Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

venerdì 29 luglio 2011

MACIEK KOZIERSKI E LA CAMMINATA SULLE ACQUE


Camminare sulle acque del Lago di Tiberiade come Gesù Cristo 2000 anni fa: a "ripetere“ il miracolo, almeno per un breve lasso di tempo, è stato il kite surfer polacco Maciek Kozierski.
Da noi in Polonia esiste il modo di dire ’camminare sull’acqua’, spiega il pioniere di kite surf polacco Maciek Kozierski. Da tanto tempo aveva in mente un’immagine che lo immortalasse proprio durante questo gesto – naturalmente senza trucchi e aiuti tecnici.
Illusione ottica o pura realtà? Il team intorno al sestuplo campione israelita di wake board Lior Eliyahu e i fotografi (il serbo Predrag Vuckovic e l’austriaco Joerg Mitter) hanno lavorato ben quattro giorni per il progetto miracolo al Lago di Tiberiade. Quattro giorni passati direttamente alle rive presso la chiesa di Cafarnao, famosa in tutto il mondo per la sua bellezza.
L’idea di Kozierski era proprio quella di accelerare con il suo kite fino alla velocità massima per poi staccarsi da esso sganciando anche l’ala. Un piano per niente facile e dipendente dalle condizioni del meteo: il forte vento provoca infatti onde troppo alte, mentre la bonaccia porta alla mancanza di vento.
Ben 50 volte l’atleta 26enne si è lanciato in acqua ad altissima velocità, riitentando l'impresa ripetutamente. Una volta l’ala è volata addirittura oltre la metà del lago, danneggiandosi gravemente, un'altra ha sfiorato i fotografi in acqua e sulla barca d'appoggio.
L’ultimo giorno però il 'miracolo' è stato compiuto: i fotografi sono riusciti a catturare l’immagine di Maciek Kozierski mentre camminava sulle acque, con la storica chiesa sullo sfondo a fare da cornice. Il tutto "senza doppiofondo e senza trucchetti fotografici“, giura Macxek . Per i più scettici esiste anche un video del Making of. Continuate a seguirci per vedere il video dell'impresa.
Fotogallery "Corriere"


Nessun commento:

Translate