Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

domenica 9 ottobre 2011

Fusione Fredda ... un piatto che si mangia freddo.

letto su: tuttouno
 
Il Catalizzatore di energia (E-Cat) di Andrea Rossi è il primo dispositivo di fusione fredda in commercio. Utilizza combustibile in polvere di nichel, senza scorie radioattive o dannose.
http://freeenergytruth.blogspot.com

Ora il professor Andrea Rossi sta lavorando ad Atene per consegnare, entro la fine di ottobre 2011, il primo impianto di produzione di energia basato sul suo brevetto: una centrale da 1 megawatt da realizzare mettendo in rete i sui catalizzatori. Della cosa si è occupata anche la televisione pubblica greca.



L’E-cat, è stato sviluppato da Andrea Rossi (che ne detiene i segreti industriali e i brevetti) sulla base degli studi di Focardi. Funziona a moduli ed è potenzialmente replicabile su scala industriale a seconda delle necessità di produzione. Se dovesse essere confermata, la scoperta di Focardi e Rossi costituirebbe una rivoluzione nella produzione di energia. Pulita, “leggera” ed economica: 
“Per quanto riguarda i costi” – afferma Rossi – “si prevede 1 centesimo di euro per kWh per l’energia elettrica e 0,3 cent per kWh termico.
2.000,00 € per kW di potenza (acquisto dell’impianto)”.
Ecco il rapporto pubblicato sul test effettuato il 14 gennaio scorso alla periferia di Bologna sul reattore a fusione fredda. “Energy catalizer” preferiscono chiamarlo i loro inventori, l’ingegner Andrea Rossi e il Professor Sergio Focardi.
Le conclusioni di questo report preliminare sono assai interessanti. Scrive il dottor Giuseppe Levi dell’Università di Bologna: 
“La quantità di potenza ed energia prodotta, sia durante i test è davvero impressionante e, insieme con lo stato di auto sostentamento raggiunto durante i Test potrebbe essere un’indicazione che il sistema funziona comeun nuovo tipo di fonte di energia. La breve durata delle prove suggerisce che è importante fare esperimenti più lungo e completo. Un adeguatoprogramma di sperimentazione scientifica si ritiene necessario.”
Ecco il testo integrale del Report (in inglese): levi-and-bianchini-reports
rassegna stampa on line:

Nessun commento:

Translate