Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

sabato 30 aprile 2011

ULTIMO TENTATIVO per fermare una beatificazione blasfema

ULTIMO TENTATIVOper fermare una beatificazione blasfema
del  Patriarca Elia
       Il Patriarca Elia a nome del Patriarcato Cattolico Bizantino elenca i fatti della apostasia di Giovanni Paolo II da Cristo e dalla Sua Chiesa e conclude che, di conseguenza, Karol Wojtyla non può essere beatificato, anzi deve essere scomunicato post mortem.
      
 Benedetto XVI ascolterà l'estremo appello dei Vescovi Ucraini?
       Se non lo farà, avverte il Patriarca Elia, si macchierà degli stessi delitti di Giovanni Paolo II e cadrà nella stessa pena, nella stessa scomunica, e i cattolici non potranno obbedirgli oltre.
       I fatti, l'appello e il monito sono ascoltabili qui di seguito: 


                     http://uogcc.org.ua/it/actual/article/?article=4523
                                http://www.gloria.tv/?media=148309

Il testo è tradotto in contemporanea da una giovane ucraina, con gl'inevitabili errori di pronuncia e di accentuazione.
       Preghiamo Dio che illumini Benedetto XVI e risparmi alla Sua Chiesa la sacrilega beatificazione.

Preghiamo che Benedetto XVI non faccia piangere la Madonna!
       All'appello dei Vescovi ucraini uniamo il documentatissimo studio diCHIESA VIVAche dimostra l'assurdità di una tale beatificazione.
       Al punto in cui stanno le cose pensiamo che soltanto un miracolo potrà impedire un tale sacrilegio: non speriamo negli uomini, speriamo in Dio. Intervenga con un miracolo Nostro Signore Gesù Cristo; intervenga l'Immacolata Madre di Dio Maria Santissima; intervengano San Giuseppe, San Michele Arcangelo e i Santi Apostoli Pietro e Paolo!
La Redazione
Grassetti, colori, parentesi quadre, sottolineature, corsivi
e quanto scritto nello spazio giallo sono generalmente della Redazione


link: www.salpan.org

Nessun commento:

Translate