Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

venerdì 15 luglio 2011

Mala Tempora Currunt

tratto da: freeskies



Al Gore sembra decisamente una persona costretta da qualcuno ad incarnare un ruolo specifico nei confronti dell’umanità. Ex candidato alla presidenza degli stati uniti, forse addirittura eletto secondo alcuni, si era ritirato in disparte dopo aver lasciato il campo a Bush junior, il peggior presidente della storia degli USA. Poco dopo si ricicla, o meglio, viene riutilizzato per diffondere la più parziale, talebana ed univoca delle tesi sull’andamento del clima e sulle sue cosiddette mutazioni.
La tesi di Al Gore e di chi lo ‘imbecca’ è quella, ripetuta sino all’eccesso, che vede l’uomo come causa dei cambiamenti del clima e dei suoi disastrosi effetti. L’uomo quindi con la sua avidità, la sua onnipotenza, il suo sprezzo per l’ambiente è la causa delle alluvioni, delle altissime temperature(1), delle siccità, etc. etc. …
Nonostante queste tesi siano state contrastate da numerosi studi scientifici in buona fede, testimoni di come il dibattito scientifico sia ancora aperto, Al Gore appare sicuro di se, non da spazio ad altre interpretazioni sulla natura di tali cambiamenti (sopra tutte quella astronomica legata ai cicli solari) ed afferma categoricamente, smaschera e propone soluzioni. Quale sono le soluzioni secondo lui? Forse una riduzione drastica della popolazione mondiale? Il solare fotovoltaico?
L’accrescimento del senso di colpa per quanto sta avvenendo nel mondo, cosa comporta? Già il WWF dichiarava da anni come il problema non è tanto salvare l’uomo, ma metterlo in comunione equilibrata con l’ambiente in una visione edulcorata e disneiana della natura, così come scritto nelle brutali, orribili ed offensive Georgia Guidestone. L’uomo è il vero pericolo per se stesso? E’ l’uomo un potenziale terrorista? Occorre allora irradiarlo con il Body Scanner prima che possa salire su di un aereo! La casta dei servitori, la maggior parte della popolazione mondiale, deve rendersi conto che il suo sistema di vita è sbagliato e che deve modificarlo nell’umiltà e nella contrizione di stampo religioso. La ‘consapevolezza’ di Al Gore, non tocca mai i programmi bellici del suo paese, le violenze, le torture, l’imprigionamento sistematico della sua popolazione, l’avidità territoriale, le menzogne date in pasto al mondo intero, i nuovi sistemi d’arma per il controllo di quel clima che noi avremmo compromesso. A chi la vuoi dare a bere, Al? Guardatevi questo esilarante videofumetto costruito con cura grafica ma dai contenuti di un semplicismo desolante e nauseante. Basta Al, vai in pensione che nessuno ti crede più e soprattutto smetti di fare queste costosissime ed inquinanti campagne mondiali. Si perché ad ogni evento da lui organizzato seguono convegni, conferenze, simposi, banchetti internazionali…chi ne paga le conseguenze? Basta.

(1)

Nessun commento:

Translate