Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

venerdì 31 dicembre 2010

Senza cuore in stazione (Roma Termini)

Un cuore in stazione
Dicembre 2010, mi trovo in stazione, Termini Roma, e fa freddo cane. Accendo il cellulare per fare una chiamata ad un amico che vive lì, nella speranza che quel mio amico romano mi risponda per dirmi dove poter passare la notte ... Il primo treno era della sera, me lo sono perso e così ho aspettato “rinchiuso” in stazione fino al giorno dopo, tra controlli del personale addetto e la mia vescica impazzita.

Una cosa del genere non mi è mai capitata, la Stazione Termini chiude dalla mezzanotte e riapre alle quattro e trenta del mattino. Ci credete che con il biglietto che avevo, ho dovuto mostrare alla polizia la carta d’identità come se fossi un criminale, e come se non bastasse ho dovuto trattenere "le mie cose" prima che riaprisse il bar per ben 4 ore e mezza!

Rinchiuso e controllato insieme ad altre persone vicino a me, tutti impietriti dal freddo gelido.

Purtroppo questa è l’aria che tira, ti fanno sentire colpevole di qualcosa che non hai neanche fatto, umiliato dal controllo, uno contro l’altro quando in realtà … è il destino che ha deciso di farti passare una nottata tra le rotaie del primo binario.

Dividi ... et impera! 


se ti piace la notizia CLICCA SU OK ;-) Molte Grazie! !

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.

3 commenti:

Zak ha detto...

Ci sono passato anche io, la stazione principale chiude chi è dentro rimane dentro, solo tiburtina rimane aperta, se cerchi l'avventura......... buon anno

puntozero ha detto...

bene a saperlo, grazie amico.

puntozero ha detto...

Zak, buon anno anche a te.

Translate