Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

lunedì 24 gennaio 2011

MORIA DI PESCI ED UCCELLI: FENOMENO DILAGANTE


In molti hanno cominciato a pensare ad eventi catastrofici che coinvolgono tutto il pianeta.
Da una ventina di giorni a questa parte si sono verificati più casi in cui gli uccelli si abbattono al suolo morti e i pesci arrivano sulla battigia anche loro senza vita.
Lo strano ed inquietante fenomeno è iniziato alla fine del 2010 nell’Arkansas, è proseguito in Svezia dove sono morti dei corvi e qualche giorno fa è accaduto anche in Italia.
Negli USA si sono verificati altri casi simili anche nel Kentucky e in Louisiana e la moria colpisce indistintamente vari tipi di uccelli: storni, corvi e pettirossi.
Il fenomeno, che sta colpendo il pianeta a macchia di leopardo, si è verificato a Faenza dove sulla strada sono precipitati qualcosa come 800 tortore: gli esperti per il momento parlano di indigestione di semi di girasole da parte delle tortore che in questo periodo non trovano altro cibo disponibile.
Questa versione lascia piuttosto perplessi i cittadini che sono più  che preoccupati che pensano già a misteriosi virus, inquinamento e segnali di imminente fine del mondo .
A dirci la verità su questi strani casi di moria di pesci ed uccelli, saranno le autopsie che i medici veterinari stanno eseguendo in questi giorni sui cadaveri recuperati.


5 commenti:

Zak ha detto...

Ho saputo di morie anche di granchi, polpi e bovini, stanno facendo terra buciata!

puntozero ha detto...

@Zak

Oggi abbiamo letto che i 200 storni in South Dakota sono stati avvelenati appositamente dal Ministero dell'Agricoltura, perché davano fastidio agli allevatori (mangime).
Probabilmente ora si inventeranno delle cause più o meno plausibili.

paso ha detto...

se centinaia, anzi anche solo DUE volatili muoiono in volo e precipitano CONTEMPORANEAMENTE, la causa non può essere ascritta a malattie, contagi, inquinamento, ecc. a meno che non si trovino ad attraversare una nube di gas tossici capace però di uccidere qualsiasi altra forma di vita nelle vicinanze.
l'unica spiegazione plausibile è che siano stati abbattuti da un campo scalare o da un'onda elettromagnetica.

puntozero ha detto...

@ Paso
Giusto!
Almeno non hanno detto che sono stati dei cacciatori con fucili laser sincronizzati ...
;-)

Zak ha detto...

Mi sembra di avercapito che, a parte faenza, siano morti per lesioni interne compatibili con un trauma ma un trauma dovuto da.......... i botti di capodanno!!!!!! ma fatemi il piacere, concordo con paso.

Translate