchi al cuore, accompagnati dal manifestarsi di scoppi e crisi emotive negli individui. È anche in questo periodo che gli anziani entrano in improvvisi stati cronici e muoiono. Ed è sempre in questo momento che anche gente del tutto in salute manifesta imprevedibili sintomi di malessere. 12. Le persone, in maggioranza, non possono percepire che la loro improvvisa esperienza di conflitto esterno o disturbo corporeo, è un riflesso della loro repentinamente aumentata sensibilità alle reali condizioni del proprio corpo emozionale. 13. Sebbene si rifletta in forma di molteplici stati di conflitto esterno, o di confusione mentale, o di improvvise eruzioni di malessere del proprio corpo, la vera identità dei ricordi profondamente repressi che stanno emergendo non è nessuna di quelle cose; essi sono invece la firma energetica alla base di tutte queste esperienze. 14. In altre parole, le energie interne al corpo emozionale che sono state bloccate, soppresse o che funzionano disarmonicamente, vengono sollecitate direttamente dalle eruzioni solari, così che possano accedere alla nostra consapevolezza cosciente e venire compassionevolmente integrate. Un’integrazione consapevole di queste disfunzioni emozionali precedentemente non viste, neutralizza gradualmente il comportamento distruttivo che è il punto causale di ogni conflitto umano, individuale e collettivo. 15. Coloro i quali non riescono ad integrare queste firme energetiche che vengono a galla, sperimentano o un crollo del corpo fisico, fino al punto che la loro coscienza non può più rimanervi dentro, o reagiscono in maniera auto-distruttiva ai ricordi apparentemente riflessi, iniziando a combattere contro le illusioni che queste riaffioranti firme emozionali riflettono sulle loro esperienze esterne. E’ in questo che consiste un conflitto. 16. In questa maniera, che sia tramite la disintegrazione del corpo o entrando in un conflitto auto-distruttivo con altri, tutti quelli che vivono dalla prospettiva delle illusioni (essendo spinti da ricordi non integrati) e che non possono resuscitare se stessi dai propri comportamenti illusori, vengono deliberatamente e sistematicamente rimossi dal gioco dell’esperienza umana. Veggenti del nostro passato e di civiltà attuali hanno profetizzato che, in tal modo, è possibile si assisterà alla rimozione da uno a due terzi della popolazione terrestre, tramite le proiezioni re-attive a questa purificazione: vale a dire, tramite malattie e conflitti. 17. Coloro i quali risponderanno consapevolmente alla purificazione solare, assumendosi la responsabilità delle loro esperienze, ripulendo il proprio corpo emozionale così da conservare chiarezza mentale e presenza fisica, grazie a questa trasformazione rinasceranno ad un altro stato d’Esistenza sulla terra, in cui si tornerà collettivamente a riconoscere nella dimensione vibrazionale il vero punto causale della vita intera. Questo è il modo in cui L'Età dell'Oro ha sempre avuto inizio; non tramite i risultati della tecnologia umana, né riempiendo il cervello umano con idee e concetti, né dissezionando il mondo fisico per cercare di capire come funziona. L'ETÀ DELL'ORO PRENDE SEMPRE AVVIO DA DELLE ERUZIONI SOLARI (DI COLORE ORO), CHE ENERGETICAMENTE PURIFICANO QUELLE NOSTRE DISFUNZIONI GENERAZIONALI INTERIORI, CAUSA DELL'ERRORE DI PERCEZIONE.
Ciò significa, che non ha importanza se si è ricchi o poveri, bene istruiti o meno, se si ha una certa posizione nella società o no, e se ci consideriamo “spirituali” o meno. E non ha importanza se siamo Asiatici, Indiani, Africani, Europei o Americani. Né importa se siamo Ebrei, Cristiani, Musulmani, Indù o atei. Non ha nessuna importanza se siamo democratici, repubblicani, comunisti o verdi. Non importa se siamo pensatori, sarti, soldati o marinai. Nessuna delle nostre finzioni o delle nostre credenze su noi stessi e su ciò che pensiamo sia Dio, può salvarci dall'affrontare la vera condizione del nostro stesso cuore. L'UNICA RISPOSTA CHE PUÒ CONDURCI ATTRAVERSO E OLTRE QUESTA ESPERIENZA È L'ONESTÀ: ESSENDO ONESTI CON NOI STESSI CIRCA LA VERA CONDIZIONE DEL NOSTRO STESSO CUORE. Possiamo credere di continuare a nascondere parti di noi stessi al mondo, tuttavia il sole, come Dio, non si cura di ciò che noi crediamo. Questa purificazione solare favorisce e sostiene solo ciò che è reale; ciò che contiene autenticità, integrità, e che è in grado di divenire nudo e vulnerabile come un bambino, così che la pura intimità con l'intera creazione venga ristabilita. Non esiste inoltre nessun luogo che offra riparo da tale purificazione solare, poiché se siamo in un corpo umano, veniamo dotati di un campo magnetico, e questo campo magnetico è strettamente connesso a quello della terra, e il campo magnetico della terra risponde puntualmente alle trasmissioni che giungono per mezzo del sole. Non importa quanto profondamente scaviamo, siamo sempre e ancora sulla terra. Cercare di sottrarsi a questa esperienza è come tentare di nascondersi dal battito del nostro stesso cuore, o dal nostro respiro, o dal sangue che ci scorre nelle vene; un comportamento reattivo di questo tipo è vano. Ci sono molti modi per reagire con paura a questa delicata situazione, e li vedremo tutti dipanarsi e intensificarsi su questo pianeta. In realtà, esiste una unica risposta cosciente: girarsi metaforicamente a guardare il sole, ascoltarlo, e assorbire. In altre parole, girasi metaforicamente a guardare dentro di noi e affrontare la reale condizione del nostro cuore, ascoltarlo, e assorbire la paura, la rabbia e il dolore che abbiamo nascosto a noi stessi entro questo spazio. Come il sole, il nostro cuore ci parla tramite il nostro disagio. E ci dice: «Se resisti al malessere che viene in superficie da dentro di te, brucerai nel calore della conseguente frizione che un tale comportamento reattivo crea. Guarda piuttosto in faccia il malessere e chiediti: cosa mi stai dicendo? cosa mi insegni ad ascoltare ? ». Quando ci apriamo a questa esperienza, quando lavoriamo responsabilmente ai nostri disagi emozionali, con l'intento di integrare ogni inconsapevolezza che viene a galla, scopriamo anche che, esattamente come gli impulsi provenienti dal centro del nostro cuore, queste trasmissioni solari sono imbevute di profonde intuizioni e informazioni. Esse ci attivano; i raggi emessi dal nostro sole sotto forma di eruzioni ci “illuminano”, proprio come fa il rilascio degli stati emozionali repressi. QUESTA IMMINENTE PULIZIA SOLARE È UN MERAVGLIOSO RIFLESSO DI QUANTO STA ACCADENDO DENTRO AL NUCLEO VERO E PROPRIO DEL NOSTRO ESSERE, INDIVIDUALMENTE E COLLETTIVAMENTE. Se il nostro cuore è bloccato, le parole di Dio appaiono come dolore. Quando dipendiamo dal passato, quelle che ci libererebbero ci appaiono come diavoli. Quando apriamo i nostri cuori, quelle stesse trasmissioni diventano inni cantati apposta per risvegliare la nostra anima da un “lungo, freddo e solitario inverno” (*). E gli inni ci dicono “Piccola cara, va tutto bene” (*) [(*) = versi tratti dalla canzone “Here Comes the Sun” – N.d.T.]. Inoltre, prima di credere ingenuamente ad ogni astratta superstizione tramandataci da antiche culture, ricordiamoci che ogni cosa che abbiamo imparato su qualsiasi civiltà venuta prima di noi, è una “testimonianza della loro caduta nell’ignoranza”. Non sappiamo davvero nulla degli Egizi al loro apice, né dei Toltechi, Maya, o Aztechi al loro apice. Pensiamo solo di saperlo. POSSIAMO PERCEPIRE LA NATURA DI UNA CIVILTÀ AL SUO APICE SOLO QUANDO LA VEDIAMO DAL NOSTRO APICE; MA NOI NON L'ABBIAMO ANCORA RAGGIUNTO.
Non appena le civiltà entrano in questo ripetuto ciclo di purificazione solare, che alcuni dicono avvenga ogni 13.000 anni, coloro i quali rispondono in modo consapevole ad un tale momento, ascendono a dimensioni d'esistenza incomprensibili agli esseri immobilizzati nella fisicità. Tali esseri ascesi “si elevano” metaforicamente, lasciandosi dietro quegli individui che ce la fanno a superare la purificazione solare, ma non hanno la capacità di “essere all'altezza dell'occasione” [gioco di parole tra “raise up” (elevarsi/ascendere) e “raise the occasion” (mostrarsi all'altezza di una situazione) – N.d.T.]. Tali popolazioni che rimangono, vanno avanti e vivono all'ombra di “ciò che un tempo fu, ma ora non è più”. Questi reduci sopravvissuti costituiscono quei nuclei di popoli che vengono poi scoperti da altre civiltà a loro volta di nuovo all'apice. Questa fu la condizione in cui gli Spagnoli scoprirono i Maya, e in cui Britannici e Francesi scoprirono i Nativi Americani. Questi sopravvissuti gruppi appartenenti ad antiche civiltà conservano ancora resti della conoscenza della purificazione solare, ma, a causa della densità del mondo fisico, finiscono inevitabilmente per comportarsi come se “l'esperienza fisica fosse il punto causale della vita”; di conseguenza, questa conoscenza viene ancora una volta esteriorizzata e rivestita di cerimonie e rituali. Credono quindi erroneamente nel “Dio Sole” invece che nel “Figlio di Dio” che noi tutti siamo [The Sun God” e “The Son of God”, dalla pronuncia quasi uguale – N.d.T.]. Come conseguenza, i Maya rimasti dopo i loro Antenati Ascesi, strappavano via il cuore della loro gente per onorare il Dio Sole, perché la vita andasse avanti. Si immersero completamente dentro alla metafora, che per ignoranza esternavano tramite un rituale fisico. IL SOLE NON CI STA CHIEDENDO DI STRAPPARE IL CUORE A PERSONE VIVE, PERCHÉ NOI SI POSSA AVERE LA VITA; IN QUANTO PORTALE DI COMUNICAZIONI VIBRAZIONALI, ESSO STA TRASMETTENDO IL MESSAGGIO CON CUI CI DICE CHE DOBBIAMO GUARDACI IN PROFONDITÀ SENZA ULTERIORI INDUGI, E ASSUMERCI LA RESPONSABILITÀ DELLA CONDIZIONE DEL NOSTRO CUORE FINTANTO VIVAMO IN UN CORPO, COSICCHÉ SI POSSANO COSCIENTEMENTE RIPULIRE I BLOCCHI ENERGETICI CHE STANNO IMPEDENDOCI DI REALIZZARE, CHE L'ASPETTO VIBRAZIONALE DELLA NOSTRA ESPERIENZA È IL PUNTO CAUSALE DI TUTTA LA VITA. Non appena ci rendiamo conto di questa Verità in modo esperenziale, arriviamo a capire che ciò che noi siamo non potrà mai morire; allora rinasciamo ad una consapevolezza della vita eterna. Il sole non sta cercando di farci del male; non credete agli assertori della “coscienza della destinazione finale” - quelli che riescono solo a “vedere una fine”. Non re-agite alla paura creata dall'ignoranza; piuttosto, rispondete alla Grazia che sempre più sta scendendo a bagnare l’umanità, proveniente dall’essenza vibrazionale di tutto ciò che è Vita. Sentite ciò che è reale e guarisce. TIRATE FUORI IL CUORE DA DOVE L'AVETE NASCOSTO MENTRE SIETE ANCORA IN VITA, E FATE IL LAVORO INTERIORE CON CUI POTETE VENIRE BENEDETTI DALLA CONSAPEVOLEZZA DEL VOSTRO AUTENTICO SÈ. FATE QUESTO SACRIFICIO SULL'ANTICO ALTARE DELLA VOSTRA ESPERIENZA PERSONALE, IN MODO CHE LA VOSTRA CONSAPEVOLEZZA POSSA TRASCENDERE I LIMITI DELLA MATERIA ED ENTRARE NELL'ILLIMITATA DANZA DELLA COSCIENZA DELL'IMMORTALITÀ. È cruciale che sviluppiate una relazione cosciente col sole prima che i media inizino ad approfittare e a nutrirsi del nostro legame per ora inconsapevole con esso. È facile riuscirci. Memorizzate tra i “favoriti” questi due link: Solar Activity Monitor http://www.n3kl.org/sun/status.html Questo sito è molto utile, fornisce un veloce resoconto sul grado d'intensità dell'attività solare e geo-magnetica quotidiane. Basta un'occhiata per poter vedere “come sta” il sole. Se c'è qualcosa in atto e vogliamo maggiori dettagli, in un linguaggio a noi comprensibile, si può poi visitare: Space Weather http://www.spaceweather.com/. Questo sito contiene brevi articoli, scritti in linguaggio semplice, su tutte le correnti situazioni meteo e dello spazio, oltre a delle splendide immagini. Se è prevista una massiccia eruzione solare, questo sito ce ne tiene informati e tratta di alcune delle molte conseguenze fisiche che tale tipo di evento può generare. Monitorando l'attività delle macchie solari, le successive eruzioni e tempeste magnetiche, indi l'equivalente nostra attività fisica, mentale ed emozionale, iniziamo a notare “uno schema di conseguenze”. Il che ci dà il potere di sapere che tutto questo non è qualcosa che “sta succedendo a noi e su cui non abbiamo alcun controllo”, o che “non ha nulla a che fare con la nostra quotidianità”. Noi tutti siamo intimamente collegati gli uni agli altri, a questa terra, al sole, e al punto causale vibrazionale da cui nascono tutte le correnti della vita. Non esiste quantità di lozione solare a schermo totale che possa cambiare questa cosa. « HERE COMES THE SUN HERE COMES THE SUN, HERE COMES THE SUN, AND I SAY IT'S ALL RIGHT LITTLE DARLING, IT'S BEEN A LONG COLD LONELY WINTER LITTLE DARLING, IT FEELS LIKE YEARS SINCE ITS BEEN HERE HERE COMES THE SUN,HERE COMES THE SUN AND I SAY IT'S ALL RIGHT LITTLE DARLING, THE SMILES RETURNING TO THE FACES LITTLE DARLING, IT SEEMS LIKE YEARS SINCE IT'S BEEN HERE HERE COMES THE SUN, HERE COMES THE SUN AND I SAY IT'S ALL RIGHT SUN, SUN, SUN, HERE IT COMES... LITTLE DARLING, I FEEL THAT ICE IS SLOWLY MELTING LITTLE DARLING, IT SEEMS LIKE YEARS SINCE ITS BEEN CLEAR HERE COMES THE SUN, HERE COMES THE SUN, AND I SAY IT'S ALL RIGHT ITS ALL RIGHT » (George Harrison) SIAMO RESPONSABILI DELLA NOSTRA ESPERIENZA SOLO SCEGLIENDO COME DEBBA ESSERE . IN QUESTA STESSA OTTICA, SIAMO ALTRESÌ LIBERI SOLO IN BASE AL GRADO DI RESPONSABILITÀ CHE SCEGLIAMO.


Traduzione Daniela Brassi

Per leggere altri scritti di Micheal Brown, visitate:

http://www.thepresenceportal.com/

http://www.namastepublishing.com/

Fonte - www.segnidalcielo.it

Nebbie chimiche in Piemonte ed in Liguria

Su un sito di "meteorologia", si legge di una manifestazione atmosferica relativa al giorno 7 agosto scorso: "Una vasta area del Piemonte meridionale è interessata dalla nebbia: si tratta di un fenomeno generato dalle inversioni termiche. La peculiarità è senz'altro, l'estensione, insieme con la persistenza della nebbia, dopo oltre tre ore dopo che è sorto il sole d'agosto".Anche in una scarna notizia come questa, pubblicata da pennivendoli che tentano di cimentarsi con la meteorologia, un frammento di verità è incastonato nella menzogna. La nebbia, cui si accenna nel testo, grava immobile e densa sul Piemonte meridionale, ma non è causata, se non in parte, dall'inversione termica, bensì dalle irrorazioni chimiche.Sulle foschie innaturali che si formano anche in assenza di valori termici, igrometrici e barici adatti, si legga il testo Nebbie artificiali. Qui ci limitiamo a ricordare che queste coltri stagnanti, grigiastre e maleodoranti che né il vento né il calore riescono a dissolvere, sono ormai diventate un fenomeno molto frequente, poiché non dipendono tanto da fattori naturali, quanto dall'immissione in atmosfera di particolato metallico, di insetticidi ed erbicidi, oltre che esafluoruro di zolfo che creano una cappa non solo sulle aree urbane, ma anche su zone distanti dalle città, un tempo quasi incontaminate.





lunedì 11 agosto 2008

Zeitgeist - The Movie - sottotitoli in italiano



Zeitgeist - The Movie - è una produzione indipendente senza fini di lucro, da poco disponibile con sottotitoli in italiano grazie alla traduzione di Luogocomune.net. Zeitgeist tenta di far luce su: 1) sull'origine delle religioni, in particolar modo sul cristianesimo e di come queste siano sin dai tempi piu' remoti efficenti sistemi di controllo sociale. 2) Le stragi dell'11 settembre, la creazione del nuovo "mito" moderno del terrorismo, la paura come strumento di controllo delle masse. 3) Le attività delle banche centrali e dei grossi finanzieri che controllano i nostri soldi, il nostro futuro, un'elite che promuove guerre e crisi finanziarie, con lo scopo ultimo di creare un governo unico mondiale.

Un altro documentato caso di Morgellons






Pubblichiamo un articolo tratto dall'eccellente sito Ecplanet e relativo ad un caso di Morgellons, malattia che, come si evince dal testo, molti medici continuano ad ignorare sicché non possono neppure diagnosticarla. Mentre, però, parecchi dermatologi si ostinano per giunta a non voler esaminare i pazienti, la tossicologa californiana Hildegarde Staninger, che ha correttamente correlato il Morgellons alle scie chimiche, è impegnata con alacrità nella ricerca di una possibile cura.

di Ivanhole – photobucket.com


Parecchi mesi fa, iniziai ad avere qualche problema con della ‘roba’ tra i capelli, così mi rasai la testa. Questo video è stato girato qualche giorno dopo che mi ero rasato. Non sapevo di avere tutta quelle cose sulla testa. Mi ero visto sotto una luce ultravioletta ed i miei capelli sembravano una giungla. Ad una luce normale, di giorno o di notte, parevo a posto. Sotto quella ultravioletta, sembravo ricoperto di una specie di fibra o lanugine. Ho tenuto sotto osservazione quella strana forma di lanugine, in ambiente controllato, per impedire ogni normale contatto che la mia pelle potesse quotidianamente avere. Nel video, potete vederne le fasi di crescita sul cuoio capelluto: prima delle punte di colore brillante che sbucano fuori da dove dovrebbe esserci un follicolo, per poi divenire dei fili o forme più lunghe che, alla fine, si collegano tra loro. Queste immagini sono state girate, dopo aver fatto la doccia. Mi sono ‘asciugato all'aria’ in modo che la mia pelle non venisse a contatto con asciugamani, vestiti, tessuti etc.Ho cercato di avere un consulto da un dermatologo, su questo od altri disturbi cutanei correlati. Ho tentato di mostrargli la mia pelle sotto la luce ultravioletta, ma vi ha dato una rapida occhiata e ha subito scrollato le spalle, dicendo “Beh, qual è il problema? Hai della lanugine in testa”. Ho tentato di fargli vedere che cresceva da me stesso, ma non ha guardato. Quando gli ho detto che assisto alla sua comparsa e l'ho grattata via da sotto la pelle: ha risposto che stavo avendo le allucinazioni e che mi ingannavo.



Mi ha consigliato di assumere un qualche antipsicotico o comunque un calmante. Bene... non mi ero ancora agitato, fino a quando 'sto stupido non s'è rifiutato di guardare quello che gli stavo mostrando. Diceva che tutti abbiamo quello strato di roba che ci ricopre... Beh, non so voi ragazzi, ma di tutte le volte che mi è capitato di stare sotto ad una luce fluorescente, in passato, non ricordo di essermi mai visto ricoperto da una lanugine del genere.E così gli ho detto “Bene, potremmo guardare sotto una luce ultravioletta la sua pelle, per esempio quella del braccio, per dimostrarmi che è vero?” Si è rifiutato, dicendo che non mi sarebbe servito, aggiungendo che, infatti, se l'avesse fatto avrebbe peggiorato le mie condizioni mentali (?). Sino a quel momento non sapevo di avere ‘delle condizioni mentali’, anche se è vero che la sua ignoranza e l'atteggiamento compiaciuto mi stavano davvero mandando fuori di testa.Parlava in quel modo senza minimamente esaminarmi il cuoio capelluto o una singola parte della pelle in genere. E se avessi avuto una qualche brutta infezione cutanea o una micosi? Come si fa ad arrivare ad una simile decisione e una così rapida diagnosi, solo con una superficiale osservazione durante un colloquio? Non ha toccato né esaminato la mia pelle con un qualche mezzo d'ingrandimento o anche soltanto da vicino ad occhio nudo.Se lo avesse fatto, avrebbe trovato di più di quello che c'è nel video. Ho delle specie di fibre sotto e sopra la pelle. Produco come delle specie di palline da tennis di fibra, della misura di un pisello, tutte strettamente avvolte. Si attaccano allo stelo del capello. Credo crescano proprio insieme con alcuni capelli e dai follicoli. Sono microscopici ‘fagottini’ che, ad oggi, misurano dai 7,5 ai 10,5 centimetri. Ho dei piccoli fili striscianti che mi ricoprono continuamente. Si legano ai capelli da sotto e sopra lo strato cutaneo. Molte volte appaiono, come se fossero stati fatti per avere la forma di un insetto[*]. Ho questo e altri sintomi comuni a ciò che viene definito ‘Morgellons’. Qualcun altro ha regolarmente di questa roba sulla pelle, a qualsiasi ora, giorno e notte? Io ne emetto costantemente e non va affatto bene.[*] Nota: ‘bug’ significa insetto in generale, o cimice in particolare, oltre che germe/microbo (tralasciando gli altri significati assunti in campo informatico). La cosa ‘curiosa’ è che bug vuol dire ANCHE “cimice” nel senso di “microspia”. Questo… come nota di riflessione a sostegno di quanti sono certi che la natura del Morgellons è tutt’altro che... ‘naturale’.

Dal link fornitovi qui, potrete scorrere altre immagini prese dopo aver girato il video, con gli aggiornamenti della situazione. Se un qualche lettore italiano, che conosce l’inglese, si ritrovasse PURTROPPO ad avere lo stesso problema, potrebbe magari contattare l’autore del video per rispondere al suo appello.

Qui il video sul canale You-Tube di Ivanhole.

Data articolo: marzo 2008

Traduzione rielaborazione e correzioni sintattiche: Daniela Brassi


Translate