Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

domenica 21 dicembre 2008

Ultime notizie sulle torri a microonde ELF che stanno venendo installate in tutto il paese (articolo del 2002)

[Articolo da http://www.educate-yourself.org/tradotto col permesso dell'editore Ken Adachi]

[Nota dell'editore: Le informazioni che state per leggere sono state postate oggi (25 Maggio 2002) da Don Croft. La spiegazione delle torri ELF discusse più sotto, provenienti da un anonimo hanno perfettamente senso secondo me. Avevo già appreso da Sterwart Swerdlow che la data d'avvio per il colpo di stato planetario del NWO (nuovo ordine mondiale) doveva essere l'anno 2000, tuttavia tale data è stata spostata fino alla fine del 2003 a causa di ostacoli imprevisti ai piani nella loro agenda; uno di essi è il controllo delle armi in America. E' utile far notare come, secondo l'autore anonimo dell'articolo, delle tute schermate con fogli di Kevlar impregnati di piombo, possono bloccare efficacemente queste onde ELF ed evitare che interagiscano col cervello. Don Croft è convinto che la presenza di DOR (l'acronimo di Wilhelm Reich per Deadly Orgone Energy – energia orgonica morta o disorganizzante) è essenziale e necessario per far funzionare queste apparecchiature di controllo mentale. Don sostiene che un dispositivo generatore di orgone chiamato Holy Handgrenade può trasmutare il DOR nella più positiva, e benefica per la vita forma di orgone chiamata “OR” come scoperto da Wilhelm Reich. Don e sua moglie sono convinti che rimuovendo la componente DOR dall'ambiente circostante a una torre ELF, mitigherebbe la funzione di controllo mentale. Egli potrebbe aver ragione. Non posso affermare con sicurezza che lo sia ma, sicuramente, vale la pena almeno leggere su cosa sia questo dispositivo generatore di orgone, facile da realizzare da soli, e familiarizzarsi con l'argomento. Ho visto personalmente l'efficacia di un altro dispositivo generatore di orgone, il Chembuster, a disperdere le scie cimiche dal cielo e riportarlo al suo originario colore blu e molta altra gente afferma di aver provato e visto lo stesso effetto.

Per chi è già al corrente da tempo sulla storia del NWO, dovreste allora ormai sapere che alieni orientati negativamente, specialmente Rettiliani negativi (vedi David Icke – Il segreto più nascosto in area Downloads), sono i controllori nascosti dietro alle ricche famiglie di umani Illuminati, e coloro che spingono in avanti l'agenda di genocidio e riduzione in schiavitù del NWO. Il ruolo della polarità o dualità richiede una forza di opposizione, all'opera, in modo da offrire una scelta alternativa e pare che gruppi di entità aliene amichevoli stiano assistendo certi individui dalle caratteristiche energetiche particolari in questo tormentoso della nostra evoluzione, per controbilanciare l'agenda delle forze negative. E pare che Don & Carol Croft siano proprio i destinatari di questa porzione di aiuti positivi, ciò è confermato dalle loro numerose scoperte e intuizioni.
Se avrete la pazienza e la volontà di leggere le loro storie e avventure (disponibili in futuro su orgoneitalia.com) vi accorgerete che delle entità dimensionali da un piano più elevato del nostro li hanno aiutati in più di un occasione. Indifferentemente che accettiate o meno l'argomento “alieni”, l'articolo qui sotto da persona anonima e più degno di essere letto…Ken Adachi]
Da Don & Carol Croft 23 Maggio 2002
Ti interessa il fatto su come mai queste nuove torri stanno sorgendo in tutte le aree popolate? Abbiamo raccolto abbastanza informazioni che indicano che questi gruppi di trasmettitori sono destinati al fine di controllo mentale della popolazione. Mia moglie ed io abbiamo scoperto un modo per neutralizzarli con un semplice dispositivo chiamato Holy Handgrenade e lo abbiamo usato negli ultimi mesi passati, in varie località in giro per il paese. Di solito li piazziamo in punti poco appariscenti e non troppo lontani dalle torri. Spesso, se possibile li sotterriamo, con la base rivolta verso il basso e la parte più acuita verso l'alto, in modo da non renderli facilmente rintracciabili. Se hai letto la storia del “chembuster”, saprai che includeva le istruzioni per costruire l'Holy Handgrenade o più brevemente “HHG”. Ho preso in prestito questo termine dal popolare film Monty Python , tuttavia sono assolutamente e seriamente impegnato in questo lavoro.

Ci sono persone in 12 nazioni che ora sono attivamente impegnate a costruire e piazzare questi dispositivi per neutralizzare queste torri, ma ciò è solo l'inizio, naturalmente. Ho scoperto che se anche una sola persona in ogni città decidesse di fare questa cosa, l'intero network di torri sarebbe reso innocuo in breve tempo. Il raggio efficace di questo dispositivo, descritto sul sito di Metatech è di circa 800 metri, perciò non andrebbe messo troppo nelle vicinanze delle torri, dove probabilmente un team di “cercatori” lo troverebbe. E' anche meglio se la persona che fa e piazza i suoi HHG non ne parla con me o troppe altre persone e si tiene per se i dettagli sulle sue attività. Questo sforzo collettivo avrà successo solo se sarà portato avanti da persone comuni organizzate in piccoli gruppi locali.

Ti includo una lettera con il parere di un amico che ha accesso a informazioni cruciali all'interno del progetto segreto. I miei commenti sono racchiusi in parentesi quadre ([]). Questo mio amico non è tuttavia ancora al corrente su quello che gli HHG possono fare.
Don Croft.

La vera finalità dietro le torri a microonde ELF nel nostro quartiere.

Lettera inviata a Don Croft da persona anonima il 23 Maggio 2002.

Prova a pensare a una triangolazione a griglia. Come nelle vecchie griglie cartografiche, metti un punto ad ogni angolo. Ogni livello del pannello funge in maniera dimensionale (non 4d ma piuttosto a uno spazio 3d, Don) o, per metterla in un altro modo, beccheggio, imbardata, su, giù, destra, sinistra, x, y, intensità, durata, pulsazione di frequenza, ecc, questo genere di dimensioni.

Tutto questo dannato show silenzioso doveva essere realizzato entro il tardo '99, ma non sono riusciti a “disarmare” la popolazione, l'ultimo grande ostacolo al fascismo globale. Così hanno progettato queste torri ELF (Extremely Low Frequency), le hanno testate a Ventura, Africa, e in Sudan. Avevano già realizzato i trasmettitori GWEN nel '92 e li avevano messi in pieno stato operativo ma si resero conto che questi avrebbero influenzato anche il proprio personale, che avrebbe dovuto indossare delle tute (schermate con fogli di kevlar – che blocca le frequenze elf e relative frequenze parassita prodotte).

Così decisero che creando queste piccole torri, in numero di decine di migliaia, avrebbero letteralmente potuto dirigere l'energia con precisione come da una pistola ad anche una singola casa, una determinata area e così via. Ci sono grossi centri, gestiti dalla FEMA/NORAD che controllano il tutto da specifici computer. Tuttavia possono anche essere controllati da remoto, con appositi permessi, e collegamento satellitare. In tal modo non hanno più avuto bisogno di assicurarsi che la popolazione non sarebbe stata una minaccia (ecco perché, in quel periodo, le sparatorie nelle scuole finirono all'improvviso; non ebbero più bisogno di quell'operazione psicologica volta a terrorizzare la gente e che funzionò così bene in Inghilterra, Australia, Germania….).

Detto ciò….come potresti sparare con una pistola o tantomeno caricarla, se sei ridotto a strisciare per terra implorando pietà? Se puoi riuscire ad immaginare il peggior mal di pancia possibile allora sai quanto sia debilitante – semplicemente non puoi riuscire a fare null'altro che stare per terra e pregare che ti passi. [Nota dell'editore: questa affermazione è stata corroborata da Al Bielek, Stewart Swerdlow, dal Colonnello Fletcher Prouty, ed anche dal Maggiore Ed Dames. Durante la Guerra del Golfo, centinaia di migliaia di soldati Iracheni si arresero spontaneamente senza aver neanche provato a combattere. Era stata proprio questa tecnologia ELF di controllo mentale che era stata applicata e li aveva resi impotenti… Ken Adachi].

(Quest'articolo del 2001 della CNN conferma queste ipotesi: http://www.cnn.com/2001/TECH/science/03/02/new.weapon.02/index.html - Orgoneitalia).

E' così che possono fare piazza pulita di intere vie, distretti, piccole città, province, a seconda delle necessità. E solo nel caso abbiano bisogno di fare questo tipo di azioni di pulizia, attiverebbero questo tipo di tecnologia. Questa è anche l'ideale per creare piccole rivolte locali, come sicuramente vedremo capitare nell'immediato futuro. E' possibile dirigere questa griglia come se fosse una rete, con una precisione intorno al metro. C'e' qualche vicino o una piccola comunità periferica che dimostra di non adeguarsi alle linee guida del NWO ? (Nuovo Ordine Mondiale) Facile ! Accendi la “macchina”, dagli potenza e guardali cadere come soldatini….uccidi i loro leader, disarma i rimanenti, e la lezione sarà impartita a quelli che sopravvivono.
Queste torri sono molto importanti nei loro piani di quest'anno. QUESTO E' SICURO.
I francesi sono stati pionieri in questa tecnologia nei tardi anni '70 con la Bell Labs. Crearono un dispositivo per il controllo delle sommosse che assomiglia a un grosso megafono da stadio sportivo. Viene montato nel retro di un camioncino, e, quando serve, tutto ciò che devono fare è aprire gli sportelli posteriori del camioncino e puntarlo alla folla. Ho visto di persona questo dispositivo.
Esso opera su un onda a 5 cicli di bassa frequenza, elf. Causa alle persone una forte nausea allo stomaco, al punto che sono costrette a cadere in ginocchio.
Le torri che sono nelle città e di cui parli tu sono la stessa cosa, ma operano su frequenze a polarità bi-fase che possono indurre allucinazioni, nausea, sfoghi di herpes (ogni organismo cellulare ha la sua propria frequenza) o qualsiasi altra cosa loro vogliano farti provare quel giorno…sentirti sessualmente eccitato, arrabbiato, quello che vogliono.
O magari renderti distratto…uno stupido ambulante…guardati intorno, Don, e dimmi che cosa VEDI. Anche se il nostro spirito è pieno di energia vitale e di vita, deve necessariamente, a causa della natura di questa prigione planetaria in 3D, funzionare attraverso il cervello. E NON PUOI EVADERE DA QUESTO FATTO E NESSUNA SCOPERTA PER QUANTO METAFISICA può cambiare una virgola in tal senso. Posso renderti brillante o stupido, semplicemente inserendo una frequenza chimica nel tuo cervello. Il potenziale di Einstein è dentro noi tutti – il cervello è la GRANDE BARRIERA SCOGLIOSA che ci impedisce di diventarlo.
NESSUN AMMONTARE DI METAFISICA DI NESSUN GENERE può cambiare ciò.
[personalmente ritengo che l'avere un HHG nel proprio campo energetico o nelle vicinanze ci proteggerebbe da tutto ciò]
E' con il cervello che controlliamo praticamente ogni azione, e se lo strumento è difettoso non c'e' ammontare di buona fede e di spirito che possano avere conseguenze positive, FINO A QUANDO IL CERVELLO, LA RETE ETERICA DEL CORPO, E TUTTO IL RESTO vengono rimessi a posto. Non è dogma questo, è un fatto metafisico.
FATTO: Hanno solo bisogno di entrare nel tuo cervello, a meno che il tuo cuore non lotti con ogni forza a opporre resistenza, APPARTIENI A LORO. Non ha importanza di quante vite di servizio tu abbia vissuto o quale sia il fattore di radianza della tua aura. Una volta che ti manipolano il cervello a livello di frequenze ELF, sei fregato. Ecco…queste sono le torri di cui parli nei tuoi articoli. Sono il loro asso nella manica e sono pronte e già tutte piazzate la fuori, pronte per funzionare. Aspetta ancora un po' e ne vedrai delle belle.



Il simbolo del caduceo

Il Caduceo viene rappresentato da un'asta con due serpenti avvolti intorno ad essa. Nella parte superiore sono posizionate due piccole ali o un elmo alato.
Sembra che questo simbolo abbia origini antichissime, si farebbe addirittura risalire al 2600 a.C. Lo si è infatti ritrovato presso gli assiro-babilonesi, in alcuni papiri dell'antico Egitto e su una coppa ritrovata nell'antica città mesopotamica di Lagash. Veniva talvolta rappresentato anche sui monumenti egiziani costruiti prima di Osiride. Lo ritroviamo anche nella Sumeria (Shumer o Mesopotamia occ.) e nell'India, inciso su pietra.
I latini chiamavano Caduceo (da caducus, caduco come un ramo staccato da un albero), la verga di ulivo che contraddistingueva gli araldi nell'esercizio delle loro funzioni.

In tutte le civiltà antiche il serpente è stato considerato positivo o negativo: probabilmente per il fatto che può restare immobile, scattare rapidissimamente, uccidere, sparire e rinnovarsi, abbandonando la vecchia pelle.
Troviamo un serpente nel copricapo del Faraone, qui è sinonimo di saggezza e potere. Nella cultura cristiana è simbolo dell'astuzia che incita al peccato: la Vergine lo schiaccia sotto il piede.
Narra la Bibbia: "Il Signore disse a Mosè: 'Fatti un serpente e mettilo sopra un'asta; chiunque, dopo essere stato morso, lo guarderà resterà in vita'. Mosè allora fece un serpente di rame e lo mise sopra l'asta. Quando un serpente aveva morso qualcuno, se questi guardava il serpente di rame, restava in vita" (Num 21:8-9).

Narra la leggenda che Mercurio (Hermes), il messaggero degli dei, ricevette un bastone da Apollo. Quando giunse in Arcadia, gli si pararono innanzi due serpenti che si divoravano a vicenda, allora egli gettò il bastone tra loro ed essi si riappacificarono. Da questa leggenda è nato il simbolo del Caduceo, un segno di pace rappresentato da un bastone con due ali aperte e due serpenti attorcigliati che si guardano l'un l'altro.
Per questa ragione, nell'antica Grecia, il Caduceo divenne il simbolo degli araldi negoziatori di pace. Mentre, in origine, doveva proteggergli dai pericoli presenti nei territori stranieri, divenne poi un generico segno di pace. Lo si è anche considerato simbolo dell'equilibrio morale e della condotta esemplare: il bastone esprime il potere; i due serpenti la sapienza, le ali la diligenza, e l'elmo è l'emblema dei pensieri elevati. Gli sono stati attribuiti altri molteplici valori, dalla fecondità-fertilità, alla medicina (anche oggi viene talora utilizzato come insegna dell'attività farmaceutica).
Astronomicamente, la testa e la coda dei due serpenti rappresentano i punti dell'eclittica in cui il Sole e la Luna si incontrano, quasi in un abbraccio.
Metafisicamente, il Caduceo rappresenta la discesa della materia primordiale nella materia grossolana. In tale simbolo, infatti, è rappresentato il pellegrinaggio dell'involuzione e dell'evoluzione, oltre al sentiero diritto dell'iniziazione.
Fisiologicamente, invece, rappresenta le correnti vitali che scorrono nel corpo umano. Per tale ragione Madame Blavatsky chiama l'Albero della Vita il Bastone del Caduceo. Di esso scrive: "I due serpenti sono lo spirito e la materia le cui due teste crescono da un'unica testa, le due code si uniscono sulla terra in una (realtà e illusione)...".
L'asse centrale simbolizza perciò la colonna vertebrale, e i due serpenti che vi si avvolgono alludono all'ascensione dell'energia latente e attorcigliata su se stessa, che si trova alla base della spina dorsale dell'uomo (la Kundalini).

Asclepio, dio della Medicina
Vi è un altro personaggio della mitologia greca, Asclepio, dio della Medicina, che portava il Caduceo. In realtà egli era un semidio, figlio di Apollo e di Coronide figlia del re dei Tessali. La stessa Coronide venne in seguito uccisa da Apollo per mezzo di Artemide, perché lo tradì con un comune mortale.
Asclepio, nato dall'unione tra Apollo e Coronide, fu allevato dal centauro Chirone che ne fece un terapeuta insegnandogli l'arte di guarire. Da adulto divenne un validissimo medico, ma, preso dall'ambizione, si mise a resuscitare i morti. Questo modo di agire non piacque alla regina Ade, dea degli inferi, che se ne lamentò con Giove, il quale, irato per tanta presunzione, lo uccise con una saetta.
Va sottolineato che il Caduceo usato da Asclepio era rappresentato da un solo serpente attorcigliato al bastone, mentre il logo usato dalle Associazioni mediche internazionali ha preferito quello di Mercurio con due serpenti. Forse per rappresentare la lotta tra malattia e guarigione, tra Ying e Yang, tra la vita, la morte e la rinascita; rinascita vista come fenomeno metafisico od anche psicologico, in cui il rinnovamento comporta l'abbandono della "vecchia pelle", composta di abitudini, pregiudizi e preconcetti.

Volendo possiamo dire che i due serpenti, che si guardano in faccia, ben rappresentano la mente cosciente e quella subconscia che, pur stando una di fronte all'altra, non hanno ancora potuto fare una bella chiaccherata. Infatti la mente razionale (o Medicina Ufficiale), generalmente non ascolta ciò la mente istintiva vuol dire: le dice di tacere e starsene tranquilla.
È risaputo, come nell'essere umano vi siano molteplici possibilità, alcune di queste, quando opportunamente coltivate, permettono di investigare le condizioni di salute psicofisiche di una persona, con una precisione maggiore di quella fornita dalle apparecchiature mediche più sofisticate.
Noi lavoriamo affinché le due teste del Caduceo (mente razionale ed istintiva), possano conversare tra loro, con la certezza che da questo dialogo potranno uscire le informazioni necessarie per iniziare uno studio sulle cause reali e profonde delle malattie, comprese anche quelle definite "incurabili".

Qualche considerazione per Medici e Terapeuti:
mai pensare di essere onnipotenti,
curare con scienza e coscienza,
non lasciarci trascinare dall'accanimento terapeutico.

Carnicom: i patogeni delle scie chimiche potrebbero causare una contaminazione mondiale

L'ingegnere Clifford Carnicom e la dottoressa Gwen Scott sono sicuri che è stato stabilito un collegamento tra i contaminanti contenuti nelle scie chimiche e la successiva manifestazione di patogeni biologici che i due esperti hanno isolato nei tessuti umani.

Carnicom afferma che i patogeni delle scie chimiche, di dimensioni inferiori al micron, possono aver già invaso i tessuti, il sangue e gli organi di milioni di persone in tutto il mondo. Il ricercatore ha isolato reticoli di fibre inclusi in filamenti delle dimensioni dai 10 ai 20 micron. Un corpo sferico in questo intreccio di fibre rivela otto tipologie di batteri, tra cui la Chlamydia Pneumoniae. Per comprendere le dimensioni di questa struttura, si noti che è di 0,5-0,7 micron, inferiore ai 2 micron delle fibre di amianto responsabili del tumore polmonare e dell'asbestosi [1].

E' urgente divenire consapevoli che i patogeni inalati con l'aerosol chimico-biologico, legati alle frequenti operazioni clandestine aeree, costituiscono un rischio per la salute pubblica di proporzioni planetarie [2].Comunque è imminente, al Congresso ed al Dipartimento della Difesa, una dichiarazione ufficiale sulle scie chimiche (?, n.d.t.) per dimostrare che le tossine diffuse per via aerea non costituiscono una minaccia per la salute degli Statunitensi.



[1] Le fibre di asbesto penetrano attraverso le vie respiratorie, in base alla loro lunghezza (fino a 50 μm) e al loro diametro: le fibre con diametro inferiore a 0,5 μm possono raggiungere gli alveoli polmonari. Le fibre depositate causano attivazione del sistema immunitario locale e provocano una reazione infiammatoria da corpo estraneo. I macrofagi fagocitano le fibre e stimolano i fibroblasti a produrre tessuto connettivo: conseguenza di ciò è lo sviluppo di una fibrosi interstiziale. Le fibre raggiungono inoltre lo pleura, esercitando anche in questa sede la loro azione fibrogena e cancerogena.
[2] La scoperta di Carnicom è distinta dalla sindrome di Morgellons, patologia già nota e la cui eziologia è collegata alle irrorazioni.


martedì 16 dicembre 2008

Il Quarzo di Cristallo - Cristallo di Rocca

CHAKRA: Settimo
ELEMENTO: i quattro elementi insieme
COLORE: bianco trasparente e brillante

"A colui che vincerà, donerò una Pietra Bianca con un nome scritto su che nessuno conoscerà, se non colui alla quale sarà stata data".
(Apocalisse, II, 17)

"Ci fu un tempo in cui tutto era totalmente diverso da oggi. Era un mondo felice, con energie sublimi che convivevano in armonia. In questo mondo, noi eravamo dei. Un giorno, un grande peccato fu commesso e tutto cambiò. Gli dei persero i loro troni e l'unico modo che trovarono per rendersi eterni fu quello di trasformarsi in cristalli".

Questa è una leggenda tramandata dagli antichi sciamani australiani. Anticamente il neofita diveniva uno sciamano quando si trasformava in "Luce solidificata", vale a dire in un "cristallo umano".

Occorre trasformarsi in "cristallo umano" per comprendere a pieno il significato di questa pietra sommamente sacra. Possiamo solo aprirci alla sua influenza santificante e per entrare nella sua dimensione spirituale dobbiamo diventare la sua luce.

Nella Cabala, il cristallo è "l'antico degli Antichi", "l'anziano di tutti i giorni", "L'esistenza delle esistenze", "il segreto dei segreti", la "luce interiore", "L'Intelligenza occulta" di tutte le cose.

Corrisponde alla scintilla divina dell'uomo, al suo vero Sé, comunemente chiamato "Io superiore". Il Cristallo è il Maestro interiore di ognuno, il "Loto dai mille petali". Il nostro Grande Io sconosciuto. É l'energia primordiale dell'Universo cristallizzata in materia-coscienza.

Nelle varie religioni e negli antichi sistemi filosofici, il cristallo corrisponde alla divinità suprema: Zeus dei greci, Amon Ra egizio, Parabrahn hindù, l'Atma buddista.

Universalmente rappresenta lo stato supremo della materia, la tappa culminante dell'evoluzione, la corona dell'Iniziazione. É il maestro di tutta l'illuminazione spirituale completa. L'esperienza mistica di una totale compenetrazione della nostra anima col cristallo è quella dell'unione con Dio.

Il diossido di silicio di cui è composto il Cristallo è uno dei composti minerali più abbondanti della terra. Non solo forma parte della costituzione del pianeta ma è pure uno dei componenti del corpo umano. Così dunque la pietra di quarzo esagonale è una sintesi della propria vita e un microcosmo dell'Universo.

Rispetto al campo della metafisica: se tutto proviene dalla cristallizzazione dell'energia fluida, l'iniziazione è il ritorno dell'energia densa alla libertà dell'energia pura e sottile, attraverso un processo inverso di cristallizzazione.

É per questo, nella tradizione, il Cristallo, condensazione dell'energia cosmica più pura, è la materia in stato di perfezione, l'orecchio dello Spirito. Il ponte della materia verso la più elevata spiritualità, il cima del processo evolutivo universale.

Lo straordinario simbolismo del Cristallo di Quarzo conferma le più antiche tradizioni religiose. Sono sei lati di un esagono perfetto, rappresentano i sei chakra, riuniti in direzione della punta che termina in una piramide (simbolo di ascensione spirituale), culminando in un punto supremo, che rappresenta la realizzazione metafisica nel Settimo Chakra, l'incontro con l'Assoluto.

L'esagono sotto un triangolo simbolizza perfettamente il movimento delle forze psichiche dell'uomo per raggiungere il "punto nel vuoto" del vertice della pietra. É come un'opera d'arte della natura che rappresenta la propria iniziazione, l'ultima fase del ritorno alla coscienza dell'Assoluto.

La sua forma piramidale affascinò le tribù primitive. Adoravano la pietra come microcosmo dello spazio. Essi sapevano che tenevano in mano un riflesso dell'infinito, scolpito in pietra dagli dei. In essa sentivano la Mente di Dio.

In un Quarzo di Cristallo abbiamo un Universo in miniatura. I suoi atomi entrano in contatto con il nostro più intimo Sé per farlo risvegliare alla nostra coscienza.

Il suo centro vibratorio emana la stessa energia dei Grandi Maestri dell'umanità, nascosta in forma di pietra. Questo attrae coloro la cui sensibilità spirituale si è evoluta nei millenni di reincarnazioni e allontana chi non è pronto.

Per i primitivi, il Cristallo era "luce solidificata", "essenza della terra", o "acqua congelata", vale a dire la più potente forza della natura e, per questo avevano fiducia nei suoi grandi poteri. Pensavano che ricevevano dalla pietra gli influssi della propria divinità suprema. I giacimenti di Cristalli erano considerati "terra sacra" o "Terra degli dei". Ad essi avevano accesso solo i grandi sacerdoti.

Seguendo i consigli dei saggi tibetani che studiavano i cristalli, i morti erano sotterrati insieme a pietre di Cristallo, affinché conducessero la loro anima alla Luce pura.

Cristalli consacrati furono usati come mezzi di guarigione dagli sciamani, dai druidi e dai romani, mentre i popoli nomadi lo utilizzavano come mezzo di divinazione.

Nel Medio Evo arrivarono ad esser cari come i diamanti.

Attraverso l'energia del Cristallo il nostro cristallo interiore si affina e si sintonizza con le vibrazioni magnetiche .

Il Cristallo di Rocca o Quarzo Ialino
Si trova in natura sotto forma di cristalli incolori, limpidi come l'acqua. Il nome deriva dal greco "Kristallos" e significa 'ghiaccio'. Gli antichi, infatti, supponevano che i cristalli altro non fossero che ghiaccio indurito in modo tale da non potersi più scongelare.

Da sempre questo minerale è stato utilizzato per creare dei manufatti tipo calici e utensili.

Il Cristallo di Rocca racchiude in sé tutti i colori dello spettro luminoso e tutte le potenzialità energetiche cosmiche.

E' quindi adatto a tutti, al di là del segno zodiacale, anche se viene catalogato come 'pietra lunare' e quindi associata al segno del Cancro.

E' una "pietra guida", che ci insegna la chiarezza, la trasparenza, la purezza. questi cristalli hanno accumulato energia attraverso i secoli, energia di cui noi possiamo beneficiare, liberandola attraverso un corretto utilizzo, un comando.

I Cristalli di Rocca possono essere 'programmati' per curare, proteggere.

Alcune credenze popolari gli attribuiscono il potere di preservare dalla depressione, dalla follia e dagli incubi notturni.

Terapeuticamente è una pietra dalle innumerevoli quelità: armonizza, depura e protegge la nostra aura, i corpi sottili, gli ambienti, scioglie i nodi energetici, purifica e stimola l'attività dei Chakra, scarica le tensioni bervose, bilancia le energie corporee, amplifica il pensiero positivo, rigenera i tessuti, crea ordine e chiarezza mentale.

Il Cristallo di Rocca è noto anche per le sue qualità emostatiche. Dopo aver disinfettato una ferita, vi si ponga vicino un cristallo di discrete dimensioni e si respiri profindamente. Questa azione limita i danni del trauma, riduce il dolore ed attiva le cellule del corpo che si metteranno subito in movimento per riparare i tessuti lesionati.

In caso di problemi di equilibrio e di vertigini è utile indossare (collane o pendenti) un CRistallo di Rocca e, per accelerare la guarigione, poggiarlo per qualche minuto al giorno sul Chakra frontale.

Applicazioni del Cristallo di Rocca
Occhi deboli: riscaldare al sole un Cristallo di Rocca e applicarlo ancora caldo sugli occhi. La sua natura 'acquea' lo rende capace di estrarre le linfe nocive, rendendo migliore la vista stessa.

Gonfiori alle ghiandole giugulari: riscaldarlo al sole e legarlo con una benda alle ghiandole gonfie. Ripetere l'applicazione più volte.

Malattie cardiache o gastriche, disturbi all'addome: si riscaldi il Cristallo di Rocca al sole, quindi lo si metta dentro un bicchiere di vetro colmo di acqua pura (di fonte). Si lasci la pietra in immersione per circa un'ora, dopo averla tolta, bere l'acqua rimasta nel bicchiere. Ripetere frequentemente.

Orticaria: Dopo aver scaldato il Cristallo al sole, applicarlo sulle parti colpite.

Nella medicina ayurvedica il Cristallo di Rocca viene utilizzato per la cura di febbri di seria entità e di sensazioni di caldo o di freddo sul corpo.

Bibliografia:

Christa Faye Burka - La coscienza del cristallo - L'Età dell'Acquario
Francisco Bostrom - il Mago dei Cristalli - Blu International
Katrina Raphaell - Manuele di cristalloterapia - Xenia
Ursula Klinger-Raatz - Magia e segreti delle pietre preziose - Mediterranee
Marco Dini Sin - Cristallopoli - Lunaris
Giuseppe Zanella - Cristalli - Atlantide

domenica 14 dicembre 2008

Scie chimiche e metalli iridescenti di ricaduta (di Tanker Enemy)

Pubblichiamo una testimonianza segnalataci dall'amico Menphis, proveniente da un lettore di Tolentino (MC). L'operazione "scie velenose" continua senza tregua, mietendo vittime in numero sempre maggiore tra api, pipistrelli, anfibi, volatili, uomini...


Spesso piovono gocce biancastre. Se fosse come affermano i "meteorologi", polvere e sabbia dei deserti, le gocce non dovrebbero essere bianche gesso e non dovrebbe accadere tutte le volte in cui piove, poiché la caduta di sabbia è un fenomeno raro. Sulle superfici metalliche (cromature di auto in particolar modo) si nota una sostanza iridescente, cangiante.

Un mio amico, che ha studiato Chimica e che ora lavora il ferro con il padre, mi ha riferito:

"Mio padre mi ha detto che da un anno a questa parte ogni volta che prendiamo le lastre metalliche, grezze, lisce o satinate che siano, sono sempre coperte da una patina polverosa cangiante, se vengono lasciate all'aperto. Da quando me l'ha fatto notare, ho cominciato a farci caso anche io.

Appena spolveri le lastre, l'effetto scompare. Io, lavorando il ferro da poco, pensavo fosse una sostanza chimica che si dava sul metallo per proteggerlo dagli agenti atmosferici, ma mio padre, che lavora il metallo da trentacinque anni, ha osservato che sta succedendo qualcosa di molto strano, perché non gli era mai accaduto prima
".

Vi siete mai chiesti perché il CD scompone le frequenze dello spettro luminoso, rendendo visibile i colori dell'arcobaleno?

Esistono in commercio delle vernici per usi militari e civili: sono adatte a rifrangere, riflettere la luce, ad amplificare l'energia etc. Alcuni di questi prodotti sono impiegati per verniciare i cartelli stradali. Altre vernici schermano, isolano: sono usate nell'ambito di progetti bellici, come lo Scudo stellare o varie attività di manipolazione climatica. Queste vernici contengono gli stessi elementi chimici che poi sono dispersi nell'ambiente con gli aerei della morte. Generano arcobaleni artificiali e conferiscono al cielo un aspetto metallico.

Che cosa stiamo respirando? Veleni, veleni letali.

I coniugi Vitali, residenti in una contrada agricola di Tolentino (MC), sono morti a causa di un cancro fulminante nel giro di nove mesi. Le analisi del sangue hanno indicato valori abnormi. Mangiavano ortaggi e frutta coltivata da loro, senza concimi chimici, diserbanti ed anticrittogamici, ma lavavano frutta e verdura in modo superficiale, poiché pensavano fossero prodotti genuini. Il figlio dei coniugi Vitali, Germano, mi ha autorizzato a rendere pubblica questa informazione.





Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

Dry particle storm - Tempesta di pulviscolo "intelligente"

Pubblichiamo la testimonianza di un cittadino tedesco che ha osservato e ripreso, nottetempo, del pulviscolo quasi certamente costituito da smart dust, ossia polvere "intelligente". E' noto che la smart dust è diffusa con gli aerei chimici, per i diabolici scopi illustrati dall'acuta Carolin Williams Palit, nellla sua fondamentale ricerca L'aeronautica militare ti vuole L.O.V.

Ringraziamo la gentilissima Eshin per la traduzione

http://www.winion.org/navi/chemtrails/ct-az-storm.php

Video:

http://www.winion.org/downloads/auroratoxi1.wmv

http://www.winion.org/downloads/auroratoxi2.wmv

La seguente relazione e le riprese video sono state messe a disposizione da “aurora toxi”. Le riprese sono state eseguite dal 12.10.2008 al 27.10.2008 nel bel mezzo dello Germania.

“Abitiamo fuori mano, lontano da illuminazioni artificiali e, quando una sera ho voluto prendere della lattuga dall’orto, sono uscito con la torcia. Il cono luminoso della torcia mi ha consentito di notare del particolato che turbinava velocemente in aria. Non poteva trattarsi di una nebbia, perché l’aria era totalmente asciutta e con essa l’erba, le foglie, le piastrelle, l’automobile. Abbiamo acceso una potente video lampada e filmato il tutto con un Camrecorder.

La “tempesta di particolati” è durata per più di tre ore, dopodichè abbiamo deciso di rincasare.

Gli insetti passavano indisturbati ed il particolato non evaporava in vicinanza della lampada. Sorprendente era il turbinoso movimento del pulviscolo pur in assenza di vento (si notino le foglie immobili). Fotografando nel buio, ci siamo accorti che questo pulviscolo rifletteva la luce. Alcuni granelli addirittura brillavano.

Il pulviscolo non si depositava su nessuna superficie, quindi non è stato possibile né raccogliere né analizzare dei campioni.

Una settimana dopo, abbiamo notato di nuovo questa “nebbia asciutta” ed abbiamo ripetuto le osservazioni. Questa volta la terra era umida, perché aveva piovuto lo stesso giorno. L’autovettura non era bagnata e la pelle e le mucose si rivelavano secche. Per controllare, abbiamo collocato uno specchio di casa all’esterno. Dopo diverse ore, il vetro era ancora asciutto. Abbiamo lasciato l’alone del fiato sul vetro della fotocamera per evidenziare la differenza tra vapore (naturalmente caldo) e questo particolato. Entrambi i giorni abbiamo assistito a numerosissimi voli di aerei chimici.

Che cosa stiamo respirando? Chiunque può compiere questo esperimento, se vede cadere 'nebbia secca'. Bastano una lampada al neon (Si possono usare anche una lampada ad incandescenza da mille candele o una potente torcia a led - n.d.r.), una macchina fotografica con flash, una videocamera”.


sabato 13 dicembre 2008

Loose Change - Doppiato in italiano



www.arcoiris.tv

DICE IL DR RATH CHE IL GATTO NON HA MAI INFARTO

DICE IL DR RATH CHE IL GATTO NON HA MAI INFARTO
ovvero la "ZELLULAR MEDIZIN"

Esattamente il titolo di un libro del dr. Matthias Rath enuncia: "Perché gli animali non sono soggetti ad attacchi cardiaci ... e gli esseri umani sì!"
Ma ormai, sempre più informate sono le persone che si rivolgono al naturale, e che quindi potrebbero benissimo e facilissimamente rispondere alla domanda da quiz del dr. Rath con la risposta: "Perché gli uomini non sono in grado di sintetizzare la vitamina C nel loro corpo, e non solo gli uomini: i darwinisti saranno contenti di vedersi associati in questa caratteristica anche con le scimmie!
Bella consolazione! Infatti un grande gorilla deve fare strage di canne di bambù o per meglio dire di germogli di bambù, per rifornire la sua corporatura da peso massimo degna di un ring del sufficiente apporto di vitamina C, e forse se sapesse della possibilità di reperirla concentrata in comode capsule ve lo vedreste arrivare a saccheggiare la vostra erboristeria!
A parte il gorilla, anche Bud Spencer, o un uomo qualsiasi può avere bisogno di dosi da gorilla: non per niente infatti, la terapia ortomolecolare è chiamata anche "megavitaminica"
Questo dosaggio alto si giustifica con il fatto che nella giungla della vita moderna siamo sottoposti ad una serie di insulti, fisici e morali, come lo stress di dover andare sempre di corsa, a piedi o in automobile, e passando in un oceano di inquinamento visibile e invisibile, chimico ed elettro-magnetico.
Se il premio Nobel Linus Pauling è famoso per il suo dosaggio di 25 grammi per guarire il cancro, il dottor Fred R. Klenner di Reidsville (Carolina del Nord) non è da meno: per liberare un suo paziente da un pericoloso intruso, iniettò nelle sue vene ben 12 grammi di vitamina C. Ed un'altra volta, per una donna con polmonite, arrivò addirittura a 140 grammi in tre giorni, guarendola!
Anche nel campo ostetrico il dottor Klenner ha ottenuto successi con dosaggi crescenti da 4 a 6 a 10 grammi nei vari trimestri di gravidanza, ottenendo diminuizione di crampi, parti più brevi e meno dolorosi per una migliore resistenza ed elasticità della pelle nell'allargarsi, nessuna emorragia conseguente al parto, nessuna necessità di cauterizzazione, e assolutamente nessuna tossicità riscontrata nelle 300 mamme con quell'alto dosaggio! Questa alla faccia dei terroristi dell'alto dosaggio! D'altronde, come si dice, a male estremi estremi rimedi! Infatti, sempre il dottor Klennen, per il quale le megadosi sono una norma (per esempio, nel diabete mellito usa un dosaggio di 10 grammi), suggerisce che per combattere il monossido di carbonio delle automobili, se si immette nel sangue vitamina C ad alti dosaggi (da 12 a 50 grammi, a secondo), quest'alto dosaggio trasforma istantaneamente il monossido dell'emoglobina in biossido di carbonio!
Dottor Klennen, scusi, e ora che abbiamo il benzene e il platino delle automobili catalitiche, che è peggio, che cosa ci suggerisce?
Per chi volesse approfondire la filosofia, anzi biosofia ortomolecolare dell'alto dosaggio può leggere i miei libretti "Mens sana" e "Stress", ed. Alfa Omega)

Ma dovevamo parlare del dottor Rath! Ma dove è andato a finire? Sta parlando con degli orsi! Altri bestioni! Al dottor Rath piace porre domande da quiz, e ci chiede ancora come mai gli orsi non si siano estinti, visto che hanno elevatissimi livelli di colesterolo nel loro sangue: infatti, gli orsi, come altri animali che vanno a passare un po' di settimane bianche cadendo in letargo, hanno una media di più di 400 milligrammi di colesterolo per decilitro! A quest'ora, gli orsi sarebbero andati a fare compagnia ai dinosauri mostrando le loro ossa in qualche museo di scienze naturali! Osserva infatti giustamente il dottor Rath che gli attacchi cardiaci li avrebbero decimati e fatto estinguere la loro razza! Cosa che non è avvenuta: perché? Semplicemente perché, come egli dice anche in un altro suo libro "Eradicating Heart Disease" ("Debellare la cardiopatia", pubblicato nel 1993), gli animali producono vitamina C a sufficienza, e pur avendo il colesterolo altissimo non sono soggetti ad attacchi cardiaci, che sono il risultato primario di carenza vitaminica, e non di ipercolesteremia! Ribadisce quindi, nel libro "Perché gli animali non sono soggetti ad attacchi cardiaci ... e gli esseri umani sì!" (riferiamo testualmente):
"Il fatto che gli orsi non si sono estinti dimostra che:
1. Gli elevati livelli del colesterolo nel sangue non sono la causa primaria dell'arteriosclerosi, degli attacchi cardiaci e degli ictus.
2. Raggiungere e mantenere la stabilità delle pareti arteriose attraverso l'apporto ottimale di vitamine è più importante che ridurre il colesterolo ed altri fattori di rischio nel flusso sanguigno.
3. Il colesterolo ed altri fattori di riparazione nel flusso sanguigno possono solo diventare fattori di rischio se le pareti arteriose sono indebolite da una carenza vitaminica cronica."
(Per approfondire sul colesterolo "innocente" v. il mio libretto "Circolazione", ed. Alfa Omega, o il "Processo al colesterolo", ed. Liberamente)

Se lo sapesse il gorilla! Si arrabbierebbe o morirebbe di invidia per gli orsi! E anche Tarzan lancerebbe un feroce urlo di disappunto nella foresta!
Ma che cosa è successo per meritarci questo? E' stata per caso colpa di Adamo ed Eva? Forse, è comunque un incidente biologico, come spiega il biochimico Irwin Stone (a cui Linus Pauling ha dedicato il suo Vitamin C and the Common Cold nel 1970) nel suo libro The Healing Factor (Grosset & Dunlap, New York, 1972), chiamando questo difetto "ipoascorbemia". Egli spiega appunto che ad un certo punto, un nostro progenitore (Adamo?) fu colpito da "catastrofe biochimica" (in seguito alla punizione per aver mangiato il frutto proibito?!), per cui, da quel momento, fra gli altri grattacapi (impegni sindacali e sociali per la condanna del lavoro, pagare il condominio e il mutuo, etc.) dovette anche soffrire per una carenza dell'enzima epatico necessario a sintetizzare l'acido ascorbico: l'l-gulonicolattone-ossidasi. E da quel momento infatti, a ragione, divenne scorbutico, sia lui che sua moglie! E nacquero i litigi coniugali e le accuse reciproche! E l'archeologo biblico Werner Keller avrebbe potuto aggiungere una prova in più nel suo libro "La Bibbia aveva ragione"!

Ci sarebbe da indagare poi per qual remoto motivo, oltre che ai primati superiori, lo stesso guaio è capitato ad un pipistrello indiano frugivoro, ad un uccello (il "bulbul") e alla cavia, che guarda caso ha avuto la condanna di fare appunto la "cavia" negli esperimenti scientifici! Tutto ciò implica la dipendenza dal cibo per la sopravvivenza e per l'apporto di vitamina C, perché in caso di prolungata carenza si contrae lo scorbuto e si muore, come succedeva ai marinai che intraprendevano un tempo lunghi viaggi e che quindi mangiavano cibi conservati e non freschi! Ma la stessa fine abbiamo fatto noi nella nostra epoca! Poiché bastano cento giorni di carenza di vitamina C per provocare lo scorbuto! Cosa non improbabile visto che mangiamo cibi in scatola e devitalizzati soffrendo, peggio ancora, di vari disturbi che non sono altro che scorbuto subclinico, senza saperlo! Anzi, se qualcuno ce lo dicesse, ci offenderemmo pure, come di una malattia per poveri, malnutriti o denutriti! Noi, malnutriti, noi che spendiamo un sacco di soldi al supermercato! noi, che usciamo sempre dal supermercato col carrello traboccante! Ci fanno persino male le dita e le braccia per il gran peso delle buste piene con le quali usciamo cercando di bilanciarci bene!

LA MEDICINA CELLULARE
Il dottor Matthias Rath, che ufficialmente Linus Pauling ha designato come suo ideale successore, ha fondato la medicina cellulare, nuova concezione che considera la maggior parte delle malattie come conseguenza di carenze vitaminiche nei milioni di cellule che noi abbiamo nel nostro organismo. Questa nuova concezione di salute e malattia, ci riaccosta ad Ippocrate, perché sempre di cibo si tratta, parlando di integratori di vitamine e minerali, integrazione concentrata secondo le esigenze moderne relative ad un cibo sempre più manipolato, anche ora geneticamente e ad un cibo estraneo che sono i veleni che mangiamo col naso oltre che con la bocca, con la pelle, con tutte le nostre cellule. Per cui, come ad un nemico armato di fucile non si può rispondere con un pugnale, così a carenze esagerate aggravate da supernutrizione di veleni non si può che rispondere con un super-cibo.
Quindi il dottor Rath ci fa comprendere nel suo libro che espone la sua teoria e metodo terapeutico, come le cellule del corpo umano abbiano diverse funzioni: le cellule delle ghiandole producono ormoni, i globuli bianchi producono anticorpi, le cellule del muscolo cardiaco (miocardio) generano l'energia elettrica destinata a far battere il cuore. La funzione specifica di ogni cellula è decisa nella predisposizione ereditaria, nel nucleo della cellula. potremmo chiamarlo, modernamente, un circuito integrato per lo scambio cellulare. Ma a prescindere dalla varietà delle funzioni, ogni cellula utilizza gli stessi supporti di bioenergia, i biocatalizzatori, per le varie reazioni biochimiche essenziali che si producono nella cellula. Una gran parte di questi biocatalizzatori non possono essere fabbricati all'interno dell'organismo, devono essere introdotti dall'esterno: vitamine, minerali, oligoelementi,, certi aminoacidi, e comunque, anche ciò che viene fabbricato internamente ha bisogno di questi biocatalizzatori perché siano prodotti: niente avviene dal nulla o gratuitamente!
Senza l'apporto regolare, quindi quotidiano, e ottimale, quindi la dose che serve, di più ma non di meno, di questi supporti bioenergetici, le cellule non possono svolgere bene il loro ruolo. La qual cosa significa che gli organi non possono funzionare bene a lungo, e più a lungo dura questa squilibrio più grave sopraggiunge la malattia. Questi concetti il grande genio di Leonardo da Vinci li aveva già espressi a suo tempo, parlando dell'equilibrata supplementazione energetica e nutritiva che deve compensare quella eliminata e consumata! Ed è questo il programma e il trattamento di base del dottor Rath: il pensiero leonardesco! Ossia, reintegrare, in dosaggio opportuno, proporzionato al bisogno quotidiano o alle carenze accumulate nel tempo con relativi danni, quei biocatalizzatori essenziali e indispensabili che, essendo stati usati per le funzioni quotidiane, più o meno variegate e numerose e forti, sono state eliminati, e quindi bisognosi di una sostituzione: un fiammifero usato non si riaccende, ce ne vuole un altro! La benzina usata viene eliminata, e la legna bruciata produce cenere: per il nuovo fuoco ci vuole altra legna non la cenere! Per questo il dottor Rath chiama questi biocatalizzatori "il combustibile biologico per le migliaia di reazioni biochimiche di ogni cellula".
Certi precedenti paragoni possono sembrare ovvi o ridicoli, ma poi non lo sono per il vostro corpo, per il quale non vi preoccupate del reintegro fino ad ammalarvi solo perché esso, nella sua perfezione intelligente, si arrangia, usando le riserve o supplendo con varie operazioni previste di ripiego, come quando produce colesterolo internamente quando non gliene apportate esternamente, o come quando trasforma un minerale in un altro in caso di carenza, come ci insegnano le teorie confermate dai numerosi esperimenti del grande genio Corentin Louis Kervran, il biologo bretone autore delle prove di trasmutazione a debole energia in geologia, fisica e biologia (v. il mio libretto "Ossa" per eventuale approfondimento).

ALL'ATTACCO!
Non c'è da meravigliarsi che ci sia un'epidemia cardiovascolare (una persona su due muore per malattie dell'apparato cardiovascolare!), se si considera quanto detto sull'impossibilità per l'uomo, a differenza dei gatti, degli orsi e degli ippopotami, di fabbricare quella vitamina così importante come la C, che serve per esempio per produrre il collagene che serve per costruire bene le pareti delle arterie, e che serve per un'adeguata eliminazione del colesterolo usato dal corpo. Se la vitamina C è presente in dose adeguata l'eliminazione avviene normalmente, ossia, il colesterolo del fegato si trasforma in acidi biliari e viene eliminato attraverso la vescica biliare e il tratto intestinale. In caso di carenza, il colesterolo non si trasforma (o non si trasforma tutto o bene), e rimane a ingolfare il fegato, formando magari calcoli se si lega ad altre porcherie o residui di lavorazione imperfetta di altre sostanze come trigliceridi e calcio; molta parte di questa melma passa nel sangue, gira, si deposita nelle arterie coronarie, ed ecco la causa delle mortalità cardio-ischemiche e cerebrovascolari.
Dice giustamente il dr. Rath che "un ettogrammo di prevenzione vale come un chilogrammo di cura", ma il suo programma vitaminico personalizzato, brevettato, documentato, è una terapia che ha salvato migliaia di persone disposte a testimoniarlo volentieri, soprattutto persone anziane che hanno potuto evitare l'angioplastica o il by-pass. Egli ci ricorda, per renderci consapevoli e rispettosi della nostra macchina fisica, che il cuore lavora ininterrottamente aprendo la sua saracinesca ben 100.000 volte al giorno per fare passare quel sangue che circola nei 96.000 Km di vasi sanguigni, sangue che basta arricchire di vitamina C e degli aminoacidi lisina e prolina per avere l'effetto "Teflon" e impedire quindi che il colesterolo o altre particelle grasse si attacchino sulle pareti vascolari, mentre aggiungendo anche magnesio e l'aminoacido arginina si ottiene di rilassare le pareti dei vasi sanguigni evitando così gli spasmi che causano ipertensione. Un'"additivo" invece di carnitina, coenzima Q10, vitamine B e altro, fornirà un buon carburante alle cellule migliorando il rendimento del motore ossia del cuore, che batterà regolarmente come i pistoni di un motore di un'automobile che abbia avuto il giovamento di una buona messa a punto! E non dimentichiamo l'antiruggine! Gli antiossidanti (v. il mio analogo libretto) cacceranno via quella che il dr. Rath chiama "ruggine biologica". Egli non tralascia anche di consigliare un'alimentazione attenta, un'attività fisica regolare ma anche l'adeguato riposo oltre che l'integrazione, per evitare di fare la fine di certi sciocchi che fanno solo attività fisica senza integrazione, esaurendo così le loro riserve vitaminiche (ammesso che le abbiano), oltre che riempirsi di residui tossici dovuti alla combustione energetica che non riescono ad eliminare.
Le carenze vitaminiche nelle cellule delle pareti arteriose, come egli illustra, causano aumento di tensione, ispessimento, lesioni e crepe nonché diminuizione del diametro della parete a causa dei depositi aterosclerotici provocando quindi ipertensione, attacchi cardiaci (per l'occlusione dell'arteria coronaria), ictus (per l'occlusione di quella cerebrale); in quelle del muscolo cardiaco similmente ispessimento e restringimento dell'arteria nonché ipertensione che portano all'aritmia, all'insufficienza cardiaca, di cui affanno e affaticamento grave, dovuti ai danni del pompaggio del sangue e all'edema conseguente, sono chiari segni.

Nel Journal of Applied Nutrition del 1996 potete trovare conferma di tutte queste teorie negli studi effettuati su 55 pazienti in stato avanzato di malattia cardiovascolare. Come anche in altri studi di altri medici, citati dal dr. Rath: il dr. James Enstrom (Los Angele), il canadese dr. G. C. Willis.
In questo modo il dr. Rath risponde alla domanda meravigliata che gli autori di un famoso manuale di medicina veterinaria, i professori H. A. Smith e T. C. Jones, si pongono dopo aver osservato l'assenza assoluta negli animali domestici di malattie aterosclerotiche (ovviamente avranno avuto modo di osservare più facilmente gatti e cani che leoni ed orsi!). Ed auspicano la scoperta del motivo di quest'esenzione per poterne trarre giovamento per l'uomo. Questo nel 1958! Dopo circa quarant'anni il dr. Rath ha trovato la risposta auspicata! Questo significa che potrebbero diminuire o sparire del tutto quelle 12 milioni di morti (tanti ne conta l'OMS) per attacchi cardiaci e ictus.

La mia gatta ascolta incredula quanto gli dico sul dr. Rath, e comunque aggiunge che lei, la vitamina C, oltre a quella che produce, la ricava anche da quella che trova in qualche topolino fresco che l'ha appena prodotta!

Vitale Onorato

venerdì 12 dicembre 2008

Intervista a Drunvalo Melchizedek di Diana Cooper



I BAMBINI DEL NUOVO SOGNO
(Children of the new dream)

Tratto dal sito www.etanali.it/

Questa intervista telefonica mi è stata data da Drunvalo Melchizedeck (1) poco prima che partisse per l'Europa, nel marzo 1999. Poiché si stava interessando con entusiasmo a molti argomenti, si è scelto di parlare di uno dei suoi soggetti preferiti: i bambini.

Diane: Drunvalo, chi sono questi "Bambini del nuovo sogno" dei quali ti stai occupando con così tanto entusiasmo?

Drunvalo: Si, ci sono tre tipi di bambini che stanno emergendo oggi nel mondo e che io ho potuto identificare. Il primo è quello dei "Bambini super psichici della Cina", il secondo dei "Bambini Indigo" ed il terzo dei "Bambini dell'AIDS".

Del primo, "Il bambino super psichico", abbiamo già parlato nei seminari "Il Fiore di Vita".

Se ricordi, il primo caso di questo genere è stato scoperto nel 1984, quando è stato trovato un bambino dagli incredibili poteri. I ricercatori hanno eseguito su di lui tutti i test psichici possibili, risultati alla fine esatti al 100%.

Se qualcuno mescolava le carte in un'altra stanza, egli, senza nessun problema, sapeva esattamente quale carta era uscita. Gli inviati della rivista OMNI sono andati in Cina ed hanno scritto un articolo su questa scoperta. Dopo questo bambino ne hanno trovati altri e, poiché sospettavano che si trattasse di un imbroglio, hanno voluto fare degli esperimenti. Hanno chiuso 100 di questi bambini in una stanza, hanno strappato a caso la pagina di un libro, l'hanno accartocciata e nascosta sotto il braccio… quei bambini potevano leggerne ogni parola! I ricercatori hanno continuato a fare test dopo test e la risposta era sempre perfetta.

La straordinaria scoperta non si è fermata lì, perché questi bambini sono stati trovati non solo in Cina ma sparsi in tutto il mondo. Ho parlato personalmente ad alcuni dei loro genitori che mi hanno detto: "Che cosa dobbiamo fare… abbiamo un bambino che sa tutto!" Credo che Lee Carroll chiami i bambini di questo tipo, nati negli Stati Uniti, "I bambini Indigo". Personalmente penso che i due gruppi abbiano la stessa origine, ma non ne sono sicuro. Potrebbero essere differenti, anche se entrambi sorprendentemente psichici e dotati.

Quello a cui ora mi interesso maggiormente è il terzo gruppo, quello dei "Bambini dell'"AIDS".

Circa 10 o 11 anni fa, negli Stati Uniti è nato un bambino con l'AIDS; il test è risultato positivo alla nascita, a sei mesi ed al suo primo anno di età. Non è stato più esaminato fino ai sei anni quando, sorprendentemente, il test è risultato negativo: nel suo sangue non c'era più alcuna traccia di AIDS, né che ci fosse mai stata. Il bambino fu portato alla UCLA (Università di Los Angeles) per esaminare cosa fosse accaduto ed i test mostrarono che egli non aveva un DNA umano normale.

Nel DNA umano normale ci sono 4 acidi nucleici che si combinano in gruppi di 3, formando 64 schemi o patterns diversi, chiamati codoni. In qualsiasi luogo del pianeta, il DNA umano è formato da 20 codoni "aperti" (attivi); gli altri codoni sono "chiusi" (disattivi), all'eccezione di 3 che segnano l'inizio e la fine del messaggio. La scienza ha sempre supposto che i codoni chiusi abbiano fatto parte di vecchi programmi genetici. Da parte mia, ho sempre visto tutto ciò simile ai programmi di applicazione di un computer.

Questo bambino, dunque, aveva 24 codoni aperti, 4 in più di qualsiasi altro essere umano. In seguito, lo hanno esaminato per vedere la forza del suo sistema immunitario; hanno messo una dose assolutamente letale in un contenitore di petri e l'hanno mischiata con alcune sue cellule che sono rimaste illese.

Hanno cercato di renderla ancora più letale fino a portarla a 3000 volte in più di quella necessaria ad infettare un essere umano… ed ancora le sue cellule sono rimaste completamente illese.

Hanno iniziato, poi, a mettere in contatto il suo sangue con altre cellule, anche di tipo canceroso, ed hanno scoperto ancora che questo bambino era immune a tutto. Hanno poi trovato un altro… e un altro bambino dotato di questi codoni "aperti"… e ancora altri… e poi 10.000…100.000…1.000.000.

A questo punto, l'Università di Los Angeles pensa che, se fosse possibile analizzare l'intero genere umano, si troverebbe che l'1% della popolazione mondiale è portatrice del nuovo DNA e questo significa che circa 60 milioni di persone non sono più umane secondo i vecchi criteri

Diane: Questa attivazione dei nuovi codoni si trova solo nei bambini nati da poco?

Drunvalo: Si, si trova soprattutto nei bambini ma anche negli adulti. Proprio come nella "Teoria della centesima scimmia", può essere trovata in ogni tipo di persona ed il suo numero sta aumentando rapidamente. Ricordati che tutto questo è cominciato appena cinque anni fa con quasi nessuno ed ora si sta diffondendo come una malattia o piuttosto come un'epidemia di cui siamo solo all'inizio.

C'è ancora un altro aspetto del problema che si rifà ad un nuovo libro intitolato "Decifrando il codice della Bibbia" nel quale la versione ebraica della Bibbia è stata immessa in uno speciale programma informatico. Se andate alla pagina 164 del libro, potete leggere cosa accadde quando i ricercatori vi hanno inserito la parola "AIDS". Il programma di decodifica ha dato come risultato parole come "HIV", "nel sangue", "sistema immunitario", "morte"; tutte cose che si può immaginare di trovare come corollario del termine "AIDS"… ma, in basso, in un angolo, era apparsa una frase incomprensibile che diceva: "la fine della malattia". È proprio questo che io credo stia accadendo.

La scienza ha stabilito che c'è un così gran numero di persone portatrici di questo nuovo, originale DNA, da credere che oggi sulla Terra stia nascendo una nuova razza umana, apparentemente immune alle malattie. Pensa anche, e questo è realmente più difficile da capire, che si tratti della risposta molto specifica dei corpi emotivo e mentale: un'onda di forma originata al di fuori del corpo fisico che, in qualche modo, provoca il mutamento del DNA.

Ho incontrato Gregg Braden, che è stato uno dei primi a scrivere su questo argomento, ed entrambi crediamo che il fenomeno consista di tre componenti. La prima è data da una mente che coglie l'Unità, una mente che vede "Il Fiore di Vita", che vede come tutte le cose, ad ogni livello, siano interconnesse, che non vede nulla di separato. La seconda è data dall'essere centrati nel cuore, dall'essere nell'amore. La terza, dal tenersi fuori dalla polarità, non giudicare mai il mondo.

Fino a che noi continuiamo a voler giudicare il mondo come buono o cattivo, siamo nella polarità e rimaniamo nella condizione di caduta. Io credo che queste persone, portatrici del nuovo DNA, siano, in qualche modo, uscite dal giudizio e si trovino in uno stato in cui vedono ogni cosa come una, in un sentire d'amore. Comunque si muovano all'interno di se stesse, si produce un'onda di forma che, vista allo schermo di un computer, appare simile ad una molecola di DNA.

I ricercatori hanno allora pensato che queste persone, attraverso la reale espressione della loro vita, per risonanza, elaborino i programmi del loro DNA, aumentino quei 4 codoni e si rendano immuni da tutte le malattie. Ciò che ancora non sanno e davanti al quale devono fermarsi, è capire se quelle persone sono davvero immuni o si tratta di qualcos'altro; potrebbero forse essere immortali od aver acquisito altre caratteristiche impensabili!

Io mi chiedo se non siano in realtà collegate tra di loro e se il passaggio non possa avvenire sotto forma di connessione telepatica.

Diane: Hai incontrato qualcuna di queste persone? Si possono conoscere?

Drunvalo: Certo! Sono a conoscenza di tutto ciò da più di due anni, ho seguito personalmente questo cammino e credo di muovermi anch'io in ciò che esse stanno facendo. Sono andato all'interno della Merkaba (2) ed ho chiesto alla mia Mente Subconscia di cambiare i miei codoni in quello stesso modo. Mai, da quando, circa due anni fa, ho iniziato a farlo, sono stato capace di ammalarmi. Non so se sono riuscito a cambiare il numero dei miei codoni e penso che il solo modo di saperlo sarebbe quello di fare il test del mio DNA. In ogni caso, mi sono esposto ad ogni genere di cose e, quando qualcuno si ammala, volontariamente gli sto vicino e cerco di prendere la sua malattia; provo ad ammalarmi, ma non ci riesco. Sento qualcosa che arriva, rimane forse un'ora e… poi se ne va.

La cosa interessante è che difficilmente si trova questo DNA nei "Bambini super psichici della Cina", quasi in nessuno, mentre lo si è trovato in Russia e negli Stati Uniti. Sembra che ci siano delle "sacche" di questi bambini e, se quello che pensiamo è giusto, essi avrebbero a che vedere con una risposta molto specifica, legata al fatto che sempre più persone si stanno dirigendo verso la Nuova Era.

Diane: Pensi che queste persone che trasformano il loro DNA stiano cambiando consapevolmente?

Drunvalo: Io penso che qualcuno ha percorso il cammino; un bambino lo ha fatto, da qualche parte, e poi lo ha immesso nella griglia del subconscio della Terra, dove ora si trova, accessibile a chiunque. Ogni volta che questo avviene è perché qualcuno, in un modo od in un altro, si è collegato ad esso a livello subconscio, durante una profonda meditazione o preghiera, realizzando così il cambiamento. Sta nascendo una nuova razza; questo è uno dei fatti più importanti che stiano accadendo al pianeta ed è incredibile che nessuno, fino ad ora, sembri saperne nulla.

Diane: È vero, tu sei il solo che io abbia sentito parlare di questo

Drunvalo: Si, ho fatto per due anni ricerche sull'argomento ed ho aspettato di parlarne perché ho voluto essere sicuro della sua autenticità. Nel libro "I bambini indigo" è stata fatta una ricerca molto estesa su di essi. Ci sono dei siti "web" dove potete andare, se siete genitori, ed essere intervistati su ciò che vi sta accadendo con vostro figlio. Come ho già detto in precedenza, questi bambini sanno esattamente ciò che sentite e pensate e non potete nascondere loro nulla. È davvero stupefacente! Tutto ciò mi sembra essere simile al fenomeno degli E.T, se non fosse che quei bambini non sono arrivati dallo spazio in astronave ma con i loro corpi spirituali; hanno fatto questo personalmente per entrare all'interno del ciclo evolutivo della terra e unirsi a noi. Ho spesso pensato che, quando gli Spiriti scendono nella parte destra del pianeta – Giappone, Cina e Tibet, ad esempio, – incarnandosi, prendono le caratteristiche psichiche di quei popoli. Se scendono invece nella parte ovest, la parte della logica, ne assumono le caratteristiche fisiche ed avviene che il DNA metta in moto il cambiamento. Considera che questo è solo un mio pensiero perché cerco di capire quello che sta avvenendo. Riguardo ai Seminari che farò, vi porterò tutto quello che ho capito assieme ad altri ed insegnerò alle persone il modo attuale di accedere al cambiamento e di metterlo in atto. Io penso di saperlo o di esservi molto vicino.

Diane: È qualcosa che ha a che fare con il fatto di entrare in noi stessi, in un certo stato di coscienza?

Dunvalo: Si è veramente uno specifico stato di coscienza che produce il cambiamento nel nostro DNA e penso che questo sia solo l'inizio di molto di più. Il fatto che possa rappresentare la fine delle malattie è solo un piccolo pezzo di tutto il quadro.

Diane: In che modo questo particolare tipo di lavoro e questa scoperta portano all'attivazione così diffusa del nuovo DNA?

Drunvalo: Se cominciamo a conoscere il nostro corpo di luce e come funziona la nostra energia psichica, se comprendiamo la connessione tra il subconscio e tutta la vita sul nostro pianeta, allora potremo andare dentro ed interrogare il nostro subconscio; esso sa esattamente quali codoni questi bambini hanno cambiato. Se chiediamo che questo arrivi anche a noi, attraverso i nostri corpi di luce e alla presenza di Dio, arriverà. Insieme a questo, è necessario lasciar cadere la polarità, non pensare più in termini di buono e cattivo ma vedere la totalità, la completezza e la perfezione della vita: è una risposta emotiva, mentale e fisica molto ben definita.

La risposta del corpo è quella, attraverso la quale, esso non riconosce più il buono od il cattivo, ma vede che c'è uno scopo più elevato dietro a tutto ciò che accade. Conosciamo già queste cose perché ciascuno di noi ne ha sentito parlare da Gesù fino a Krishna e Sai Baba ma, per la prima volta, mi rendo conto che davvero stanno avvenendo dei mutamenti nel mondo che ci circonda; il DNA umano sta realmente cambiando. Ci sono molti di noi che ne hanno già sentito parlare, ma niente di questo era stato visto e documentato scientificamente

Diane: Se è così, che significato può avere tutto questo, nella nostra vita di ogni giorno?

Drunvalo: Io penso che ciascuno di noi si trova davanti alla scelta di seguire o no questo modello (pattern) particolare che i bambini hanno reso possibile. È stato detto che sono i bambini a mostrarci il cammino e, se noi crediamo in loro come sto facendo io, un primo effetto sarà l'immunità dalle malattie.

Diane: Molti di noi preferiscono l'immortalità, ma alcune persone potrebbero dire che essere immuni dalle malattie significa sconvolgere il ciclo della vita e della morte che si suppone conservi il pianeta in equilibrio. Che cosa rispondi?

Drunvalo: Certo non darò un giudizio ma risponderò che, se è questo che sta arrivando e se è questo che sconvolgerà il ciclo, cosa che in qualche modo probabilmente avverrà, fa parte del fatto che ogni cosa che accade nella vita ha la sua ragione per il fatto stesso che accade. Forse queste persone che non si ammalano più non moriranno più e forse la loro coscienza è così allineata allo scopo originario della terra che, in definitiva, diventeranno il significato stesso di una terra ricca e completa e non più di una terra inquinata, mortale e gravata.

Noi potremmo facilmente vivere con 6 miliardi di persone o anche 20 miliardi, se solo vivessimo in modo diverso. C'è tanto spazio ed è solamente perché utilizziamo le nostre risorse nel modo che abbiamo usato fino ad ora che stiamo uccidendo il pianeta. Se scegliessimo di vivere in modo diverso, le cose potrebbero cambiare e non è detto che le risposte non debbano arrivare proprio attraverso quelle persone. Per qualcuno che vive nell'immunità dalle malattie, questa è un'indicazione molto forte di trovarsi definitivamente in armonia con la vita.

Possiamo paragonare questo processo alla mutazione dei batteri e dei virus. Noi attacchiamo i loro sistemi con sostanze quali la penicillina, per esempio, e li eliminiamo, tranne quei pochi che diventano ancora più forti. Ora accade che essi stiano diventando sempre più resistenti ed immuni ai veleni con i quali li combattiamo. Non avviene anche per noi la stessa cosa? Siamo arrivati ad un punto in cui non siamo più toccati dall'inquinamento, i virus e le malattie. C'è ancora un'altra cosa di cui si è avuto notizia l'anno scorso: l'AIDS è calato di circa il 47%. Questa è la più grande caduta di una malattia nella storia dell'umanità ed io credo che abbia a che fare con tutto quello di cui abbiamo parlato.

Diane: È davvero appassionante!

Drunvalo: Si lo è, ed io lascio che sia la Terra ad indicarmi dove devo andare. Certamente è importante sapere che abbiamo dei corpi di luce ed il modo in cui utilizzarli, ma sono proprio i bambini che ci stanno dicendo amorevolmente: "Seguite questo cammino e guardate dove porta".

Diane: È su questo che si focalizzeranno i tuoi prossimi seminari?

Drunvalo: Si, vi riassumerò tutto ciò che ho imparato negli ultimi due anni dalla mia ricerca e dai seminari "Terra-Cielo", con la semplice risposta che ciascuno può giungere lì dove sono arrivati i bambini. Quanto a me… farò del mio meglio!

Note:

(1) Drunvalo Melkizedek è una straordinaria figura di ricercatore spirituale. Egli condivide la sua visione in Seminari (Il Fiore di Vita), libri: The ancient Secret of Flower of Life, (vol 1° e 2°), anche in Ediz. francese).

Ampie informazioni su di lui si possono trovare nel libro di Bob Frissell Niente di questo libro è vero, ma potrebbe benissimo esserlo. Ediz. Sperling & Kupfer, 1999.

Siti internet dedicati a lui ed alla sua opera:
http://www.drunvalo.net/
http://www.floweroflife.com/

(2) Merkaba: Stella-tetaedro o campo di energia che circonda i nostri corpi.

giovedì 11 dicembre 2008

Scie chimiche - OVNI (UFO)

Da quando ho iniziato ad interessarmi del grave problema delle scie chimiche e di conseguenza ad osservare il cielo mi sono imbattuto più di una volta in veri e propri avvistamenti. Questi, chiamiamoli pure UFO, mostrano la loro presenza specialmente durante i giorni di intensa irrorazione chimica, per il momento l'unico dato certo rimane questo.Riguardo gli scopi e il perché dell'interazione di queste sonde(?) con tankers chimici e le scie velenose rimane un mistero irrisolto.



The poisoners (VI) - Vaccinazione di massa per via aerea

Il video mostra aerei impegnati molto probabilmente nella dispersione di agenti biologici: la Dottoressa Staninger ha riscontrato in questo periodo nella città di Los Angeles un'anomala diffusione di casi riconducibili all'Herpes simplex. La tossicologa californiana sospetta che l'attività sia una sorta di vaccinazione di massa eseguita per via aerea.



Relazione della Dottoressa Hildegarde Staninger - 10 dicembre2008

La ****** è un'azienda italiana specializzata nella produzione di nanorobots. Questa società impiega nanotecnologie in correlazione ai vaccini. E' possibile una vaccinazione di massa attraverso mezzi aerei. Potrebbe trattarsi di test. E' possibile un incremento di casi di Herpes simplex con eruzioni cutanee. Ho trattato, in una settimana, tre pazienti con l'Herpes sul petto, laddove ho diagnosticato, in trent'anni, solo una persona con questa particolare forma di Herpes. Non tre in una settimana!

Questi pazienti avevano già manifestato i sintomi dell'herpes in passato, così si potrebbe trattare di una ricaduta. In questo periodo l'irrorazione chimico-biologica è stata molto pesante a Los Angeles. Altre persone hanno mostrato delle verruche sulla pelle. Questi sono solo alcuni parametri per monitorare, all'interno della popolazione, le reazioni ed i profili epidemiologici nell'ambito della diffusione di agenti patogeni per mezzo degli aerei.



Trattato di Lisbona: firma per chiedere il referendum
Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/
TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

FIRMA LA PETIZIONE PER ABOLIRE IL CANONE RAI

mercoledì 10 dicembre 2008

Mahatma Gandhi

"Ebbene, tutta la mia filosofia, se la si può chiamare con tale pretenzioso nome, sta in ciò che ho detto."



www.menphis75.com

martedì 9 dicembre 2008

Avvelenamento coatto da metalli pesanti

I metalli pesanti sono i composti più pericolosi e dannosi tra le sostanze inquinanti. Infatti, penetrano lentamente e in maniera insidiosa nel nostro organismo attraverso cibi, bevande, aria atmosferica, bloccando l'attività di numerosi complessi enzimatici e dando luogo a gravissime patologie croniche. L’assorbimento dei metalli pesanti a livello gastrointestinale varia a seconda delle condizioni dell’ospite, della composizione (inorganica od organica) e dello stato di valenza del metallo. Il sangue è il principale mezzo di trasporto dei metalli. Le principali vie di escrezione dei metalli sono quella renale e quella gastrointestinale. Alcuni organi (ossa, fegato e rene) sequestrano determinati metalli in concentrazione pittosto elevate immagazinandoli per anni. Oggi l'inquinamento da metalli pesanti può contare su un nuovo grande alleato forgiato dal "prezioso" impegno di ricercatori senza scrupoli: scie chimiche (o chemtrails). La costante irrorazione da parte di aerei privi di segni distintivi di liquami prevalentemente a base di quarzo, bario e alluminio, sta contribuendo alla diffusione coatta di questi composti nell'ambiente.

L'avvelenamento da metalli pesanti fa probabilmente parte di un progetto occulto per la manipolazione ambientale -e non solo- da tempo perpetrato ai danni dell'intera popolazione mondiale. A dimostrazione di questo si rammenta la propaganda menzognera a favore del piombo condotta all'inizio del secolo scorso. Tale campagna, che venne curata dalla General Motors nel 1922 e avallata dai governi occidentali, asseriva che l'addizione di piombo al normale carburante dei veicoli avrebbe aumentato il potere detonante e quindi la potenza prodotta dai motori, ovviamente senza rischi per l'uomo. Si precisa che già allora si conoscevano gli effetti nocivi del piombo e nessun ministero della salute di nessuna nazione si oppose a questa pratica criminale. Solo in tempi recenti si è deciso di fare marcia indietro, quando mezzo secolo di dati epidemiologici ha confermato con tragica evidenza ciò che si sapeva già. Infatti sappiamo che nel 1930 si abolirono le tubature in piombo per evitare che l’acqua corrente ne fosse contaminata, a conferma che proprio in quegli anni si sapeva quanto fosse pericoloso per l’organismo. La benzina al piombo fu gradualmente eliminata verso la fine degli anni ‘80, ma durante quei 60 anni, si stima che solo negli Usa 30 milioni di tonnellate di piombo sotto forma di vapori furono riversate nell’aria dai gas di scarico dei veicoli a motore.

La General Motors (e le altre aziende costruttrici di automobili) avrebbero venduto realmente meno se le loro vetture fossero state meno potenti? Pensate poi ai soldi spesi per la campagna di stampa volta a far credere che il piombo fosse innocuo! Se il loro scopo fosse stato quello di vendere più auto avrebbero potuto usare quei soldi per reclamizzarle, oppure in alternativa (detraendo i costi delle spese per la pubblicità al piombo) avrebbero potuto scontarle e venderne di più. Eppure hanno investito soldi in una campagna pubblicitaria per offrire al mondo questo nuovo elemento di progresso: il piombo nell’aria! L’avvelenamento da piombo non è nemmeno terminato, dal momento che lo troviamo in altri prodotti di uso comune come alcuni cosmetici.

Anche il mercurio è un metallo la cui tossicità è assodata da tempo immemore, eppure negli anni ‘40 del secolo scorso si inizia ad utilizzarlo come “conservante” dei vaccini, compresi quelli somministrati obbligatoriamente ai neonati. Da allora si iniziano a registrare sindromi autistiche che prima erano sconosciute e tutta una serie di altri disastrosi effetti collaterali: molti di essi sono imputabili al mercurio di cui è noto l’effetto neurotossico e deleterio per il sistema immunitario. Molto più antica è invece l'origine delle amalgame per le comuni otturazioni dentali, composte da vari metalli tra i quali appunto il mercurio. Ancora una volta per più di mezzo secolo l’avvelenamento è andato avanti e si è posto un freno ad esso solo quando la mole di dati sugli effetti negativi ha confermato che il mercurio è altamente nocivo per l'essere umano.

E' importante notare che non c’era nessuna ragione per utilizzare il mercurio nei vaccini o nelle amalgame (adesso in molte nazioni sono al bando) così come non c’era nessuna ragione per usare il piombo nella benzina: oggi le macchine funzionano tutte egregiamente senza piombo. Inoltre, le continue interrogazioni parlamentari relative a tale deplorevole condotta non hanno ancora ricevuto risposte soddisfacenti da parte di nessun governo. Quindi l’unica alternativa per comprendere l’assurdità di quanto è stato fatto e di quanto si sta facendo è quella di ipotizzare l’avvelenamento intenzionale della popolazione da parte di istituzioni che invece dovrebbero fare l'interesse delle persone. Lo scopo di tutto questo potrebbe essere quello di mantenerci deboli, timorosi, insicuri e dipendenti da un sistema (anche farmaceutico) che ha sempre deliberatamente fuorviato il cittadino per aquisire potere economico e controllo sulle masse.

I principali metalli tossici

La quantità di piombo contenuto nel nostro corpo è 500 volte superiore rispetto a quella presente 100 anni fa. Il piombo interagisce con il glutatione, la glutatione perossidasi e con il selenio bloccando quindi uno dei meccanismi chiave della nostra difesa antiossidante. Viene ingerito con l’acqua potabile (contaminata dalle condutture in piombo), i cibi in scatola, le tinture, i gas e l' inquinamento atmosferico.I sintomi da intossicazione da piombo comprendono: cefalea, depressione, insonnia, affaticabilità, irritabilità, ansia, debolezza, algie muscolari, mancanza di appettito, calo ponderale, ipertensione, ridotta funzionalità renale e surrenalica, infertilità nell’uomo e aborti spontanei nella donna, gotta saturnina, anemia da deficienza di ferro, pigmentazione blu nerastra alla base delle gengive. Sorgenti di piombo sono: atmosfera, gas di scarico delle auto, fonderie, acqua potabile, verdura coltivata in prossimità di vie trafficate e/o in terreni contaminati, frutta e succhi in barattolo, latte proveniente da animali allevati in pascoli contaminati, carni (soprattutto fegato di animali contaminati), dentifrici, batterie di auto, quotidiani, tabacco e cenere di sigaretta, tinture per capelli.

Il mercurio è un veleno mortale per tutti gli esseri viventi. Il pesce, per sua natura, lo accumula in grande quantità. La sintomatologia da avvelenamento da mercurio comprende: insonnia, nervosismo, perdita di memoria, ansia, depressione, perdita di peso e di appetito, tremori, allucinazioni, parestesie alle labbra ed ai piedi, debolezza muscolare, amaurosi, sordità, disturbi della parola e coordinazione, ridotta funzionalità renale. Il mercurio è presente in svariate sostanze quali: amalgame dentarie, termometri e barometri, cereali trattati con funghicidi, pesci e mammiferi marini, cloruro di mercurio usato nei laboratori di istologia, talco, cosmetici, coloranti, diuretici, supposte antiemorroidi, detergenti per pavimenti, filtri dei condizionatori d’aria, conservanti per il legno, lassativi, adesivi, pomate antipsoriasi e tatuaggi.

L’alluminio è il minerale più diffuso sulla superficie terrestre, ma non svolge alcuna funzione utile per il corpo umano. E’ stata dimostrata la costante associazione di accumuli di alluminio in patologie caratterizzate da disturbi mentali quali: Alzheimer, Parkinson e Down. L’accumulo nell’uomo avviene con grande lentezza probabilmente in misura di pochi nanogrammi al di, per cui all’età di 60 anni la quantità di alluminio può raggiungere quantità significative. I disturbi comprendono: pneumoconiosi, sequestro di fosfati dal tratto gastrointestinale con osteoporosi e rachitismo, reazioni cutanee, nefrite, epatopatie, coliti, iperreattività nei bambini, Alzheimer. Prodotti che contengono alluminio sono: contenitori per la cottura di alimenti, antiacidi, deodoranti, materiali di costruzione, utensili, cavi e materiali da isolamento, materiale da imballaggio, lattine per bibite, acqua potabile, birra, cibi in scatola, spray nasali, dentifrici, ceramica, amalgame dentarie, filtri per sigarette, tabacco, gas auto, pesticidi, addittivi, sale da tavola e condimenti, formaggi, medicamenti contenenti caolino, suture, nicotinato di alluminio.

Ogni sigaretta comporta l’assunzione di 1,4 mcg di cadmio ed un pacchetto di sigarette aumenta i depositi del cadmio di 4 mcg, impegnando e sottraendo capacità antiossidante a tutto l’organismo. Il cadmio può aumentare lo spessore della membrana basale dei piccoli vasi e dei capillari riducendo la circolazione. Nelle donne viene interessata anche la circolazione uterina con conseguente possibile prematurità o deformità del feto. La sintomatologia comprende: affaticabilità, ipertensione, anemia ferro-priva, enfisema polmonare, osteoporosi in donne del 3° mondo con gravi deficit alimentari, epatopatie, anosmie, colorazione giallastra dei denti, coliche renali, ipercalciuria, sindrome del lattaio (linee di pseudofrattura alla scapola, femore ed ileo), ipofosfatemia, artrite reumatoide, ridotta produzione di Vit D, insufficenza polmonare, proteinuria, aminoaciduria, cancro prostatico. Il cadmio è presente in: acqua potabile, farina di grano raffinata, cibi processati, ostriche, rene, fegato, riso, fumo di sigaretta, tabacco, fertilizzanti, protesi dentarie, ceramiche, coloranti, materiale elettrico, sostanze antiruggine, polivinile, funghicidi, pesticidi, raffinerie, prodotti di scarto delle gomme, combusti di olio.

Le terapie efficaci

In caso di accertata contaminazione (esame del sangue, urine, capello), oltre ad una dieta variata e alcalinizzante a base di fibre, aminoacidi solforati e antiossidanti, è indicata una terapia chelante. In Italia si applicano al paziente intossicato costosi trattamenti regolati da protocolli gestiti interamente da strutture ospedaliere, mentre all'estero è più facile reperire integratori specifici di origine naturale e godere di una migliore profilassi ambientale. Un trattamento ben eseguito riesce, in tempi accettabili, ad eliminare dall'organismo la maggior parte dei metalli tossici. La terapia chelante utilizza varie sostanze chimiche, come EDTA che, veicolate dal sangue, staccano e sciolgono i depositi delle sostanze tossiche accumulate in tutto il corpo per alimentazione, inquinamento e comportamenti errati. Questa terapia si effettua per fusione venosa lenta, da 1 a 3 volte la settimana e con dosaggi variabili in rapporto alle caratteristiche della malattia e della funzionalità renale. Il miglioramento dei disturbi si concreta durante il ciclo di cura 20-30 perfusioni ed è massimo dopo 3-6 mesi dalla fine della cura. Il risultato è migliore nei diabetici e quando il malato ottimizza il proprio stile di vita eliminando gli ormai noti fattori di rischio.
La terapia chelante consiste in un ciclo da venti a trenta fleboclisi somministrate a giorni alterni o meno frequentemente. Ciascuna fleboclisi ha una durata media di tre ore e si effettua ambulatoriamente. Il primo ciclo di terapia può essere seguito successivamente da cicli di mantenimento. Sostanze come EDTA possono produrre effetti collaterali e, se assunte per via esclusivamente orale, vengono assorbite solo parzialmente prolungando così sensibilmente il periodo di cura.
Altre sostanze chelanti impiegate oltre a EDTA sono:
Dimercaptopropanolo (dimercaprolo), indicato come agente chelante per l’avvelenamento da arsenico, oro, mercurio e piombo
Penicillamina, nelle intossicazioni da metalli pesanti
Deferoxamina mesilato (deferoxamina), trattamento indicato nell’avvelenamento acuto da ferro
Acido dimercaptosuccinico (DMSA), indicato nelle intossicazioni da piombo
Trientina, chela il rame ed il ferro e ne riduce l’assorbimento a livello intestinale.
Lo spettro delle malattie dovute all'accumulo di metalli pesanti nel corpo è molto ampio ed è facile intuire quanto sia importante documentarsi e prevenire il più possibile i danni da avvelenamento da queste sostanze. Oggi la contaminazione ambientale da metalli pesanti ha ormai raggiunto livelli critici e non risparmierà certamente anche chi detiene la responsabilità di questo crimine contro l'umanità. Plausibilmente, chi conosce da tempo il problema e ha soldi per farlo, può ricorrere a tutte le terapie preventive e disintossicanti che vuole. Per quanto riguarda gli altri, informati o meno dei pericoli che corrono, il motto è sempre lo stesso: che si ammalino pure!



Protocollo per la rimozione sicura delle amalgame:
www.bioral.it/rimozione.pdf (pdf)

Translate