Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

venerdì 7 ottobre 2011

Scie degli aerei nei cartoni animati, come mai? Zig & Sharko


Una volta nei cartoni animati non si vedevano scie, d'altronde anche se le scie di condensa sono sempre esistite i cartoni animati dipingono per lo più delle scenografie semplificate e non curatissime nei dettagli. Eppure qui troviamo una serie di scie (sebbene non nel cielo) nelle immagini della sigla e poi esplicite scie persistenti nel cielo.

Controllate sulle vostre vecchie cassette in VHS, trovate una sola scia nel cielo (che non sia quella di un razzo usato da Willie il coyote)?

Certo che no, le scie di condensa una volta erano rare e duravano così poco che quasi mai poteva capitare di inquadrarle nello sfondo celeste di una foto, e a maggior ragione a nessuno veniva in mente di disegnarle in un cartone animato.

Ora evidentemente i grafici ed i disegnatori di cartoni animati sono pagati in nero affinché inseriscano quelle scie ovunque: cartoni animati, film, sfondi, scenografie, pubblicità ... Per non parlare dell'inserzione posticcia di scie durante la rimasterizzazione digitale di vecchi film o video musicali registrati analogicamente, pratica che ha raggiunto il suo culmine nell'aggiunta di scie persistenti ai cieli di alcuni film, come Bianco rosso e verdone (vedi la prova video relativa) o come nello spot tratto dal film the railway children.

Questi confronti col passato provano che si tratta di scie chimiche.

Nessun commento:

Translate