Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

domenica 29 agosto 2010

Medici finlandesi sapevano dei casi di narcolessia causati dal vaccino per l'influenza suina ma non hanno compilato rapporti nè diffuso la notizia

Nell'articolo di Ove Gustafsson pubblicato sull'edizione on line del giornale svedese Expressen, viene riferito il fatto che dei medici avevano fatto delle ricerche sui casi di narcolessia (che stanno venendo alla luce adesso, e che hanno causato la sospensione delle vaccinazioni contro l'influenza suina in Finlandia); le segnalazioni però non erano state inoltrate alle autorità competenti e per questo adesso tali ricercatori sono indagati.

A loro dire non avrebbero inoltrato tali rapporti perché la narcolessia non è contagiosa e che non hanno diffuso pubblicamente la notizia perché non si possono fornire anticipazioni sugli studi in corso se si vuole che una ricerca venga pubblicata su una rivista scientifica.

Da notare, ovviamente, il totale disprezzo per la salute del cittadino che è subordinato, oltre che agli interessi delle aziende farmaceutiche, anche all'egoismo di questi medici che, a dir poco, mancano di qualsiasi senso civico. Con quale coraggio si può affermare che non si sono inoltrati rapporti sulle reazioni avverse ad un vaccino perché le malattie in questione non sono contagiose?

Per i cittadini che hanno diritto a conoscere i possibili rischi di un farmaco tale parole sono la prova di un'omissione colpevole che impedisce loro di fare una scelta informata e consapevole. Per la gente che soffre di narcolessia (non è certo molto simpatico addormentarsi di colpo senza alcun preavviso, magari mentre sei alla guida di un motorino) simili parole suonano come un vero e proprio insulto, un'offesa alla propria dignità di persone, dato che una segnalazione tempestiva dei primi casi avrebbe potuto portare in tempi più rapidi alla sospensione dell'utilizzo di tale vaccino.



Articoli correlati

La Svezia apre un'inchiesta per i vaccini sospetti per l'influenza suina


Il comitato di Farmacovigilanza Svedese teme che il vaccino contro l'influenza suina possa avere provocato narcolessia


Dossier sull'influenza suina e sui tossici vaccini ad essa correlati

1 commento:

GPaolo ha detto...

I danni dei Vaccini sono ben noti da decenni, persino in Italia (1996) anno nel quale sono stati scoperti dal dott. M. Montinari (Oggi Dirigente del Reparto Sanitario della Polizia di Stato di Firenze) le mutazioni genetiche sul braccio corto del cromosoma, quello che controlla il sistema immunitario, oltre alel varie intossicazioni e malfunzioni cellulari indotte dai Vaccini....in quell'anno e' stata fatta una inyerrogazione parlamentare...rimasta senza risposta da quegli anni.....perche' il Ministero della "salute" e' colluso con le case farmaceutiche complici anche Aifa, e l'ISS...

Che VERGOGNA.
Per i particolari del caso vedi in Danni dei Vaccini sul sito www.mednat.org

Translate