Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

venerdì 12 agosto 2011

Etna nuovamente in eruzione: la sesta volta in un mese


E' iniziata poco prima delle 10 una nuova eruzione dell'Etna che potrebbe mettere a rischio l'operatività dell'aeroporto di Catania a causa della cenere vulcanica e della direzione dei venti, orientati verso sud sud-est.
Si tratta della sesta eruzione in poco più di un mese, e sembra presentare lo stesso tipo di andamento di quelle precedenti: esplosioni e fontane di lava dal cratere aperto a circa 3 mila metri di quota, alla base della bocca sommitale di sud-est.



L'attività, annunciata puntualmente dall'incremento dei tremori vulcanici registrati dai sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania, si sta intensificando e una colonna di cenere e sabbia vulcanica si sta alzando sopra il vulcano mentre una colata lavica si sta riversando nella desertica Valle del bove, sul versante est.
L'ultima eruzione risale alla notte tra il 5 e il 6 agosto: l'attività esplosiva dell'Etna era iniziata verso le 23 e si era conclusa alle 2.30, dando vita a fontane di lave e ad una colata che si era riversata nella Valle del bove. Quella volta l'esplosione del vulcano aveva portato alla chiusura temporanea di Fontanarossa.


The Day After

Nessun commento:

Translate