Cerca nel blog

Caricamento in corso...
"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

martedì 20 agosto 2013

La sindrome del complottismo


Come Seifer in Matrix, ve lo ricordate il personaggio che tradì Neo e Morpheus? Bene, oggi mi sento di parlarvi come quello che è scollegato da Matrix e vive la realtà per quella che è veramente. Ci sono passato, in prima persona...fai attenzione alle cose che mangi, quelle che bevi, fai attenzione a quello che respiri...attentamente si osservano cose, situazioni e persone. Ma alla fine ti isoli sempre di più perché tutto lo si vive come una minaccia. Questo è il rischio della conoscenza, più che il rischio lo possiamo definire il "peso" della conoscenza....pertanto vi consiglio finché ne avete le possibilità di vivere il più possibile, di non aver paura...ma specialmente di non credere a tutto quello che passa il web. La cosa più intelligente è vivere distaccati dalla realtà, pur sapendo che ci sono cosa là fuori che sono contro la vita e la libertà. Ogni tanto si può mangiare un pezzo di carne, bere una sana birra, dire cazzate...insomma la via di mezzo. Seifer nel film si mise a mangiare una bistecca al sangue gustandosela, chiedendo poi di essere un attore famoso....a differenza sua io non scendo a patti...ma dico solo di aprire gli occhi e di non farsi prendere dalla sindrome del complottismo. Be Easy...no stress.

Nessun commento:

Translate