Cerca nel blog

Caricamento in corso...
"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

domenica 27 ottobre 2013

Prova a pensare che potrebbe accadere anche a tuo figlio/figlia...

ringrazio l'amico Wlady della segnalazione...consiglio a questo punto una massima divulgazione nel web della notizia...incluso parenti, amici, preti, santi, chi ha la coscienza sporca e vuole sentirsi meglio, e tutti quelli che credono nella vita, inclusi giocatori di serie A, e ovvio i nostri cari amici politici...

Valentina è una bella bambina di 8 anni. Come tutti i suoi coetanei, le piace giocare, saltare e correre verso il futuro con la vivacità tipica dei bambini.
Qualche giorno fa si è sentita male, accusando forti dolori di pancia. Una corsa in ospedale e una diagnosi terribile. La malattia di Wilson le ha distrutto il fegato. Ha urgente bisogno di un trapianto, che è possibile anche da donatore vivente, da parte di uno dei genitori, entrambi compatibili e disponibili, come lo sarebbe ogni genitore, a fare qualunque cosa per salvare il proprio figlio.
Valentina è nata in Albania e nel suo paese non vi sono strutture che possano effettuare questo tipo di operazioni.
Gli zii, che vivono a Varese, grazie a una nostra volontaria, si sono rivolti a noi. Il Centro Pediatrico Trapianti di Fegato di Bergamo, diretto dal prof. Lorenzo D'Antiga, da noi contattato e al quale è stata trasmessa la documentazione sanitaria di Valentina, ritiene possibile l'intervento.
C'è un problema, però. Valentina, non essendo italiana, deve pagare la prestazione sanitaria, che viene quantificata in quasi 133.000 euro, il costo della sua vita!
E' una cifra che la sua famiglia non può assolutamente permettersi.
Ci siamo rivolti alla Regione Lombardia affinchè autorizzi il suo ricovero con finalità umanitaria.
Nel frattempo lanciamo un appello per salvare Valentina e apriamo una raccolta fondi, anche perchè alla degenza in ospedale vanno aggiunte le spese di permanenza per un anno in Italia per il follow-up, controlli e terapie anti rigetto.
Valentina ha voluto mandare una foto dall'Ospedale di Tirana, dove è ricoverata. Come hanno detto i medici albanesi, Valentina è nelle nostre mani e i suoi dolcissimi occhi ci chiedono aiuto. Siamo la sua unica speranza perché Valentina può resistere solo qualche settimana prima di diventare un angelo.
E' vero che, ogni giorno, nel mondo muoiono tanti bambini, ma quando uno di loro incrocia la nostra strada, non possiamo far finta di nulla.
Chi volesse dare un futuro a Valentina può contribuire, indicando la causale "La vita di Valentina", attraverso:
Conto corrente bancario Credito Bergamasco - Varese IBAN IT91 R 03336 10800 000000021266
Conto corrente postale c/c 001007333485 - IBAN IT96  K 07601 10800 001007333485
direttamente sul sito www.ilpontedelsorriso.com con il dona ora/paypal.
Intestati a IL PONTE DEL SORRISO ONLUS, via Filippo Del Ponte 19, Varese

1 commento:

wlady ha detto...

Grazie a Te Andrea.

wlady

Translate