Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

mercoledì 31 luglio 2013

Panneggi

E’ noto che Leonardo da Vinci amava dipingere i panneggi delle vesti: essi consentivano al genio rinascimentale di suggerire la tridimensionalità e la naturalezza. L’ombra indugia nell’incavo, scava le cose; la luce scivola sulla parte rilevata: ora il contrasto ora la gradazione fra lumeggiature ed ombreggiature rendono l’illusione della profondità, come fallace conferma che “là fuori” esiste qualcosa, uno spazio in cui abitare.

Dipingere, disegnare significano conoscere. Ha ragione Elemire Zolla, quando consiglia di effigiare gli oggetti al fine di comprenderli, di compenetrarli. Mentre si ritrae la natura o un altro soggetto, si scoprono i loro particolari che talora sfuggono anche all’osservazione più attenta. Ad esempio, non solo si riconosce che le spirali delle conchiglie rispecchiano gli avvolgimenti delle galassie, ma pure si rintracciano volute sulla buccia di molti frutti. Parimenti i fiori sono piccoli sistemi stellari. Tra l’altro, il movimento levogiro, il moto della vita, accomuna i corpi celesti e le piante.

Così un filo invisibile intesse l’infinitamente grande e l’infinitamente piccolo, dagli spazi siderali agli atomi, lasciando affiorare una segreta armonia. E’ questa armonia che gli artisti cercano di tradurre in immagini, suoni, colori... Resta da capire come essa possa coesistere con le aspre, violente dissonanze del cosmo. Resta da capire il suo vero significato di là dalla pelle delle cose.

I Maestri, quando trasfigurano la realtà, possono solo accennarne l’essenza enigmatica, imperscrutabile.

martedì 30 luglio 2013

STOP VIVISECTION



Spot per la campagna Stop Vivisection

Firma su http://www.stopvivisection.eu/it

Prodotto da LEAL Lega AntiVivisezionista - Milano

Regia e montaggio Lorena Melchiorre
Assistente alla fotografia Claudio Ravasi
Produzione esecutiva Vanna Brocca
Assistente alla produzione Tatiana Ferrari
Musica Marzia Castellini
Voce narrante Giancarla Malusardi
Truccatori Giuseppina Caso Stefano Cimmino Alice Cirrottola Giorgia De Crecchio Francesca Foti Cassandra Lenni Silvia Pagliarini


Si ringrazia
Vita da cani Onlus -- Associazione a tutela dei diritti animali -- Arese
Scuola BCM -- Scuola trucco fotografico -- Milano

e quanti, cani e umani, hanno prestato il loro volto in questo spot

domenica 28 luglio 2013

sulle Religioni




Mantra Of Avalokiteshvara - Medicine Buddha Mantra



Mantra Of Avalokiteshvara - Medicine Buddha Mantra, Mantra Of Avalokiteshvara, Mantra of Avalokiteshvara Tibetan.. 
Mantra Of Avalokiteshvara Lyrics:
........................................­...........
Namo Ratna Trayaya,
Namo Arya Jnana
Sagara, Vairochana,
Byuhara Jara Tathagataya,
Arahate, Samyaksam Buddhaya,
Namo Sarwa Tathagate Bhyay,
Arhata Bhyah,
Samyaksam Buddhe Bhyah,
Namo Arya Avalokite
shoraya Bodhisattvaya,
Maha Sattvaya,
Maha Karunikaya,
Tadyata, Om Dara Dara,
Diri Diri, Duru Duru
Itte We, Itte Chale Chale,
Purachale Purachale,
Kusume Kusuma Wa Re,
Ili Milli, Chiti Jvalam, Apanaye Shoha.
........................................­...................
Mantra: "musical instrument of thought", manner of speaking, religious writing or speech, 
a prayer or song of praise; a sacred formula came up to to whatever human god; an mysterious 
poetry or charming method "occasionally embodied", conjuration, magic spell, enchantment...
Video Mantra of Avalokiteshvara
Mantra of Avalokiteshvara with lyrics
Mantra of Avalokiteshvara words
Mantra of Avalokiteshvara Tibetan
Mantra Of Avalokiteshvara
Mantra of Avalokiteshvara Om Mani Padme Hum !!!
http://www.youtube.com/watch?v=6Pev6Q...
http://www.youtube.com/user/Meditatio...
--- Om Mani Padme Hum !!! ---

sabato 27 luglio 2013

Il Potere dell’Intenzione

Il Potere dell'Intenzione
Il Potere dell'Intenzione
Carlos Castaneda scriveva:
Nell universo c’è una forza incommensurabile e indescrivibile
che gli sciamani chiamano intento, e qualsiasi cosa esistente
nell’intero cosmo è assolutamente legata all’Intento da un
legame ben preciso.
Uno dei pilastri della manifestazione della realtà è il potere dell’Intenzione.
Che la mente abbia una pesante influenza sulla realtà è un dato di fatto imprescindibile. Partendo da questo presupposto, vediamo che cosa intendiamo esattamente perIntenzione: l’Intenzione non è altro che il pensiero pensato tanto da essere consolidato fino a condurci all’azione. È un impulso consapevole direzionato all’interno del quale è presente il seme della realtà.
L’Intenzione, di per sé, è un pensiero che si riempie di tutto il suo potere quando si concretizza attraverso la carica emozionale associata. Il pensiero associato all’emozione dà origine all’Intenzione, che possiamo immaginare come un precisissimo raggio laser che centra il suo obiettivo con un margine di errore assolutamente trascurabile.
Il pensiero farcito di desiderio dà origine anche a un’intensa luce dispersiva che illumina omogeneamente tanto; l’Intenzione, invece, attraverso l’emozione è una luce direzionata, precisa.
E in questo sta tutta la forza del suo potere.
Dicendola come Deepak Chopra:
L’Intenzione è il punto di partenza di ogni sogno. È il potere
creativo che soddisfa tutte le nostre esigenze.
Perché TUTTO QUELLO CHE SUCCEDE NELL UNIVERSO TRAE LA SUA ORIGINE DALL’INTENZIONE.
Nelle Upanishad, antichi testi sacri indiani (Veda), il potere dell’Intenzione è identificato espressamente:
Tu sei ciò che è il tuo desiderio più profondo. Com’è il tuo
desiderio, così è la tua Intenzione. Com’è la tua intenzione,
così è la tua volontà. Com’è la tua volontà, così è la tua azione.
Come la tua azione, cosi è il tuo destino.
Detta in questo modo, quindi, l’Intenzione si associa al concetto proposto da Wayne Dyerquale forza universale che permette l’atto stesso della creazione, in tutti gli ambiti, e alla quale abbiamo libero accesso grazie alla nostra caratteristica di essere parte olografica dell’Universo stesso, dal quale anche l’Intenzione trae origine.
L’Intenzione cosi intesa non è solo un atteggiamento personale che ci spinge ad agire individualmente, ma è piuttosto un Energia universale alla quale fizcciamo continuamente ricorso (anche inconsapevole) per dare forma reale alla nostra fisicità.
Ancora una volta, anche l’Intenzione come Energia cosmica trae la sua essenza dall’Amore: è evidente che, più l’Intenzione è accompagnata da sentimenti di Amore, più essa è potente, fino a essere infinitamente potente per l’essere umano allineato alla propria essenza.

il cuore alato - firma la petizione

Se sei per un mondo migliore, ti chiedo semplicemente di utilizzare il potere della tua intenzione. Un'intento comune per il risveglio immediato delle coscienze. Non è difficile...una firma può fare molto...50.000 firme è il traguardo...ma pensiamo all'inizio. Andrea :-) :-)
http://www.activism.com/it_IT/petizione/il-cuore-alato/44791

venerdì 26 luglio 2013

Pensiero del giorno

Edizioni Prosveta
* Novità editoriali

Pensiero del giorno sabato 27 luglio 2013.

"Imparate ad apprezzare il fatto di poter andare dappertutto liberamente. Nel caso doveste recarvi da qualche parte per voi stessi o per qualcun altro, non dite che camminare vi annoia o vi stanca. Coraggio, non siate pigri! Altrimenti più tardi potreste rimpiangere il tempo in cui potevate spostarvi con facilità.
E ringraziate il Cielo che vi tiene ancora in piedi e attivi! Per comprendere finalmente quale grande privilegio sia potersi spostare, non aspettate che un ginocchio, una caviglia o un piede vi facciano soffrire. Siate riconoscenti ogni giorno di avere la possibilità di andare e venire, e non indietreggiate davanti agli sforzi. "


Omraam Mikhaël Aïvanhov 

Roy Jones - Can't be touched



http://suoni-vibrazioni.blogspot.com

Lo sterminio degli animali e il giudizio universale

di Elio Matassi
In un articolo di ampio respiro sulle diverse forme di antispecismo (dai padri fondatori allo specismo etico a quello politico), apparso nel supplemento culturale del Corriere della Sera “La lettura”, di domenica 2 giugno 2013, Ma nessun animale è animalista, Antonio Cairoti argomenta la tesi seguente: è legittimo battersi per alleviare le sofferenze cui l’uomo sottopone gli altri esseri viventi, ciononostante la discriminazione delle specie diverse ha radici profonde nella nostra natura. Le argomentazioni speciste incorrerebbero in una obiezione di fondo riassumibile così: le stesse consuetudini predatorie degli ominidi sarebbero speculari alla loro evoluzione, in quanto il consumo di proteine animali ne avrebbe favorito l’espansione cerebrale e, nel contempo, la pratica della caccia ne avrebbe acuito le capacità cognitive. Ergo, per quanto tutto ciò possa apparire sgradevole se non orribile, la stessa dimensione umana sarebbe stata costruita sullo sterminio degli animali e l’alimentazione carnivora.
Un’argomentazione inaccettabile, che confonde stato di natura e stato civilizzato. Basterebbe rileggere un filosofo come Hegel per le sue considerazioni sulla Bildung ossia sull’educazione-formazione che implica un salto di qualità rispetto alle condizioni meramente naturali. L’uomo incrocia due diversi profili, quello naturale e quello del Geist (spirito), solo il secondo lo rende perfettamente tale.

L’argomentazione specista si fonda su un presunto dato di fatto, per il quale l’evoluzione umana sarebbe caratterizzata in primo luogo dallo sterminio degli animali; questa distruzione di massa dovrebbe configurare l’essenza della natura umana. Sarebbe troppo facile replicare con l’antispecismo politico di Marco Maurizi, ossia sostenere che lo sterminio degli animali e il dominio dell’uomo sull’uomo sono sostanzialmente due facce della stessa medaglia. Ridurre il primo significa anche specularmente arginare il secondo. Dovremmo rinunciare per sempre a questo? Dovremmo attestarci, come suggerisce Cairoti, su una prospettiva più realistica, ossia rassegnarci all’idea che l’equilibrio del pianeta e la salute stessa degli esseri umani dipendano strettamente da quella crudeltà, ora che la scienza ci dice il contrario? L’insorgere di malattie sempre più terribili, non è direttamente proporzionale al consumo sfrenato di proteine animali?
Inoltre, l’equilibrio naturale non viene forse compromesso dalla hybris sopraffattrice dell’uomo?
Allo specismo soft preferisco la radicalità del Canzoniere della morte del giovane poeta salentino Salvatore Toma, suicidatosi all’età di 36 anni, espressa in una poesia straordinaria sul giudizio universale: “E adesso/ voglio dirvi/ cosa penso io della fine del mondo./ Non ci sarà nessuna apocalisse/ nessuna catastrofe colossale/ né un dio decantato/ seduto a un bivio/ che con un cenno studiato della mano/ sotto lingue di fuoco/ e voragini indicibili/ manda a destra e a sinistra/ ora i buoni ora i cattivi/ come una macchina industriale./ Ma la terra si trasformerà/ in un prato verde fiorito/ infinito e gioioso/ pieno di porci e agnelli/ cavalli conigli/ vacche anatre galli…/ e tanti altri animali/ che per infiniti secoli abbiamo violentato ucciso/ mangiato e fatto a pezzi./ Essi sono là/ che ci aspettano…”.
Finché l’uomo non avrà rinunciato a uccidere gli animali, fino a quando “ci rifiuteremo di leggere nei loro occhi i segnali di premonizione e di sofferenza, la nostra politica dell’odio e la distruzione reciproca non avranno fine”, come ammonisce Georg Steiner ne I libri che non ho scritto. Ossia, diventa ogni giorno sempre più chiaro che tra la devastazione sanguinosa degli animali e il cupio dissolvi dell’uomo, la sua autodistruzione, vi è un rapporto diretto, come profetizza lo stesso Toma in un’altra lirica dolente: “…Hai mai visto ammazzare un maiale?/ Muore per sangue che sgorga/ per vita che se ne va/ veramente solo e oltraggiato/ fino all’ultimo momento./ Muore un po’ come te/ solo che lui è nato/ con più fortuna:/ lui ha mangiato erba e ghiande/ come un vero re/e s’è purgato ”.

giovedì 25 luglio 2013

Aventura - cuando volveras



http://suoni-vibrazioni.blogspot.it/

Togliere il silenzio sugli Ufo?

“Il silenzio sugli Ufo deve terminare”. Così l’astronauta americano Edgar Mitchell, ha dichiarato in una recentissima intervista su Bloomberg. L’eroe americano che detiene il record di di passeggiate sul suolo lunare, non è nuovo a simili esternazioni e non è il solo astronauta ad averlo fatto, essendo in buona compagnia anche con i rivali ex cosmonauti sovietici. La cosa nuova è che per la prima volta Mitchell tira in ballo uno dei problemi centrali della questione Ufo, se non il principale. “C’è una enorme quantità di denaro in ballo”.
Il ragionamento è molto semplice. Visto l’enorme gap tecnologico tra i nostri velivoli e gli Ufo, certamente, chi venisse in possesso di eventuali tecnologie “particolari”, nel caso poi riuscisse realmente a comprenderle e svilupparle, deterrebbe una supremazia mondiale sulle altre economie, basate sulle residuali energie fossili o nucleari. Per questo Mitchell cita il caso Roswell, del luglio del 1947, ricco di incredibili contraddizioni ed omissioni e testimonianze dove dalla sera alla mattina la presunta caduta di un disco volante, annunciata a mezzo stampa e via radio al mondo viene frettolosamente trasformata in esperimento militare fallito del Progetto Mogul, pallone atmosferico per il monitoraggio delle attività atomiche dell’Unione Sovietica. Come se il miglior personale militare statunitense di stanza nella base militare di Wright Patterson, dove era allocata l’unica squadriglia di bombardieri per il trasporto di bombe nucleari esistente al mondo, non fosse in grado di distinguere la differenza tra un pallone sonda e una struttura volante precipitata a terra di origine non terrestre.
Inoltre quale miglior alibi per mascherare un esperimento militare super segreto, raccontare di una improbabile caduta di un disco volante. Le istituzioni militari Usa nel corso dei decenni hanno più volte modificato la versione dell’incidente, accentuando il sospetto che qualcosa di strano sia veramente accaduto lì a Roswell, perché dopo quasi sette decenni non è più ragionevolmente giustificabile il silenzio su un incidente che avrebbe visto esposte tecnologie militari ormai obsolete.
Invece ammettere la realtà degli Ufo significherebbe accettare l’esistenza di macchine o tecnologie a noi superiori che svolazzano indisturbate sui cieli del pianeta. Già, ma queste macchine stanno a testimoniare l’esistenza delle stesse.
Come curiosamente ha fatto Massimo Adinolfi su L’Unità, nella edizione domenicale del 21 luglio, commentando in prima pagina l’intervista di Mitchell, il giornalista ha scritto: “Rovesciamo la domanda. Anziché chiederci se esistano gli alieni, domandiamoci perché non dovrebbero esistere”.
Ottimo ragionamento, una piccola rivoluzione concettuale, senza scomodare Copernico, ma che ha reso efficacemente il problema. Noi siamo una civiltà con appena 15mila anni di sviluppo tecnologico, immersi in un sistema solare di soli 5 miliardi di anni collocati in un universo di 15miliardi di anni. Bene, allora cosa potrebbe fare una civiltà extraterrestre o extra galattica, con milioni o miliardi di anni di sviluppo tecnologico superiore al nostro?
Noi saremmo forse come gli indios dell’Amazonia atti ad osservare i Jumbo747 volare sopra le nostre teste, senza possibilità alcuna di poter replicare tali tecnologie, per un gap tecnologico di soli duemila anni. E se il gap fosse superiore, cosa riusciremmo noi a far volare? Eccoci invece oggi ad osservare e ragionare sul fenomeno Ufo, fenomeno estremamente raro ma presente e reale. Osservato e documentato da astronomi e scienziati, monitorato e fotografato, da civili, militari in servizio e che ci relega in confronto a tali Oggetti Volanti Non Identificati alla stessa stregua degli indigeni.
Alcuni scienziati hanno provato a ragionare schematizzando in chiave di potenzialità delle eventuali civiltà extraterrestri, come La classificazione delle civilizzazioni galattiche su basi scientifiche che è stata proposta per la prima volta dal radioastronomo Iosif Shklovskii, ricercatore dell’Istituto di Astronomia Stenberg dell’Università di Mosca seguita poi da Kardashev e da ultimo da Michio Kaku.
Oggi, le scoperte dei pianeti extrasolari ed extragalattici hanno portato al calcolo della presenza di ben 60 miliardi di pianeti abitabili nella nostra galassia. Già ed essendo molto più antichi perché non abitati? Sempre secondo la nostra logica, pensiamo ancora di trovare le prove con strumenti tipo Seti, cioè l’ascolto di segnali radio di natura Extraterrestre e già Rubbia aveva sentenziato su questo, sostenendo il rischio di non comprendere messaggi trasmessi in modi a noi sconosciuti, proprio quando noi nel giro di alcuni decenni abbiamo già dismesso per le comunicazioni diversi sistemi di telecomunicazione. A Roma lo Swich off ha spento o dismesso i tradizionali canali televisivi analogici. Il sistema Morse, dismesso.. Probabilmente noi saremmo ciechi e sordi come gli indigeni delle foreste, circondati da civiltà avanzate come in Europa, Asia Africa, Oceania o Americhe e convinti di essere soli perché non raggiunti da messaggi tramite tam tam o segnali di fumo. Magari siamo attualmente difronte a tecnologie più evolute di millenni e forse non siamo in grado di intercettare e comprendere un eventuale messaggio o segnale intelligente proveniente da ET.
Oggi con le nuove e più libere tecnologie date dai social media, abbiamo iniziative sporadiche come l’invio di messaggistica spaziale tramite il Canberra Deep Space Comunication Complex – tramite SMS: HelloFromEarth; poi alla iniziativa del National Geographic – Twitter: Chasing Ufo, fino all’ultimissima: #earthcalling l’hashtag alieno per twittare verso Gliese 526. Ma queste sono iniziative mediatiche che secondo gli organizzatori, promosse per la sensibilizzazione del tema Ufo-ET.
Tutto in realtà, tranne che un serio progetto di ricerca, magari gestito dalle Nazioni Unite, come richiesto nella ultima conferenza organizzata a Washington, la UFO, Citizen Hearing on Disclosure del 29 aprile 3 maggio 2013. Lì il buon Mitchell in videoconferenza aveva anticipato quello che poi sarebbe apparso nell’intervista su Bloomberg. “Togliere il silenzio sugli Ufo”.

mercoledì 24 luglio 2013

Riflessione sul Sole

Io sono una fonte non ufficiale! E da fonte non ufficiale, quindi "non attendibile", posso dire quasi tutto...basta non offendere nessuno :-) :-) :-)

Nel concetto di scienza, se la scienza dice che ciò che vediamo sia giallo, allora nel modello standard tutto dovrà essere giallo. Ma senza a stare a perdermi in discorsi strani, mi va di condividere due semplici miei pensieri...potrebbero essere veri, potrebbero essere corbellerie... ma penso...quindi sono.

Le persone di solito non pensano, preferiscono lo faccia qualcuno per loro!!! :-) E già per questo mi sento più felice...più autentico!!

Mi sono chiesto: "perché il sole è giallo?" e la mia risposta è stata perché l'uomo è egoista.
Se il sole fosse verde? allora l'umanità non avrebbe più da fare guerre e avremmo tutti la pace nel cuore.

Prima che il sole si spegni del tutto dovrà passare dal giallo al verde, poi da verde ad azzurro e da azzurro a viola...

Mi sono chiesto: "cosa c'è dentro al sole?" e la mia risposta è stata....il mare!!! acqua, fonte infinita d'acqua...è stato un viaggio astrale, un viaggio telepatico al centro del sole...ma forse è una mia percezione sbagliata...ma questa è la mia verità come vi accennavo prima....

un saluto, ti voglio bene mamma!

L'antica Profezia "Hopi" "Sorgere al Quinto Mondo"


Gli Indiani Hopi nelle loro profezie ci parlano del ritorno dei Kachinas attraverso l'esplosione e la comparsa momentanea di una nuova stella che emanerà una luce bianca 

"Tu sentirai di un luogo di abitazione nei cieli, sopra la terra, che cadrà con grande fragore.
Esso apparirà come una stella..I Popoli Nativi ora stanno tornando al loro modo di preparare per gli ultimi giorni...gli ultimi tempi"

La fine di tutti i rituali Hopi avverrà quando un Kachina si toglierà la maschera durante una danza nella piazza davanti aibambini non iniziati. 
Per un po non ci saranno più rituali né fede. Allora Oraibi sarà rinnovato nella fede e nel rituale, segnando lavvio di un nuovo ciclo della vita Hopi".

Piuma Bianca, Clan dellOrso, Tribù Hopi


Il Quarto Mondo finirà presto ed il Quinto Mondo comincerà. Questo era ovunque risaputo dagli Anziani. I segni si sono manifestati nel periodo di molti anni e pochi devono ancora manifestarsi.

Questo è il Primo Segno:

Noi eravamo informati dellarrivo degli uomini dalla pelle bianca, simili ai Pahana (Hopi), ma che non vivevano come i Pahana. Questi uomini hanno preso la terra che non è loro ed hanno colpito i loro nemici col Tuono (fucili).

Questo è il Secondo Segno:

Le nostre terre vedranno larrivo di Ruote che Girano colme di Voci (carri coperti).

Questo è il Terzo Segno:

Strani animali simili al bufalo, ma con grandi lunghe corna copriranno la terra in gran numero (Bovini a corna lunghe).

Questo è il Quarto Segno:

La terra sarà attraversata da serpenti di ferro (le strade ferrate).

Questo è il Quinto Segno:

La terra sarà intersecata da gigantesche tele di ragno (linee elettriche e telefoniche).

Questo è il Sesto Segno:

La terra sarà intersecata da fiumi di pietra che creano figure nel sole ( i rilevati stradali ed il loro creare miraggi).

Questo è il Settimo Segno:

Tu sentirai di un mare diventato nero e di molti esseri viventi morti a causa sua (pozzi di petrolio).

Questo è lOttavo Segno:

Tu vedrai molti giovani che portano i loro capelli lunghi come quelli del nostro popolo venire ed unirsi alle tribù per imparare la nostra via e la nostra saggezza (Hippies).

E questo è il Nono ed Ultimo Segno:

Tu sentirai di un luogo di abitazione nei cieli, sopra la terra, che cadrà con grande fragore. Esso apparirà come una stella blù.

Molto presto dopo questo avvenimento, le cerimonie del popolo Hopi cesseranno.

Questi sono i Segni che la grande distruzione è arrivata:

Il mondo sussulterà su e giù . Luomo bianco combatterà i popoli di altre terre, quelli che possiedono la prima luce della saggezza. Ci saranno molte colonne di fumo e fuoco come quelle che luomo bianco ha già fatto nel deserto non lontano da qui. Quelli che abitano e vivono nella terra degli Hopi saranno salvi. Allora ci sarà molto da ricostruire. E presto, molto poco dopo, i Pahana torneranno.

Essi porteranno con loro lAurora del Quinto Mondo. Essi pianteranno i Semi della Saggezza nei nostri Cuori. Almeno ora i semi sono stati impiantati. Questi spianeranno la via per Emergere nel Quinto Mondo.

Da Profezie del Popolo Rosso,

http://ununiverso.altervista.org/blog/profezie-hopi-siamo-molto-vicini-al-tempo-della-purificazione/

lunedì 22 luglio 2013

...cambierà se solo anche tu lo vorrai!!!




A vent'anni dalla tua morte voglio ricordarti così..
ciao Paolo.. in questa foto sorridevi felice accanto alla persona che amavi e fra le ginocchia stringevi tuo figlio.. voglio ricordarti così..
il tuo sorriso rimarrà sempre vivo nel mio cuore..

Grazie sig.ra Agnese per il coraggio delle sue parole.. “Uno Stato popolato da ricattatori e ricattati non potrà mai avere e dare né pace né libertà ai suoi figli. Non provo meraviglia: mio marito aveva capito tutto”. “Non perdono quei rappresentanti delle istituzioni che non hanno il senso della vergogna, ma sanno solo difendersi professandosi innocenti come normalmente si professa il criminale che si è macchiato di orrendi crimini”

INDIGNADOS ITALIA 
Non credo sia più il tempo di delegare ad altri la lotta per cambiare questo stato di cose, nè tantomeno quello di voltarsi dalla parte opposta per non vedere quello che neanche la tua coscienza vuol vedere.
E non è il tempo per ripetere ancora una volta quella frase che che ci uccide ogni qualvolta la pronunciamo e che ha rovinato il nostro paese "tanto non cambierà mai nulla"
...cambierà se solo anche tu lo vorrai!!

Antonio Barbagallo
Video: http://www.vimeo.com/13036672

Passerotto non andare via



passerotto non andare via 
nei tuoi occhi il sole muore giù 
scusa se la colpa è un poco mia 
se non so tenerti ancora qua. 
ma cosa è stato di un amore 
che asciugava il mare 
che voleva vivere 
volare 
che toglieva il fiato 
ed è ferito ormai 
non andar via 
ti prego 
passerotto non andare via 
senza i tuoi capricci che farò 
ogni cosa basta che sia tua 
con il cuore a pezzi cercherò 
ma cosa S stato di quel tempo 
che sfidava il vento 
che faceva fremere 
gridare 
contro il cielo 
non lasciarmi solo no... 
non andar via 
non andar via 
senza te 
morirei 
senza te 
scoppierei 
senza te 
brucerei 
tutti i sogni miei 
solo senza di te 
che farei 
senza te 
senza te 
senza te 
sabato pian piano se ne va 
passerotto ma che senso ha 
non ti ricordi 
migravamo come due gabbiani 
ci amavamo 
e le tue mani 
da tenere, da scaldare 
passerotto no 
non andar via 
non andar via 

http://suoni-vibrazioni.blogspot.com

domenica 21 luglio 2013

SPORT MENTAL TRAINING - TRAIN TO SMILE TV

http://www.traintosmile.com 
MENTAL TRAINING 
Gives you more Energy !
Achieving your personal best.
If you are Fit, You look good !
Train with me.



----

Messaggio Dallo Shamano Di Giallonardo



Siete Qui per Evolvere insieme al Pianeta ed i vostri Fratelli.
Non per stare in poltrona a farvi Lobotomizzare il cervello dalla TV e continuando a fare la guerra tra i poveri, annientandovi l'uno con l'altro senza che ve ne rendiate conto.
Aprite i vostri Occhi, le vostre Menti, i vostri Cuori e tutto sarà più chiaro.
ZaMBàLa

allora non mi sbagliavo!!

Nel post di ieri parlavo della correlazione tra sintomi fisici e terremoti/ionosfera caricata...e quanto pare non mi sbagliavo...notizia fresca, fresca...sta notte forte scossa di terremoto nelle Marche di Magnitudo 4.9!!! http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=179896 . Dal mio punto di vista i sensi sono meglio dei grafici, e di dati scientifici...Viva lo sciamanesimo.... :-) :-)

P.s.: sicuramente i "poteri forti" usano queste tecniche al fine di vendere più medicinali (ma questa cosa non ditela a nessuno, e solo una mia idea...)

sabato 20 luglio 2013

Introduzione alla Medicina Orgonica di Wilhelm Reich

Vebgono descritti i libri chiave per comprendre le teorie sull'energia orgonica di Wilhelm Reich in particolare sulle terapie con accumulatore orgonico

http://orgone.altervista.org/cloud_buster.htm

dov'è finito il sito di Haarp?


Sono due giorni che soffro di infiammazione al nervo ottico . Sì, dico nervo ottico ma anche gengiviti e qualche dolorino alle articolazioni...quando una persone conosce il proprio corpo, sà anche a cosa siano dovuti certi sintomi (non è il giro d'aria o la piscina) . Appunto io mi conosco!! E così, vado a controllare i livelli della IONOSFERA sul sito di Haarp...e come per magia...non è accessibile...ma guarda un pò che strana coincidenza. Ancora gli occhi non mi sono usciti del tutto dal mio viso e non si sono messi a ballare la DISCO DANCE!! se anche voi avete come me questi "dolorini"...sappiate che c'è un 90% di probabilità che la ionosfera sia carica, molto carica....

ora vi indirizzo ad un altro articolo in cui avevo appunto "beccato" fortunatamente il sito haarp con i grafici al massimo....(consiglio di munirvi di Orgonite e Cloudbuster x alleviare l'effetto pollo in MICROONDE)

Poi si chiedono come mai ci siano morti improvvise di Merli nel Mondohttp://ilsole24h.blogspot.it/2012/12/poi-si-chiedono-come-mai-ci-siano-morti.html



venerdì 19 luglio 2013

Debitocrazia - Debtocracy "Il debito lo paghi chi lo crea" (Sub.ITA)

Un documentario dei giornalisti Katerina Kitidi e Aris Hatzistefanou sulla crisi greca.

Prodotto e diffuso tramite internet cerca di capire come è stato accumulato l'enorme debito pubblico del paese e punta il dito contro i responsabili. 
Dopo il suo inaspettato successo, il dibattito è esploso.

I protagonisti di questo documentario (circa 200 personalità) hanno firmato una petizione per l'istituzione di un comitato internazionale che investighi sull'origine del debito e individui i responsabili. Per loro la Grecia avrebbe il diritto di rifiutare il rimborso del suo "debito ingiustificato", cioè del debito accumulato attraverso atti di corruzione commessi contro l'interesse della società.

Debtocracy è un atto politico e presenta un punto di vista ben definito sugli avvenimenti che hanno portato la Grecia sull'orlo del baratro. 
Le opinioni vanno tutte in una direzione, quella scelta dagli autori, che fin dai primi minuti mettono in chiaro il loro modo di vedere le cose: "In quasi 40 anni due partiti, tre famiglie politiche e alcuni grandi imprenditori hanno portato la Grecia al fallimento. Questa gente ha smesso di pagare i cittadini per salvare i suoi creditori".

Il documentario denuncia i "complici" di questo fallimento. 
I primi ministri e i ministri delle finanze degli ultimi dieci anni in Grecia sono presentati come i responsabili di una serie di connivenze che hanno spinto il paese nel precipizio.
Si serve inoltre dei casi dell'Ecuador e dell'Argentina per sostenere la tesi secondo la quale il rapporto di un comitato di esperti può essere utilizzato come strumento di negoziazione per cancellare una parte del debito e il blocco degli stipendi e delle pensioni.

"Cerchiamo di prendere spunto dagli esempi di paesi che hanno detto no all'Fmi e ai creditori stranieri. A questo scopo abbiamo parlato alle persone che hanno condotto questa valutazione in Ecuador e che hanno dimostrato come gran parte del debito fosse illegale".

La smorfia

Mi è capitato di avere a che fare con delle persone che improvvisamente mentre ci stai parlando fanno delle smorfie. Ma la cosa interessante è che questo tipo di "fenomeno" avviene quando c'è lo sguardo di mezzo, ma ne parlo perché è avvenuto anche a degli amici. La domanda che nasce spontanea è la seguente: "Come mai Tizio o XYZ hanno questi atteggiamenti strani?". Sono giunto ad una conclusione...non è che sono matte o sono delle persone stressate o schizofreniche...ma semplicemente avvertono un energia...quella del terzo occhio, e a loro da fastidio!...perché il loro terzo occhio evidentemente è più debole. Da scartare l'ipotesi dell'aspetto fisico, per intenderci "uno è brutto da morire" allora gli viene la smorfia...

Xtimes di Luglio in Edicola!

EDITORIALE
In Italia il peggiore cover-up
Tesla.jpgCirca un anno fa, l’Huffington Post americano pubblicava la testimonianza di un ufficiale della US Air Force in pensione, Richard French, secondo il quale a Roswell, in quello storico 1947, si schiantarono ben due navicelle extraterrestri, di cui una abbattuta da un aereo sperimentale statunitense decollato dalla base di White Sands, in New Mexico, e dotato di un’arma a impulsi elettromagnetici. Quasi contemporaneamente, un agente della CIA, Richard Brandon, rilasciava dichiarazioni su documenti top secret riguardanti il caso Roswell, da lui visti “per caso”, che lo avrebbero convinto dell’origine ET del velivolo caduto vicino all’ormai famosa cittadina americana. Le dichiarazioni di Brandon avevano fatto più scalpore perché accompagnate dalla pubblicazione di un romanzo, The Cryptos Conundrum, sul ruolo dei servizi segreti nella questione ET, la nascita della CIA e del cover-up UFO, e la creazione di un comitato apposito, (il Majestic-12?) che avrebbe dovuto occuparsi di tutto ciò che riguardava la realtà aliena, in modo autonomo rispetto al Congresso. Una conferma, insomma, di quanto molti ricercatori e insider hanno già detto, ma questa volta da un agente dell’Agency per eccellenza. French, durante la sua deposizione al Citizen Hearing on Disclosure, di cui abbiamo pubblicato un report sul numero di giugno, ha rilasciato altre dichiarazioni, che riportiamo questo mese nell’articolo “Il Disclosure a Washington”, a cura di Paola Harris. Vale la pena di leggerle, perché in esse French racconta di essere stato un investigatore del Project Blue Book, per il quale doveva screditare i casi ufologici, ma un bel giorno fu testimone non solo di due velivoli che lui ritiene essere stati di origine extraterrestre, ma anche del suo equipaggio... Il negazionismo assoluto delle autorità in materia ET sta venendo meno, anche se non tutti se ne accorgono. I principali quotidiani statunitensi si sono occupati dell’evento di Washington. Questo vorrà pur dire qualcosa. E se non comporterà una dichiarazione ufficiale al mondo sulla realtà aliena, dovrebbe almeno far ricredere sul fatto che gli «UFO reali come gli aerei che volano sulle nostre teste», per citare Paul Hellyer, siano qualcosa che non ci riguarda. L’Italia, tuttavia, sembra impermeabile a tutto questo. Nonostante nel nostro Paese abbondino le pubblicazioni di settore, vi siano moltissimi siti e blog sull’argomento, e trasmissioni televisive che ne parlano hanno un certo successo, il tema è del tutto estraneo alla discussione pubblica e politica. L’Europa in questo senso si dimostra - non è una sorpresa - molto conservatrice, e l’Italia in primis, nonostante quello che mi sembra un buon interesse da parte del pubblico. Il divario fra establishment nel suo insieme e popolazione civile in materia di UFO è quanto mai netto in Italia, e non si intravedono miglioramenti. Se vi sono militari italiani che “sanno”, non hanno evidentemente il permesso di parlare, nemmeno una volta andati in pensione, come accade negli USA. Perché? Perché il cover-up in Italia è più forte che in America?
Lavinia Pallotta
Come ogni mese, è disponibile sul nostro sito, www.xpublishing.it la versione in pdf della rivista e tutte il sommario completo degli articoli. Buona lettura!

giovedì 18 luglio 2013

Bob Marley - Buffalo Soldier



http://suoni-vibrazioni.blogspot.com

mappa per monitorare i disastri naturali

Il nuovo progetto realizzato dall’RSOE-EDIS è una mappa online che riesce a monitorare le catastrofi che avvengono nel mondo in tempo reale, non stiamo parlando solo di terremoti e incidenti aerei, ma con questa mappa vengono monitorati anche eventuali meteoriti e anche eventuali collisione con alcuni asteroidi. 

http://hisz.rsoe.hu/alertmap/

mercoledì 17 luglio 2013

Solero

Buono!!!! :-)

Ramtha : Riconoscete Dio in Voi

http://riccamente.blogspot.com/ Per secoli vi è stato insegnato che Dio sta fuori dal vostro Regno, da qualche parte nella profondità dello spazio...
Il testo del video è tratto da " Dio in Te " di Ramtha.

SCHEDA LIBRO " DIO IN TE " :
http://riccamente.blogspot.com/2011/0...

http://www.raminitaliano.com/

Translate