Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

lunedì 13 settembre 2010

Le vaccinazioni contro il morbillo infuocano l’animo dei cinesi



articolo tratto dal canale TV svizzero: Schweizer Fernsehen ON-line  www.tagesschau.sf.tv/Nachrichten/Archiv/2010/09/13/International/Masern-Impfungen-erhitzen-Chinas-Gemueter

 


Lunedì, 13. Settembre 2010

Con un programma di vaccinazione contro il morbillo il Ministero della Sanità cinese ha fatto scatenare un’ondata di indignazione tra la popolazione. Dalla settimana scorsa, da quando si è saputo che il Governo vuole far vaccinare 100 milioni di bambini contro il morbillo, numerose domande sono arrivate alle autorità.


Nei forum in Internet si raccolgono opinioni preoccupanti, e tramite i messaggi SMS si divulgano persino le teorie di cospirazione, che le vaccinazioni siano pericolose. Pechino spera con il progetto sanitario lo sradicamento del morbillo nel Paese.

Perdita di fiducia del Governo
Il piano è sostenuto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e potrebbe diventare il più grande progetto sanitario nel mondo.
Che questo tuttavia provoca così tanto dolore nella popolazione, dipende secondo l’opinione del giornale anglofono “Global Times", da una perdita di fiducia crescente verso il Governo. "Per riparare il danno e ricostruire la credibilità ci vorrà molto tempo", così il giornale.

Bambini sono morti dopo la vaccinazione contro l'epatite
La perdita di fiducia è probabilmente originata dal comportamento del Governo riguardante le loro decisioni verso le patologie come la malattia polmonare SARS, l'influenza aviaria e recentemente il colera.
Ma anche notizie di stampa hanno fatto crescere il disagio che nel mese di Marzo probabilmente hanno perso la vita 4 bambini dopo le vaccinazioni inclusa quella contro l’epatite B e altre decine di bambini si sono ammalati gravemente.   
 (DapD / halp)

Nessun commento:

Translate