Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

venerdì 31 dicembre 2010

Veritas Vincit


Siamo entrati nel nuovo anno e questo blog è ancora in piedi, con oltre 10.000 visite mensili, un grande risultato e speriamo che continui ad evolvere, senza che il Sole si spegni…

Per questo 2011 vi chiedo di fare una cosa, entrate su Blogger www.blogger.com e aprite il vostro spazio web per INFORMARE

perché 

CHI AMA TANTO INFORMA MOLTO!


se ti piace la notizia CLICCA SU OK ;-) Molte Grazie! !

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.

Senza cuore in stazione (Roma Termini)

Un cuore in stazione
Dicembre 2010, mi trovo in stazione, Termini Roma, e fa freddo cane. Accendo il cellulare per fare una chiamata ad un amico che vive lì, nella speranza che quel mio amico romano mi risponda per dirmi dove poter passare la notte ... Il primo treno era della sera, me lo sono perso e così ho aspettato “rinchiuso” in stazione fino al giorno dopo, tra controlli del personale addetto e la mia vescica impazzita.

Una cosa del genere non mi è mai capitata, la Stazione Termini chiude dalla mezzanotte e riapre alle quattro e trenta del mattino. Ci credete che con il biglietto che avevo, ho dovuto mostrare alla polizia la carta d’identità come se fossi un criminale, e come se non bastasse ho dovuto trattenere "le mie cose" prima che riaprisse il bar per ben 4 ore e mezza!

Rinchiuso e controllato insieme ad altre persone vicino a me, tutti impietriti dal freddo gelido.

Purtroppo questa è l’aria che tira, ti fanno sentire colpevole di qualcosa che non hai neanche fatto, umiliato dal controllo, uno contro l’altro quando in realtà … è il destino che ha deciso di farti passare una nottata tra le rotaie del primo binario.

Dividi ... et impera! 


se ti piace la notizia CLICCA SU OK ;-) Molte Grazie! !

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.

giovedì 30 dicembre 2010

Zanzare OGM rischiose, e nell'interesse di chi?

Traduzione dell'articolo  GM mosquitoes risky, and in whose interest? pubblicato il 24 dicembre 2010 sul giornale on-line malaysiakini.com. L'autore SM Mohamed Idris, è il presidente dell'associazione dei consumatori di Penang (CAP - Consumers Association of Penang).
Zanzare OGM rischiose, e nell'interesse di chi?

La recente approvazione del rilascio di maschi di zanzare geneticamente modificatie della specie aedes aegypti OX513A (My1), allo scopo di effettuare un esperimento in campo aperto causa molte preoccupazioni.

E' ancora più preoccupante il fatto che il rilascio in ambiente aperto potrebbe essere già avvenuto senza nessuna adeguata notifica o informazione alle persone. Chiediamo che il governo sia trasparente su questa faccenda e che riveli immediatamente i dettagli su questo rilascio, rendendo note le località precise ove avvengono.

Un approccio rischioso al controllo del dengue

Mentre il dengue è un problema veramente serio in Malaysia ed ha bisogno di essere urgentemente affrontato, prendere la strada degli organismi geneticamente modificati ci porta in un territorio rischioso.

L'ingegneria genetica spesso ha come risultato degli effetti indesiderati.

Noi non sappiamo abbastanza a proposito delle zanzare geneticamente modificate e di cosa avverrà in seguito alla loro interazione con zanzare non OGM in ambiente aperto, o con altre specie nell'ecosistema,  col virus del dengue e con la popolazione umana.

Il pipistrello, un eccezionale killer di zanzare anche se non è OGM, e non è l'unico!

Ci sono diversi rischi per la salute e per l'ambiente associati col rilascio in ambiente aperto.

Per esempio una piccola percentuale di larve OGM – alcune delle quali sarebbero femmine – potrebbe sopravvivere a dispetto delle affermazioni che la tecnologia sarebbe sicura perché le larve muoiono.

Dal momento che le zanzare femmine pungono gli uomini e trasmettono le malattie, è stato valutato il rischio  di un aumento della pericolosità della malattia? Le larve OGM che potrebbero sopravvivere potrebbero anche portare ad una persistenza dei geni geneticamente modificati nell'ambiente, con conseguenze ignote.

Esperimenti in campo aperto sono il primo passo verso un rilascio su larga scala

Sebbene i rilasci in campo aperto siano caratterizzati dall'essere limitati e su piccola scala, siamo estremamente preoccupati che essi non siano altro che un passo verso un approccio tecnologico al controllo del dengue che è basato sulla dipendenza da una specifica azienda e  dalle sue tecnologie brevettate.

Se si arrivasse allo stadio del rilascio su vasta scala, sarebbe necessario il continuo rilascio di milioni di zanzare OGM in diverse località della Malaysia per poter sopprimere con successo la popolazione di zanzare. I rischi sarebbero notevolmente amplificati da un'operazione compiuta con numeri così grandi.

Una seria preoccupazione è data dalla possibilità tutt'altro che remota che altre specie fortemente correlate, ed anch'esse trasmettitrici della malattia, vadano ad occupare la nicchia ecologica della zanzara aedes aegypti una volta che la popolazione di questa specie venga ridotta considerevolmente.

Questo potrà continuare a causare, o persino a peggiorare, il problema del dengue e potrebbe persino causare un aumento dei casi di altre malattie portate dalle zanzare.
Casetta per pipistrelli, serve ad attirare i peggiori nemici volanti delle zanzare

Mentre ci rendiamo conto che rilasci su larga scala dovrebbero essere sottoposti ad ulteriori procedure di approvazione e di verifica dei rischi, il governo non può permettersi di ignorare le implicazioni che comporta prendere la strada degli OGM e deve considerare queste preoccupazioni anche a questo primo stadio.

Lo si fa nell'interesse pubblico o privato?

Noi comprendiamo che la Oxitec Limited, un'azienda con base nella Gran Bretagna, detiene i brevetti sulle tecnologie utilizzate per produrre queste zanzare OGM.

Mentre la Oxitec probabilmente si prenderà i meriti per la propria invenzione, si prenderà anche le responsabilità legali se qualcosa andasse storto?

Un controllo dei conti della Oxitec's (disponibile su Companies House, che è l'agenzia del governo britannico responsabile per la registrazione delle società SRL) mostra che essa ha avuto perdite nel 2008 e nel 2009 di 1.7 milioni di sterline all'anno. [la sterlina vale poco più dell'euro - N.d.T.].

Mentre la Oxitec ha ricevuto sovvenzioni per le proprie ricerche, è chiaro che l'azienda si aspetta di ottenere degli introiti dal rilascio continuo di grandi numeri di zanzare OGM in diverse nazioni.

Le domande dei cittadini
Come cittadini della Malaysia, domandiamo un più ampio e diffuso dibattito pubblico su tale questione di quanto non sia successo fino adesso.

Zanzariera OGM free
L'esperimento in campo aperto avrà implicazioni tremende per la salute e l'ambiente della Malaysia. Ci deve essere una discussione a livello nazionale sulla questione se le zanzare OGM siano davvero la giusta soluzione contro il dengue.

Tutti i cittadini sono interessati all'effettivo controllo del dengue e ci deve essere un consenso su questa questione.

Prima di tutto occorre che ci sia il consenso informato delle comunità che vivono nei siti  proposti per il rilascio degli insetti e nei dintorni. Ciò significa che a questa gente deve anche essere adeguatamente spiegato quale sia il potenziale rischio, e che ad essi devono essere fornite informazioni sulle fonti dei finanziamenti e su ogni possibile conflitto di interessi.

Noi chiediamo che il governo annulli l'esperimento col rilascio in campo aperto delle zanzare OGM, e che investa invece in metodi più sicuri per combattere il dengue.



Traduzione di alcuni commenti pervenuti al sito malaysiakini.com 

Anonimo: Anche se è stato testato in una situazione controllata in laboratorio, i risultati ottenuti non possono essere generalizzati a quello che succede in un ambiente naturale. E' una triste realtà che noi Malaysiani siamo i soggetti di un esperimento sul campo potenzialmente fatale.

Sabawak: Aspettate che qualche Malaysiano muoia, e  per il governo allora verrà la resa dei conti, e se poi la faccenda travalicasse dai confini nazionali, siamo pronti per pagare dei compensi? Per amor di Dio, abbiamo bisogno di politici OGM, di un primo ministro OGM ed un vice primo ministro OGM, senza dimenticare Hishamuddin, ed il ministro della Sanità. Questa gente ha bisogno di essere totalmente modificata.

Hwa Shi-Hsia: a differenza  della maggior parte degli altri lettori del Malaysiakini io sono favorevole all'esperimento (...) le ragioni sono in breve:
1) La Aedes aegypti è nativa dell'Africa non dell'Asia, e quindi eliminarla non creerebber uno sconvolgimento dell'equilibrio ambientale
2) L'IMR ha già testato le zanzare Aedes aegypti OGM in esperimenti in luogo chiuso, e quindi il vero e proprio passo successivo è questo limitato esperimento in campo aperto
 3) Il gene letale è un sistema che costitutisce un'unità completa e indipendente, ed è molto improbabile che giva qualche "super potere" di resistenza o di eccessiva aggressività alle zanzare OGM
4) Utilizzando vari metodi di controllo convenzionale, il dengue è ancora un grosso  problema  nel nostro paese ed è ora di vedere cos'altro potrebbe essere utile. Io NON sono affiliato con nezzuna agenzia governativa o con l'azienda Oxitec o con qualche altro gruppo che lavora con le zanzare OGM. Sono solo un biologo della Malaysia che pensa che non dovremmo gettar via ogni potenziale arma contro il dengue per via di paure e atteggiamenti paranoici.



Articoli correlati:



il piano energetico di Cosa Nostra e la distruzione radioattiva del Niger

Riconoscimento del Disastro ambientale quale crimine contro l'Umanità. 

Aderisci ora alla causa: http://apps.facebook.com/causes/296798

Il Niger è il terzo produttore al mondo di uranio: Scorie radioattive stoccate all'aperto Per aumentare le entrate minerarie del Niger, il presidente Mamadou Tandja diversifica i partner. L'uranio è sfruttato da due società franco-nigeriane, di cui Areva Nc è l'azionista di maggioranza. Le concessioni minerarie (date o in corso di negoziazione) si estendono su quasi 90 mila chilometri quadrati dal limite occidentale del massiccio dell'Aïr (regione di Agadez), territorio situato tra la frontiera algerina e la cresta rocciosa di Tiguidit. Nessuna consultazione è stata fatta presso le popolazioni del nord (almeno 300 mila persone, per lo più tuareg).







se ti piace la notizia CLICCA SU OK ;-) Molte Grazie! !

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.

mercoledì 29 dicembre 2010

Disastro nucleare in Niger, il silenzio dell'Occidente

11 dicembre 2010, una data che non verrà ricordata per lo sversamento di oltre 200mila litri di fanghi radioattivi fuoriusciti dalle vasche che contengono le scorie della miniera di Somair, in Niger. Una marea radioattiva che Greenpeace ha riportato al mondo il 17 dicembre e che il mondo ha accolto con un silenzio indifferente.
Il 20 dicembre l'ONG Man Agir ha pubblicato le foto dei cedimenti delle dighe dei bacini di stoccaggio delle acque provenienti dal processo di macinazione dell'uranio. I liquidi sterili, questo il nome ufficiale contengono l'85% della radioattività iniziale del minerale e secondo i controlli effettuati da Almoustapha Alhacen per conto dell’organizzazione, hanno già contaminato due ettari di terreno.
La cava è di proprietà dell'azienda nucleare francese Areva, che già a maggio era entrata nel mirino di Greenpeace per le modalità di gestione delle sue miniere nigeriane, documentando le condizioni di vita nei ad Arlit e Akokan, dove terreno, acqua e aria sono contaminati.
Il reportage Left in the dust documenta come in questi villaggi, costruiti nei pressi delle aree estrattive da Areva uomini donne e bambini vivano immersi nella radioattività.
La multinazionale francese aveva negato ogni responsabilità, dichiarando di rispettare anche in Niger gli standard di sicurezza validi a livello internazionale. Questa catastrofe annunciata fa pensare invece che le accuse di Greenpeace ad Areva, tra le altre quella di stoccare in mucchi lasciati all'aria aperta, non fossero poi del tutto infondate.
E fa riflettere anche sul fatto che il mito occidentale, tornato in voga anche in Italia, dell'atomo come fonte inesauribile di energia pulita sia, appunto, un mito.
Un ultimo dato, non del tutto secondario per noi italiani: il 9 aprile 2010, nel corso del Quinto Foro di dialogo italo-francese, presieduto da Silvio Berlusconi e Nicolas Sarkozy, Areva ha firmato un protocollo d’intesa nel campo dell'enegia atomica con Ansaldo Energia e la sua controllata Ansaldo Nucleare, entrambe appartenenti al Gruppo Finmeccanica.

In pratica, la multinazionale francese è l’azienda che dovrebbe avviare la “rinascita nucleare” nel nostro Paese.

Giulia Rubino


Rovinare deliberatamente il tempo da costa a costa (articolo della Dottoressa Sandra Perlingieri)

La Dottoressa Sandra Perlingieri denuncia senza mezzi termini gli sconvolgimenti meteorologici che hanno investito gli Stati Uniti da costa a costa. Chiaro e diretto il discorso dell’autrice che individua una precisa causa in queste instabilità: le scie chimiche e tutti i loro parafernali. Quanto osservato nell’Unione può essere tranquillamente ripreso per immortalare la situazione europea: nel vecchio continente da mesi si succedono perturbazioni artificiali, alluvioni, brusche oscillazioni delle temperature, fenomeni atmosferici estremi culminanti in un totale stravolgimento dei cicli stagionali e biologici. Mentre, per via delle nevicate, molti aeroporti europei sono stati chiusi o parecchi voli sono stati cancellati, gli aerei chimici hanno continuato a decollare e ad incrociare per inseminare le nubi, in una sorta di diapason dell’”operazione Popeye”, l’azione bellica con cui, durante la guerra del Vietnam, l’aviazione statunitense riversò piogge torrenziali in Indocina. Mentre i suoli, ormai impregnati dalle preciptazioni, sono dilavati, i fiumi si ingrossano, straripando, i terreni franano e mentre tutto marcisce, il sole è costantemente nascosto da uno spesso strato di nuvole innaturali… Una perenne eclissi.

Il nostro tempo, scientemente cambiato, è ormai del tutto stravolto. Non assistiamo al riscaldamento globale che gli scienziati ed i media, controllati dalle corporazioni, stanno cercando in ogni modo di farci digerire, ma assistiamo alla distruzione volontaria del tempo, da costa a costa.

Il cosiddetto global warming non è mai stato basato sulla vera ricerca scientifica, ma su dati manipolati. Questa fandonia continua ad essere riportata, del tutto allegramente, da stazioni televisive asservite al sistema e da meteorologi compiacenti dei grandi media controllati. Dal Portland all’Oregon al Maine, nulla è come quello che era dieci o quindici anni fa. Sì, certo, il tempo cambia e può farlo in modo imprevedibile. Questo è un dato di fatto. Che cosa c'è di diverso? Ora abbiamo drammatiche altalene nei fenomeni atmosferici, a volte in meno di ventiquattro ore, mentre l'esercito statunitense afferma da tempo di voler "possedere il clima entro il 2025". Siamo tutti sacrificabili per questo obiettivo arrogante e criminale.

Sembra che questi cambiamenti climatici stiano accelerando. In molte parti del nord del New England (Vermont, New Hampshire, e Maine) lo scorso fine settimana del mese di dicembre, i giorni 11 e 12, le temperature hanno oscillato intorno agli 11, 15 gradi F. Stagni, laghi e fiumi si sono ghiacciati. E' tutto come dovrebbe essere, dato che l'inverno si avvicina. Sabato mattina presto, l'11, sfere bianche di grandi dimensioni, formate da "roba", hanno principiato a cadere dal cielo. Dunque tutto questo è cambiato anche a causa di palline bianche dalla forma anomala: il Dr Michael Castle la definisce "neve-perlite". La nostra tradizionale neve "vera" non c’è stata! Aveva anche un odore chimico ben distinto.

Da domenica 12, questa falsa ‘neve’ è caduta pesantemente ed ha ricoperto gran parte del New England settentrionale con alcune zone che ne hanno accumulato fino a 6 pollici. Poi, improvvisamente, domenica notte, ha cominciato a piovere forte. La temperatura è salita (in meno di 24 ore) come accadde negli anni '40 del XX secolo. Questa mattina, lunedì 13 dicembre, mentre continua a piovere, la temperatura alle 7 era di 52 gradi Farenheit! Ricordate, due giorni fa era di 11 gradi Farenheit. Il ghiaccio di stagni e fiumi si è sciolto rapidamente. Questa differenza di quasi 40 gradi di temperatura ha il potenziale delle alluvioni non-stagionali. Ora il disgelo è avvenuto in modo repentino. Questo non è naturale.

In una discussione con il dottor Castle questa mattina, è stata ventilata la possibilità che i venti che spirano da sud potrebbero portare la nuvola tossica contenente il solvente Corexit 9.500. Ciò è inquietante. C'è qualcuno che può provare tutto ciò?

Questo non è un clima strano prodotto da Madre Natura. Piuttosto è causato dalla deliberata e clandestina operazione di geo-ingegneria del clima del nostro pianeta con le scie chimiche tossiche e con altri metodi nefasti che stanno devastando la nostra atmosfera. Avremo inondazioni nel mese di gennaio nel New England? [...]

I ritmi biologici sono stati stravolti. Gli insetti sono già usciti. Una nuova generazione di coccinelle (di solito si vedono a fine maggio o all'inizio di giugno) e di mosche ci ronzano intorno, invece che dormire. L'erba è verde, invece del solito marrone-congelato. Si tratta di dicembre? Nel Pacifico nord-occidentale, copiose piogge cadono ogni giorno. Sì, questo è normale. Sentire "freddo nelle ossa" ogni giorno a causa dei venti e della pioggia. Il sole splende di rado su entrambe le coste. Una vera e propria stagione invernale sta scomparendo prima che cominci realmente, mentre gli aerei militari, privati e commerciali continuano a bombardarci con le scie chimiche ogni giorno. Sembra che ci sia una mistura di elementi chimici diversi a seconda delle differenti zone del paese. Alcuni rapporti fanno notare che il gennaio del 2011 potrebbe essere il più freddo dal 1740! Nella loro scellerata corsa volta ad avvelenare tutti noi, anche i nostri figli e nipoti saranno sacrificati. Questo è il loro piano.

Che cosa è successo ai vestiti invernali che li tenevano caldi? Cappotti, cappelli, guanti, sciarpe. Dove sono? In questi climi più freddi, perché i nostri bambini indossano vestiti estivi? Perché ci sono centinaia di migliaia di bambini nel nord-ovest del Pacifico e del New England vestiti così? Questo è completamente irrazionale!

Lo scorso inverno (dicembre 2009), ho visto centinaia di bambini delle elementari vestiti poveramente. Non voglio dire "a buon prezzo". Voglio dire abbigliamento invernale appena sufficiente per non sentire freddo nelle ossa. Il passato fine settimana, ho visto centinaia di bambini abbigliati come se ci fossero 80 gradi Farenheit fuori, invece di 15! Aggiungete a ciò che i genitori stanno sottoponendo i loro bambini (con un sistema immunitario incompleto e vulnerabile) al vaccino antinfluenzale stagionale, ora addizionato delle tossine avanzate del vaccino H1N1 del 2009. Si tratta di un fardello molto pesante per loro.

I ragazzi dei College non sono più intelligenti indossando le infradito, camicie striminzite e camicette, abiti inconsistenti. Cappotti? Nemmeno uno, ma giacche di cotone sottile, sì. I nostri figli sono avvolti in tessuti sintetici che non proteggono dal freddo. Indossare "pile" (realizzato con plastica riciclata spesso proveniente dalla Cina o con prodotti chimici a base di petrolio) o di altre fibre sintetiche non tiene i bambini al caldo. Si tratta di una truffa utile solo ad arricchire l'industria chimica a scapito delle generazioni di bambini.

Vuoi che i tuoi figli o nipoti siano "avvolti" in materie plastiche e vinili tossici? Le materie plastiche ed i vinili producono un gas che interagisce con sostanze ormonali contenute nel grasso corporeo con conseguenze nocive. I bambini sono più vulnerabili a questa esposizione! Le fibre naturali (lana, lino, canapa, cotone non trattato, non-geneticamente modificato) possono tenere tutti caldi ed isolati dal freddo e dall’umido. Ricordate: gran parte del cotone di oggi è pesantemente irrorato con pesticidi. Sono residui di veleno che rimane sui capi e sui tessuti finiti.[...] Il modo più malsano di vestire viene venduto come il migliore. I genitori ne sono all'oscuro. Questo ha una lunga tradizione, solo che ora ci sono i gravi problemi ambientali e sanitari che raramente sono trattati in riviste patinate come “Vogue” o “Elle”.

I genitori non solo hanno perso il loro giudizio, ma anche il buon senso. Ma come si può essere razionali, sottoposti come siamo all'assortimento delle scie tossiche, delle gocce di pioggia cariche di batteri, di funghi mutati, dall'inquinamento e da altri elementi pericolosi che circondano ogni nostro respiro? Noi tutti continuiamo ad essere cavie da laboratorio per il governo e per i militari. Questi veleni invisibili stanno esigendo un tributo da tutti noi. Ogni genitore che lascia all’aperto un bambino delicato sotto la pioggia avvelenata o sotto la neve creata chimicamente (per far infiltrare elementi tossici attraverso l’acqua nella pelle di un bambino: l'epidermide è il nostro organo più grande composto da una membrana permeabile) è un disinformato sul letale livello di questi veleni assortiti, mescolati con una serie sempre crescente di altri elementi di inquinamento pesante a cui siamo ormai tutti esposti quotidianamente in questo nuovo mondo di disordine, di menzogne e di inganni.

Fonti:


link alla fonte: http://www.tankerenemy.com

Checco Zalone: che bella giornata?

Che sia una "bella giornata" con queste velature chimiche, 
io non ci credo, e voi? 


Torna al cinema Checco Zalone. 
Il film esce il 5 gennaio e si intitola "che bella giornata".

la stampa: "il comico si fa beffe dell'Islam e delle missioni di pace" 

_____________________________________________________________

Le innocue velature a base di biossido di zolfo




CLICCA SU OK ;-) Molte Grazie! !

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.

martedì 28 dicembre 2010

scie chimiche ed i messaggi subliminali


alla fine Fabio Fazio ha parlato ... 
guardate bene lo sfondo della trasmissione nel video qui sotto!



link - http://subliminal-chemtrails.blogspot.com/

Insetti vaccinatori, Zanzare OGM ed esperimenti in campo aperto


Se in linea generale risulta chiaro, anche per coloro che sono relativamente disinformati, che il governo e le aziende sono divenute la stessa cosa, ciò nonostante questo é un caso che ancora risulta sconosciuto alla gran parte del pubblico. Ugualmente, nonostante le conseguenze di tale fusione stia coinvolgendo la salute pubblica, la questione non é molto nota. In questi ultimi anni (accanto ad altri loro orribili progetti), le agenzie governative, le organizzazioni non governative (ONG), think tank e corporazioni hanno collaborato, tutte quante  insieme, per fondere in una sola entitá due dei più grandi flagelli per l'ambiente e per la salute umana: la manipolazione genetica e i vaccini.


Mentre gli "scienziati" per anni hanno modificato geneticamente gli insetti, solo negli ultimi anni hanno cominciato a discutere apertamente il loro rilascio nell'ambiente. Come sempre, il fatto che la discussione pubblica sulla questione abbia cominciato ad emergere solo ora, vuol dire che il progetto è stato già avviato. Gran parte di tutto cio´ è stato confermato proprio dai fatti, vale a dire é stata giá annunciata l´immissione degli insetti nell´ambiente.

Nel 2009, con il pretesto di debellare la febbre Dengue, le zanzare geneticamente modificate sono state introdotte nell'ambiente nelle Isole Cayman. La febbre Dengue è una malattia che proviene dalle zanzare, causata da un virus che non si è manifestato nella maggior parte parte degli Stati Uniti per diversi decenni. La febbre Dengue puó svilupparsi in una forma di malattia molto più pericolosa e conosciuta come febbre Dengue emorragica. I sintomi della febbre Dengue sono febbre alta, cefalea, dolore dietro agli occhi, facilitá di ecchimosi, dolori ossei, muscolari e alle giunture, eruzione cutanea e sanguinamento delle gengive. Oltre all´adeguato riposo e al bere molta acqua, per la febbre Dengue non esiste un trattamento o una cura conosciuta.
Generalmente, a trasmettere il virus é di uno specifico tipo di zanzara, l´Aedes aegypti.


Il metodo  pubblicamente mostrato  sull´utilizzo di questi zanzare Geneticamente Modificate per l´eradicazione della febbre Dengue, è che le zanzare sono state geneticamente "progettate con un gene extra, od un batterio inserito, oppure che hanno avuto un gene alterato in modo che loro prole sia sterile e non piú in grado di diffondere la Dengue, o che semplicemente muoiano." Piú specificatamente, se il maschio delle zanzare OGM effettua l´accoppiamento con femmine naturali, a meno che non sia presente l'antibiotico tetraciclina, causa la produzione di larve che muoiono. prima di potersi sviluppare. Senza l'antibiotico, un enzima si va ad accumulare fino a raggiungere un livello sufficientemente tossico per uccidere le larve.

È importante notare che queste zanzare OGM, note come OX513A, al fine di conseguire gli obiettivi dichiarati pubblicamente dagli sviluppatori, devono essere necessariamente di tipo Aedes aegypti. Pertanto, i milioni di insetti zanzare maschi che sono stati liberati all´aperto nell'ambiente nel 2009 e poi di nuovo nel 2010, erano tutte dei veicoli della  febbre Dengue. [Notare bene: in effetti è noto che i maschi non-OGM non pungono e quindi non  possono trasmettere nessuna malattia, ma nessuno può escludere che in tutta segretezza, e con la copertura dell'esperimento in corso, vengano effettuati rilasci di zanzare OGM o non OGM femmine; se sono in corso rilasci autorizzati come può una comune mortale riconoscere un rilascio di zanzare maschio da un rilascio di zanzare femmmine? E se poi per caso la modificazione genetica creasse persino zanzare maschio che pungono? - N.d.T.]
Le zanzare di OX513A sono state sviluppate da una società di biotecnologia britannica chiamata Oxitec e la loro successiva versione era monitorata dalla Mosquitos Reaearchand Control Unite (MRCU) nelle Isole Cayman, un territorio britannico d'oltremare.

Benché la Oxitec Limited sia stata la sviluppatrice impegnata nella gran parte del lavoro preparatorio degli insetti, il progetto non é soltanto il loro. La Fondazione di Bill e Melinda Gates, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), le Organizzazioni di Beneficenza PEW (The PEW Charitable Trust) agenzie governative e le degli Stati Uniti Inghilterra, Malesia e altre ancora, erano tutte coinvolte nello sviluppo e nella promozione delle zanzare Geneticamente Modificate. [vedi i link precedenti o l'articolo in italiano con alcune traduzioni nonchè gli screenshot effettuati per conservare le prove, fare click sulle immagini per vederle ingrandite - N.d.R.]




Tuttavia, ciò che è stato abbastanza sospetto è il fatto che la febbre Dengue, che è stata inesistente negli Stati Uniti per decenni, é recentemente emersa in Florida. Inizialmente, la febbre è stata rilevata nel 2009, ma nel 2010 i casi erano notevolmente aumentati. Nel luglio 2010, uno studio di CDC, che uscì con un livello di attenzione molto piccolo da parte dei media, indica che circa il 10% della popolazione della Key West è stata infettata dalla febbre Dengue. Questa percentuale era il doppio rispetto al 2009, quando ne era stata infettata il 5%. Potremmo chiederci che cosa abbia causato un ritorno con tale vigore di un virus che era stato debellato quasi interamente. Sta di fatto che cé da chiedersi se la risposta non sia cosí palesemente ovvia. Naturalmente, i rapporti ufficiali, volenti o nolenti, non segnalano che la febbre Dengue è collegata ai milioni di zanzare in grado di veicolare la febbre, le quali sono state rilasciate soltanto a qualche miglia di distanza nelle Isole Cayman. [vedi nota precedente]. 
Mentre la febbre Dengue era stata debellata negli Stati Uniti nell´ambito di naturali eventi di focolaio, i casi che erano connessi alla ricerca e generati dal laboratorio si sono verificati nel paese per molti anni. Questo è perché la febbre Dengue è stata di particolare interesse per il governo degli Stati Uniti, della US Army e della CIA almeno dalla metá del XX secolo. C'è una grande quantità di prove che suggeriscono che nelle strutture di ricerca biochimica a Fort Detrick, sin dal 1942 sono stati condotti test sulla febbre Dengue come arma biologica. È noto che, negli anni cinquanta, la CIA fu la complice di Ft. Detrick nello studio della febbre Dengue e di altre malattie esotiche affinché venissero usate come armi biologiche.

È anche interessante notare che, secondo dei documenti della CIA, nonché secondo una Commissione del Congresso del 1975, tre sedi di Key West, Panama City e Avon Park (e altre due località in Florida centrale) sono state siti di prova per la ricerca di febbre Dengue.

Come in genere avviene in tali casi , gli esperimenti ad Avon Park sono stati concentrati nei quartieri a basso reddito, nelle zone che erano prevalentemente nere, con complessi di edilizia abitativa appena realizzati. Secondo H.P. Albarelli Jr. e Zoe Martell di Truthout, documenti CIA relativi al programma di MK/NAOMI hanno rivelato che l'Agenzia stava usando anche in questi esperimenti l´esemplare di zanzara Aedes aegypti. In uno di tali esperimenti, ne sono state rilasciate 600.000 su Avon Park, e in un altro ancora sono stati liberati 150.000 insetti in sacchetti di carta appositamente progettati per aprirsi quando cadevano al suolo.

Truthout ha intervistato (o ha fatto compilare dei questionari) i residenti che ancora vivono nell´area di Avon Park i quali riportarono di almeno 6 o 7 persone a causa degli esperimenti. Come citato da Truthout, un residente ha detto, "per anni nessuno sapeva cosa era accaduto, forse per più di 20 anni, ma guardando indietro si puó spiegare perché nel periodo degli esperimenti un sacco di persone sane si ammalarono rapidamente e morirono". Truthout vuole far notare che nello stesso periodo degli esperimenti di Avon Park "c'erano almeno due casi di febbre Dengue segnalati tra i ricercatori civili a Fort Detrick nel Maryland".

Nel 1978, un documento del Pentagono intitolato "Biological warfare:Secret Testing & Volounteers (Guerra Biologica: Testi Secreti e Volontari) ha rivelato che esperimenti simili sono stati condotti a Key West dai Corpi di Armi Chimiche e dalle Divisioni per le Operazioni Speciali e dei Progetti di Ft. Detrick.

Come nell´attuale situazione, le agenzie governative degli Stati Uniti sono in combutta con le ONG, le università e altre organizzazioni per condurre progetti legati alla zanzara. L´Operazione Bellweather, un esperimento del 1959 composto da oltre 50 test sul campo, è stata condotta in una serie di Stati tra cui la Georgia, Maryland, Utah e Arizona e Florida. L´operazione Bellweather è stata coordinata con l'Istituto Rockefeller di New York; l'impianto che attualmente alleva le zanzare. In più, l'esperimento fu supportato dall´Armour Research Foundation, l´Istituto Battelle Memorial, il Ben Venue Labs, Inc., la Florida State University e la Lovell Chemical Company.

Tuttavia  le connessioni tra i militari e la CIA, per focolai di febbre Dengue, non si limitano soltanto a questi esperimenti. È opinione diffusa che il focolaio del 1981 a Cuba sia il risultato di attacchi biologici occulti della CIA e dei militari USA. Questa epidemia è avvenuta essenzialmente dal nulla e ha provocato oltre un centinaio di migliaia di casi di infezione. Scrivono Albarelli e Martell:

"Il ricercatore americano William H. Schaap, un editore della rivista Covert Action, sostiene che l'epidemia di Cuba Dengue fu il risultato dell'attività della CIA. Gli ex ricercatori di Fort Detrick, i quali hanno tutti rifiutato di autorizzare l´uso dei propri nomi in questo articolo, hanno detto che attraverso il focolaio di Cuba essi realizzarono un lavoro avanzato e che era stato provocatodall´uomo."

Nel 1982 la CIA è stata accusata dai media sovietici di aver inviato cooperative in Pakistan e Afghanistan, ai fini della creazione di un'epidemia di Dengue. Analogamente, nel 1985 e nel 1986,le autorità in Nicaragua fecero simili affermazioni contro la CIA, suggerendo anche che essi stavano cercando di innescare un'epidemia di Dengue.

Mentre la CIA ha decisamente negato il coinvolgimento in tutti questi casi, i ricercatori dell´esercito hanno ammesso di aver lavorato intensamente con "vettori artropodi per obiettivi di guerra biologica offensiva" affermando che tale lavoro è stato condotto a Fort Detrick negli anni ' 80. I ricercatori hanno inoltre ammesso che grandi colonie di zanzare infettate sia di febbre gialla che Dengue, erano tenute presso la struttura di Frederick, Maryland.

Esiste anche una prova di sperimentazione su prigionieri federali prigionieri senza che loro lo sapessero. Come riporta Truthout:

"Molti rapporti redatti di Camp Detrick ed Edgewood Arsenal indicano come gli esperimenti sono stati condotti su prigionieri statali e federal, i quali sono stati esposti involontariamente alla febbre Dengue, come pure ad altri virus alcuni dei quali probabilmente letali."

Con tutte le evidenze degli esperimenti riguardo alla febbre denge che sono stati condotti della Cia e dai militari, c'è un ampio motivo per essere preoccupati quando si vede una coincidenza come il recente rilascio di zanzare e la successiva epidemia di febbre Dengue in Florida, sito consueto di esperimenti per tali organizzazioni.
Riguardo alla causa dell'epidemia di Dengue potrebbe anche essere posta la questione su come le campagne di irrorazione aeree siano state intensificate.

Mentre si diceva che tali irrorazioni erano per l'eradicazione delle zanzare portatrice del Dengue, il numero di persone che ha contratto la malattia si é attualmente incrementato.

Collegato alle zanzare della febbre Dengue si é verificato un altro discutibile "incidente", ed é accaduto all´improvviso il 15 novembre 2010. Una biologa molecolare dell University of South Florida, si é apparentemente suicidata bevendo cianuro nell´hotel Temple Terrace. La Dr.ssa Chauhan aveva studiato le zanzare e la trasmissione della malattia presso l'Università di Notre Dame. Se di norma cíó non sarebbe motivo di preoccupazione, se si considera il livello di interesse tenuto per le malattie delle zanzare sia dalle agenzie militari sia dall'Intelligence, la morte della Dr.ssa Chauhan potrebbe essere un caso che dovrebbe essere esaminato ulteriormente.


Fino alla sua morte è stata una ricercatrice post-dottorato nel dipartimento di salute globale nell'Università della sanità pubblica. Chi l´ha conosciuta la descrive come una persona molto ottimista ed entusiasta. Forse questa è una coincidenza, ma indipendentemente da ciò, questo è un caso che dovrebbe essere osservato attentamente.



Purtroppo, la questione degli insetti GM dispersi nell´ambiente non termina con la crescente febbre Dengue e la malaria. Nel 2009, la Bill e Melinda Gates Foundation ha assegnato $100.000 ciascuno a ricercatori in 22 paesi, al fine di mettere a punto le zanzare che fungono da "siringhe volanti". Essenzialmente, le zanzare potrebbero essere geneticamente trattate per fornire vaccini ad ogni morso.

Il denaro fu distribuito ad un'ampia gamma di istituzioni accademiche, organizzazioni senza scopo di lucro, enti pubblici e aziende private. Il finanziamento è stato parte di quello che fu definito, in un articolo di AFP, "il primo round di finanziamento per il 'Grand Challenges Explorations' della Fondazione di Bill Gates, un'iniziativa quinquiennale di 100 milioni di dollari per "promuovere idee innovative in materia di salute globale." La premessa di base accanto alle zanzare vaccinatrici è che un insetto verrà modificato geneticamente per produrre anticorpi di una certa malattia nella loro saliva, che viene quindi trasmessa all'individuo quando la zanzara lo punge.

C'è una miriade di problemi a proposito di questo metodo che partono dalla morale per la comunità scientifica. In primo luogo, la presenza di anticorpi non significa necessariamente l´immunità, ed il loro il trasferimento non puó in nessuno modo fornire immunizzazione al soggetto quando riceve la loro inoculazione. La scienza relativa allo studio degli anticorpi e dell´immunità é ancora in gran parte incerta. I  Vaccini stessi, sono completamente inefficaci e non sono mai state provati come efficienti da uno studio che non sia stato collegato ad un farmaco o ad una società farmaceutica.[1] Sono, essenzialmente, medicina basata sulla fede. [in realtà essi sono qualcosa di molto peggio, vedi per esempio il dossier sulla tossicità dei vaccini anti-influenzali e gli articoli sull'inutilità e tossicità del vaccino contro la parotite - N.d.T.]

Ancora più spaventoso è la possibilitá di rilasciare le zanzare geneticamente che siano portatrici degli agenti infettivi di alcune malattie per  provocare intenzionalmente una pandemia umana.
Coloro che hanno il sistema immunitario indebolito sarebbero a rischio più elevato, ma in tale pericolo potrebbero senza dubbio essere inclusi anche tutti gli altri poiché potrebbero essere infettati dal virus anche se devitalizzato. Il contagio da persona a persona potrebbe essere efficace lì dove le zanzare non lo sono. Se si aggiunge a questo la potenzialitá di pandemie simultanee (se diverse versioni degli insetti sono state usate contemporaneamente) si ottiene la ricetta per il genocidio su scala di massa. Purtroppo, questo è lo scenario che molti hanno previsto da qualche tempo.

Tuttavia, sebbene Gates abbia investito così tanto denaro, e nello stesso modo tanti laboriosi individui e prestigiose università hanno impiegato così tanto tempo e sforzo, l´opinione generale dei media è che i "vacciniatori volanti" non prenderanno mai il volo. Questo perché, come scrive Scienze Now:
 
"Il concetto di zanzara transgenica come 'insetto vaccinatore' è probabile che non sia un metodo praticabile per il controllo della malattia, in quanto gli "insetti vaccinatori" sono un modo inaccettabile di propinare il vaccino senza  preoccuparsi di problemi di dosaggio e consenso informato, in contrasto coi programmi di vaccinazione attuali. Queste difficoltà, per il rilascio di zanzare OGM sono maggiormente complicate dal problema dell'accettazione del pubblico."

Comunque è molto difficile credere che la Fondazione Gates abbia distribuito per i ricercatori una tale e grande quantità di denaro senza prima assicurarsi che i loro sforzi siano piú o meno concretamente utilizzabili per un uso futuro. Allo stesso modo è molto difficile credere che una volta considerate tali questioni, la Fondazione Gates avrebbe semplicemente buttato via soldi su un progetto condannato al fallimento. In realtá, chi crede effettivamente ad una simile ipotesi é molto ingenuo. Chiaramente, noi stiamo per essere condizionati ad accettare ed ad aspettare che in una certa data futura questi organismi siano rilasciati nel nostro ambiente. In quale contesto ciò accadrà, chiunque può indovinarlo.
[1] Influenza e Vaccino Influenzale: What’s Coming Through That Needle. Dr. Sherri Tenpenny


FONTE: Viruses and the GM Insect "Flying Vaccine" Solution articolo di Brandon Turbeville pubblicato il 13/12/2010 sul sito Activist Post.

Impaginazione, note e revisione della traduzione a cura di scienzamarcia

Links:


---------------------------------------------------
 
ARTICOLI CORRELATI:

Zanzare OGM per combattere il Dengue o prove tecniche di armi biologiche? 

La fondazione Gates finanzia uno studio per trasformare zanzare in 'siringhe volanti' per somministrare vaccini

L'uso di insetti come armi non convenzionali, ed in particolare delle zanzare Aedes Aegypti, da parte dell'esercito statunitense

La diffusione delle malattie portate dalle zanzare: i soliti "esperti dell'OMS" e di Greenpeace la attribuiscono ai cambiamenti climatici ed al riscaldamento globale

-----------------------------------------------------

TI POTREBBERO INTERESSARE:

I vaccini come arma biologica per ridurre la popolazione: un precedente storico   

Bill Gates finanzia le nanotecnologie dei vaccini celati 

La bella addormentata nel bosco

Il più visto di natale in TV secondo Auditel
Dal sotto bosco, fino ad addormentarsi di nuovo nella nuvola chimica insieme al suo principe...







CLICCA SU OK ;-) Molte Grazie! !

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.

Translate