Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

sabato 19 febbraio 2011

UFO e video: nell’ora dei veleni Piccaluga sfida gli scettici

Nell’ufologia internazionale è l’ora dei veleni. La “sindrome di Gerusalemme” sembra comunque aver sortito qualche effetto, non fosse altro nel far guardare con sospetto gli avvistamenti video presenti su Internet. Anche tra gli esperti vi sono visioni discordanti. Spesso in misura netta. Ennio Piccaluga (nella foto), direttore di Area & Scienza di Confine, invita l’intero movimento a continuare a guardare con serenità ai contributi che potranno giungere sotto forma di video.
Polemiche accese sull’UFO di Gerusalemme. Personalmente che idea si è fatto?
“Non c’è che dire, alcuni dei filmati sono suggestivi, solo che non sono congruenti fra di loro. Uno  è chiaramente ottenuto utilizzando una cartolina su cui si crea l’effetto di una luce in movimento. In un altro video la partenza verso l’alto viene preannunciata da un bagliore (inspiegabile in verità) di cui non si ha riscontro in altri filmati. In tutti i video i commenti dei testimoni non sembrano adeguati agli accadimenti. Il nostro esperto grafico, Carmine Silvestri, ha dato un parere negativo, considerando falso l’avvistamento, con una probabilità stimata intorno al 90%”
Il mondo dell’ufologia si è spaccato. Alcuni media sono stati criticati anche solo per aver divulgato inizalmente la news. Siamo di fronte ad una crisi degli UFO sightings nel 2011?
“Con l’impossibilità di visionare gli originali, rimane in ogni caso un 10% di probabilità che almeno uno dei vari filmati presenti in Rete sia autentico. Anzi, la proliferazione di video potrebbe far pensare ad un tentativo di cover-up nei confronti del primo documento che, guarda caso, sembra anche il più genuino.
Guai però a puntare il dito verso chi pubblica questi video; si rischierebbe di tacitare coloro che prima o poi potrebbero mostrarci qualcosa di autentico. Ad esempio i filmati relativi all’UFO di San Nicola Manfredi divulgati dal CUB. Consideriamo che cento filmati falsi non danno certezza dell’ inconsistenza del fenomeno UFO, mentre un solo filmato autentico (ma ce ne sono tanti)  può ottenere un risultato positivo. Diffiderei di coloro che danno giudizi perentori ed ultimativi. Spesso sono poco informati sulla fenomenologia”.
Si aspettava un tale clamore per un presunto avvistamento OVNI ?
“Video come questi hanno il merito di sensibilizzare l’opinione pubblica su questo tema, ora di stretta attualità. C’è il rischio della strumentalizzazione per dimostrare che si tratta sempre di trucchi e di scherzi. È così in molti casi. A noi interessano quei pochi episodi autentici e smaschereremo senza indugi gli eventuali falsi che verranno diffusi per confondere. Alcuni video identificati come dei falsi sono confezionati con molta cura e con l’utilizzo di computer grafica sofisticata. C’è da chiedersi chi possa essere interessato ad affrontare i costi e l’impegno di simili operazioni, apparentemente improduttive. Comunque li bloccheremo, in ogni caso. Si provi invece a contestare i video straordinari dell’avvistamento di San Nicola Manfredi. Ne parleremo anche sulla nostra rivista Area & Scienza di Confine, non un magazine ufologico, ma una rivista scientifica che affronta le tematiche al confine con le nostre conoscenze”. (Foto: Media NF)

Nessun commento:

Translate