Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

venerdì 8 luglio 2011

Dimostrato nesso causale tra cancro e telefoni senza fili: la probabilità di sviluppare l'austrocitoma aumenta di 5 volte se si usano continuamente i cellulari


Scienziati delle Università svedesi Hospital di Örebro e Umeå in Svezia, hanno realizzato uno studio pubblicato sull’International Journal of Oncology, e quindi soggetto a revisione autorevole che dimostra quanto sia pericoloso utilizzare sia telefoni cellulari che telefoni cordless.

I ricercatori hanno messo a confronto oltre 1.200 cittadini svedesi cui era stato diagnosticato un tumore al cervello (l’astrocitoma) con 2.500 persone che non l'avevano sviluppato . 

Come riporta il quotidiano La Stampa sul suo sito: "chi aveva iniziato a utilizzare il cellulare prima dei vent’anni aveva 4,9 più volte il rischio di ammalarsi di tumore; per chi aveva iniziato a usare il cordless il rischio, per così dire, scendeva a 3,9 volte."
Un po' curiosa però la conclusione dell'articolo menzionato: "In buona sostanza, anche dagli scienziati svedesi arriva il suggerimento che, forse, dovremmo fare più attenzione a come e quanto usiamo il telefono, sia cellulare che cordless."
Forse? Ci si domanda a questo punto come si possano avere dubbi sulla pericolosità di queste tecnologie per la comunicazione senza fili. 

1 commento:

franciaScaR - mbutoBioNicKapra ha detto...

sì. il minimo da fare è usare skudo oltre a lasciarli il più possibile lontani se non addirittura spenti e/o inviare solo messaggi. Ho letto di sfuggita che comprandolo in farmacia e conservando il biglietto d'acquisto (credo con qualche timbro dimostrante cosa si è comprato) si può detrarlo dalla dichiarazione dei redditi. Questo perchè anche lo stato non può più negarne l'evidenza.

Translate