Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

sabato 31 agosto 2013

Et telefono casa...



http://mistero-ufologia.blogspot.it/

Kickboxing e sclerosi multipla

Una delle sorprese più belle che l'anno in corso ha riservato all'Associazione SM è la conferma da parte di Franz Haller, il pluri-campione del mondo di kickboxing, di allenare in questo sport anche le persone con sclerosi multipla SM presso la sede della nostra associazione.

La kickboxing è un'ottima opportunità per le persone affette da SM vogliose di praticare sport. La kickboxing influisce positivamente sullo sviluppo muscolare, a partire da un lieve stretching per poi passare ad un leggero lavoro di ginnastica. L'allenamento riguarda tutto il corpo e gli esercizi aumentano il senso di equilibrio e la coordinazione, sviluppando la percezione del proprio corpo. Ciò costituisce il lavoro di base dell'allenamento. Ma la vera forza della kickboxing è il divertimento! Con il suo modo di agire fortemente carismatico, Franz Haller riesce ad avvicinarci a questo sport da combattimento, lasciando spazio durante l'allenamento alle varie situazioni individuali. Attraverso i cuscinetti imbottiti maneggiati dall'allenatore, ci si può sfogare liberandosi così da frustrazioni accumulatesi nel tempo. L'allenamento professionale, adatto alle esigenze individuali, cambia la percezione del proprio corpo ed influisce positivamente sull'autostima personale.

Uno studio recente dimostra che lo sport da combattimento, chiamato kickboxing, è in grado di migliorare la mobilità e il senso dell'equilibrio. A questo studio condotto in Ohio hanno partecipato undici malati SM che si sono allenati insieme tre volte alla settimana e per un periodo di cinque settimane. Gli scienziati hanno misurato la mobilità e l'equilibrio prima e dopo i singoli allenamenti, comparandone poi i risultati. L'elaborazione di questi test ha dimostrato che la capacità di rimanere in equilibrio e la velocità di deambulazione erano migliorate.

Monika Kahler

Sito dell'associazione: www.ms-sm-bz.org

venerdì 30 agosto 2013

Europe - The Final Countdown



The Final Countdown, con i suoi quasi 10 milioni di copie vendute in tutto il mondo, è il singolo più famoso pubblicato dagli Europe, che nel febbraio 1986 anticipa l'uscita del loro terzo album The Final Countdown.
«Un giorno Joey ci chiese di ascoltare la canzone che aveva scritto. Aveva registrato una demo in una cassetta ed era molto eccitato al riguardo. Entrammo tutti nella sua macchina e sentimmo la cassetta. C'era qualcosa di speciale in quella canzone, una canzone con una vita a sé.» (Ian Haugland parlando del brano The Final Countdown)
È stato pubblicato in 45 giri in molti paesi, successivamente al massiccio successo dell'album, nella seconda metà del 1986 e nel primo 1987. Il pezzo nasce da un vecchio riff di tastiera composto da Joey Tempest intorno al 1981-82, il testo si ispira invece a Space Oddity di David Bowie.
Con una durata di 5 minuti e 11 secondi, The Final Countdown ha venduto quasi 10 milioni di copie in tutto il mondo ed è stato 1° in 27 nazioni. In Italia è rimasto al 1° posto nelle classifiche per 9 settimane consecutive.
Il singolo contiene anche On Broken Wings, brano non presente nell'album, ma pubblicato successivamente in 1982-1992 e Rock the Night: the very best of Europe. La versione Original Radio Edit di The Final Countdown della durata di 3 minuti e 59 secondi, è stata pubblicata nel singolo-remix The Final Countdown 2000.

mercoledì 28 agosto 2013

India: misteriose impronte nella roccia indicano che un antico popolo stava aspettando “gli ospiti dal cielo”

In un piccolo villaggio indiano di Nagri nel Madhya Pradesh,  una squadra di geologi guidata da Nitish Priyadarshi ha effettuato delle ricerche e studi sul alcune raffigurazioni che si trovano su una roccia, che i locali residenti considerano le tracce degli dei che scendono dal cielo.
Impronte misteriose nella roccia possono indicare che l'antico popolo stavano visitando gli ospiti dal cielo
In delle tante raffigurazioni ci sono delle impronte di suole di sandali, di migliaia di anni fa, che appartenevano al popolo di questa regione. La dimensione di una delle coppie di impronte è di curca 28 centimetri di lunghezza e 13 in larghezza, l’altra di 25 cm di lunghezza e 11 in larghezza. Secondo la mitologia indù, la divinità Rama e Lakshmana aveva trascorso un po di tempo in questi luoghi in cerca di Sita, moglie di Rama.
Priyadarshi ha detto che “le impronte trovate sul granito, a suo parere, erano state stampate sulla solida roccia manualmente dalla gente del posto – in memoria di ospiti insoliti provenienti dal cielo.”
 Impronte misteriose nella roccia possono indicare che l'antico popolo stavano visitando gli ospiti dal cielo
Impronte misteriose nella roccia possono indicare che l'antico popolo stavano visitando gli ospiti dal cielo
Allo stesso sullapietra abbiamo trovato impronte di oggetti volanti e immagini – ma su fronti diversi. Forse sono stati intagliati, per raccontare come le due divinità vengono in questo luogo su diversi oggetti volanti “, – ha detto Priyadarshi.
Età dei graffiti non è stata ancora valutata e a giudicare dagli effetti atmosferici che la pietra è stato sottoposta a tutto questo tempo, come si evince anche dai segni misteriosi, la valutazione dell’età di questi disegni dovrebbe essere in qualche migliaio di anni.
Redazione Segnidalcielo

martedì 27 agosto 2013

Il buddha del budino

C'è chi si collega all'energia (egregora) del Buddha, di Maometto, di Yahwe, di Geova, o dal santo di turno...e io mi collego invece all'energia del Buddha del budino! ed è un'energia che non appartiene a nessuna religione, culto o credo. Se sei anche tu un essere libero/a di credere...collegati all'energia del BUDDHA DEL BUDINO! Pensa...la mia pergamena si è appena sciolta sulla parete...lasciando granelli di dolcissimo zucchero e profumo di cioccolata nell'aria.

Capolavoro canzone dei negrita vietata da radio ed mtv


Il video della canzone dei Negrita "Il libro in una mano la bomba nell'altra" dei negrita realizzato da avyan... dedicato a tutti quelli che amano sapere le cose come stanno...

Il libro in una mano, la bomba nellaltra - Negrita - HellDorado (video non ufficiale)
singolo estratto dall'album HellDorado

Nel mese di agosto GIOIA INFINITA è balzata al #1 del Music Control, l'organo che rileva la quantità di passaggi radiofonici in Italia. Mai un singolo dei Dottori era salito così in alto! Neanche ROTOLANDO o MAGNOLIA che si erano comportate benissimo raggiungendo il podio.

Come ben sapete esistono 2 versioni, quella dell'album e il Soul Mix bene.... dopo la collaborazione del 2008 con l'artista internazionale colombiano Juanes su DOVE LE PIETRE SONO MINE, se n'è aggiunge una terza, GIOIA INFINITA feat. Juanes, che prenderà sicuramente posto nell'edizione spagnola di HELLDORADO prevista per il prossimo autunno. 

NEGRITA • Helldorado 

Titolo: Helldorado
Artista: Negrita
Etichetta: Black Out
N. dischi: 1
Data: 31 ottobre 2008
Supporto: CD Audio

1. Radio Conga
2. Il libro in una mano, la bomba nell'altra
3. Melavida en Buenos Aires
4. Soy taranta
5. Gioia infinita
6. Il ballo decadente
7. Muoviti!
8. Che rumore fa la felicità?
9. Salvation
10. Ululallaluna
11. Notte mediterranea
12. Brother Joe

TESTO
La macchina che guidi 
guarda bene non è tua, 
la paghi tutti i giorni 
al fabbricante di liquame 
che va a cena con i santi 
che t'infilano le bombe nelle tasche. 

E fanno guerre 
che bruciano ragazzi come te 
che cadono col sogno di proteggere un sogno 
e in chiesa la gente che piange 
fa largo e si stringe, 
nel posto in prima fila 
c'è sempre un governante 
che tratta col mercante 
che cena con i santi 
che tirano le bombe 
e tirano le somme 
e il ciclo non si rompe, 
la guerra non è santa, 
ma noi stiamo arrivando... 

COL LIBRO IN UNA MANO, 
LA BOMBA NELL'ALTRA... 

Nel pane c'è il corpo, 
nel vino c'è il sangue; 
nell'oro il demonio, 
nell'umiltà il santo... 
Nel pane c'è il corpo, 
nel vino c'è il sangue; 
nell'oro il demonio, 
nell'umiltà il santo... 

Scintilla un anello 
di giallo metallo, 
la mano pietosa 
saluta il Consiglio... 
Al polso gemelli 
di rosso rubino, 
su un abito bianco 
di seta e di lino... 
La porpora è un manto 
di gloria e di vanto, 
sul petto una croce 
con sopra il suo Santo... 
"Non m'immortalate!" 
diceva il suo canto, 
"Non mi sbandierate!", 
gridava il suo pianto. 

Nel pane c'è il corpo, 
nel vino c'è il sangue; 
che Dio ci perdoni, 
se stiamo pregando... 

COL LIBRO IN UNA MANO, 
LA BOMBA NELL'ALTRA... 

Abbiamo il fuoco, 
abbiamo ragione. 
Saremo più grandi, 
saremo più uniti, 
saremo più forti 
di chi ci ha colpiti... 

COL LIBRO IN UNA MANO, 
LA BOMBA NELL'ALTRA...

lunedì 26 agosto 2013

Gate Gate Paragate Parasamgate Bodhi Svaha



Oṃ gate gate paragate parasamgate bodhi swah è un celeberrimo mantra, comunemente chiamato «Grande mantra» e «Mantra della grande sapienza, supremo, incomparabile, che libera da ogni sofferenza». Il mantra del Sutra del Cuore viene usato come una saggia formula magica che risveglia la conoscenza della nostra vera natura. Nel Sutra viene considerato come un grande mantra sacro, il grande mantra della saggezza, il mantra insuperato, il mantra che non ha pari, il mantra che guarisce ogni sofferenza. Rappresenta il suono che sintonizza la mente di chi lo recita con la Sapienza Perfetta, con la Natura Risvegliata.
Il Grande mantra dovrebbe quindi essere inteso come la verità che libera, perché non c’ è alcun inganno dietro di esso. Molti credono che il Sutra del Cuore sia uno strumento per conseguire ilRisveglio, ma non è così, poiché la funzione è rivestita dal mantra stesso. Implicitamente, il mantra esprime il significato dei dieci stadi e delle dieci perfezioni di un bodhisattva. Se recitato giornalmente, anche per poche volte, crea impronte mentali che permettono di comprendere intuitivamente la vacuità. Se recitato di mattina e prima di addormentarsi, contemplando il concetto di vacuità, aiuta il praticante a sviluppare i presupposti della comprensione della vacuità stessa nella vita presente e in quelle future.

domenica 25 agosto 2013

Simply Red - For Your Babies



Hai di nuovo quello sguardo
Quello che speravo di avere quando ero un ragazzo
Il tuo viso si sta illuminando radioso
Il tuo sorriso mi ha fatto vantare, e ha fatto accelerare il battito del mio polso 
Ad ogni modo i quattro venti che soffiano
Mi faranno veleggiare verso casa da te
O volerò con la forza di un arcobaleno
Il sogno della pentola d’oro aspetterà nei tuoi occhi

Sai che farei qualunque cosa vuoi
Hey io, io cerco di darti tutto ciò di cui hai bisogno
Posso vedere che ti arriva
Non credo in molte cose
Ma credo in te

La sua fede è sconcertante
Il dolore che attraversa conteneva in sè
La speranza per te
Il tuo intero mondo è cambiato
Gli anni trascorsi prima sembrano più bui
che sereni
In molti modi il tuo bambino controllerà
Quando non ti sdrai per giorni
Perché gli sventuratoi non hanno tempo per pensare
Sono troppo occupati a cercare soluzionii

Sai che farei qualunque cosa vuoi
Hey io, io cerco di darti tutto ciò di cui hai bisogno
Posso vedere che ti arriva
Non credo in molte cose
Ma credo in te

Sai che farei qualunque cosa vuoi
Ogni giorno io cerco di darti tutto ciò di cui 
Hai bisogno
Ci saremo sempre per te
Non credo in molte cose 
Ma credo in te

sabato 24 agosto 2013

Pensiero del giorno

"Gli alberi... che ricchezza, che benedizione! Soprattutto quando si giunge a percepire che tutta quella materia solida e compatta è in realtà luce condensata. Sì, quei tronchi, quei rami, quel fogliame si nutrono di luce e sono luce solare condensata. Come non rimanere incantati al pensiero che in essi l’amore del sole si trova in abbondanza? Inoltre, purificando l’atmosfera mediante l’ossigeno che rilasciano, gli alberi sono anche nostri benefattori; ecco perché chi vive vicino a una foresta è veramente privilegiato.
Una foresta è naturalmente un luogo pieno di presenze. Non appena inizio a camminare fra gli alberi percepisco alcune
presenze: per questo parlo loro. So in che modo rivolgermi a quegli esseri, so come comunicare con la loro anima, ed essi mi comprendono. Tutti quegli alberi sono abitati, e gli esseri umani sarebbero più felici se ne fossero consapevoli e cercassero di intrattenere con essi vere relazioni. Cos’è una quercia?
Cos’è un abete? Cos’è un eucalipto?… Occorre essere rimasti ore intere presso gli alberi per scoprirne l'anima e comunicare con essa. "


Omraam Mikhaël Aïvanhov 

Edizioni Prosveta
* Novità editoriali

venerdì 23 agosto 2013

Om Mani Padme Hum (canta che ti passa)



Letteralmente, il mantra può essere tradotto in «Salve o Gioiello nel fiore di Loto». Il suo significato è fortemente simbolico al di là della sua traduzione letterale, e viene raccomandato in tutte le situazioni di pericolo o di sofferenza, o per aiutare gli altri esseri senzienti in condizioni di dolore. Uno dei suoi significati più tenuti in considerazione è la collocazione del Gioiello, simbolo della bodhicitta, nel Loto, simbolo della coscienza umana. Ha altresì il potere di sviluppare la compassione, grande virtù contemplata dal Buddhismo.


giovedì 22 agosto 2013

Guardatevi i 25 video di Matteo Scanni



Matteo Scanni

L'ITALIA CHIAMO' - Un film di Matteo Scanni, Leonardo Brogioni, Angelo Miotto

documentario - Italia - 2008

Quattro militari italiani contaminati dall'uranio impoverito cercano un difficile ritorno alla normalità al rientro dalle missioni di pace in Kosovo, Bosnia e Iraq.

Per informazioni: onoff.doc@gmail.com

Guarda l'inchiesta multimediale su
www.litaliachiamo.net

Trattamento Reiki di Base Metodo Usui



Per Informazioni: http://www.reiki.it/trattamento-reiki....
Il Trattamento Reiki di Base, detto anche "La Fondazione" dura almeno un'ora e mezza e riguarda tutti i principali punti energetici del corpo, i chakra, gli organi di senso, gli organi interni, le articolazioni, i meridiani.
Dopo aver ricevuto l'attivazione al Primo Livello, siamo in grado di trasmettere l'energia di Reiki e conseguentemente guarire noi stessi e gli altri.
E' sufficiente appoggiare le mani per qualche minuto sul proprio corpo o sul corpo del partner per avvertire un passaggio di energia sotto forma di calore o vibrazione.

martedì 20 agosto 2013

Neomorpheous - Aes Dana - Matter & Spirit Mix



http://www.raminitaliano.com/

La sindrome del complottismo


Come Seifer in Matrix, ve lo ricordate il personaggio che tradì Neo e Morpheus? Bene, oggi mi sento di parlarvi come quello che è scollegato da Matrix e vive la realtà per quella che è veramente. Ci sono passato, in prima persona...fai attenzione alle cose che mangi, quelle che bevi, fai attenzione a quello che respiri...attentamente si osservano cose, situazioni e persone. Ma alla fine ti isoli sempre di più perché tutto lo si vive come una minaccia. Questo è il rischio della conoscenza, più che il rischio lo possiamo definire il "peso" della conoscenza....pertanto vi consiglio finché ne avete le possibilità di vivere il più possibile, di non aver paura...ma specialmente di non credere a tutto quello che passa il web. La cosa più intelligente è vivere distaccati dalla realtà, pur sapendo che ci sono cosa là fuori che sono contro la vita e la libertà. Ogni tanto si può mangiare un pezzo di carne, bere una sana birra, dire cazzate...insomma la via di mezzo. Seifer nel film si mise a mangiare una bistecca al sangue gustandosela, chiedendo poi di essere un attore famoso....a differenza sua io non scendo a patti...ma dico solo di aprire gli occhi e di non farsi prendere dalla sindrome del complottismo. Be Easy...no stress.

lunedì 19 agosto 2013

Ungheria salda in anticipo debito con Fmi e risparmia 11 milioni di euro

BUDAPEST – 12 Ago 2013 – Il ministero dell’Economia ungherese ha annunciato oggi che Budapest ha ripagato, in anticipo, l’intera quota di debito che aveva ancora nei confronti del Fondo monetario internazionale, 2,15 miliardi di euro. Il pagamento, in dollari, euro e sterline come richiesto dall’Fmi, consentirà alle casse dello Stato un risparmio sugli interessi dovuti di circa 11 milioni di euro, specifica una nota emessa dall’esecutivo magiaro.

Nel 2008 Fmi e Unione europea avevano deciso un prestito d’emergenza anti-crisi per Budapest di 20 miliardi di euro. A luglio, il governo ungherese aveva reso pubblica la volontà di ripagare il debito in anticipo rispetto all’ultima scadenza del primo trimestre 2014. Il governatore della Banca centrale ungherese, Gyorgy Matolcsy, aveva inoltre suggerito nelle scorse settimane in una lettera inviata alla direttrice del Fondo, Christine Lagarde, la chiusura dell’ufficio a Budapest dell’Fmi, sostenendo che la presenza della sede del Fondo non sarebbe stata più necessaria grazie al miglioramento dello stato dell’ economia nazionale e alle capacità di Budapest di finanziare in autonomia il proprio budget attraverso il mercato.


fonte: http://tuttouno.blogspot.it/2013/08/ungheria-salda-in-anticipo-debito-con.html


sabato 17 agosto 2013

A livella di Totò



Ogn'anno,il due novembre,c'é l'usanza
per i defunti andare al Cimitero.
Ognuno ll'adda fà chesta crianza;
ognuno adda tené chistu penziero.Ogn'anno,puntualmente,in questo giorno,
di questa triste e mesta ricorrenza,
anch'io ci vado,e con dei fiori adorno
il loculo marmoreo 'e zi' Vicenza.
St'anno m'é capitato 'navventura...
dopo di aver compiuto il triste omaggio.
Madonna! si ce penzo,e che paura!,
ma po' facette un'anema e curaggio.
'O fatto è chisto,statemi a sentire:
s'avvicinava ll'ora d'à chiusura:
io,tomo tomo,stavo per uscire
buttando un occhio a qualche sepoltura.
"Qui dorme in pace il nobile marchese
signore di Rovigo e di Belluno
ardimentoso eroe di mille imprese
morto l'11 maggio del'31"

'O stemma cu 'a curona 'ncoppa a tutto...
...sotto 'na croce fatta 'e lampadine;
tre mazze 'e rose cu 'na lista 'e lutto:
cannele,cannelotte e sei lumine.

Proprio azzeccata 'a tomba 'e stu signore
nce stava 'n 'ata tomba piccerella,
abbandunata,senza manco un fiore;
pe' segno,sulamente 'na crucella.

E ncoppa 'a croce appena se liggeva:
"Esposito Gennaro - netturbino":
guardannola,che ppena me faceva
stu muorto senza manco nu lumino!

Questa è la vita! 'ncapo a me penzavo...
chi ha avuto tanto e chi nun ave niente!
Stu povero maronna s'aspettava
ca pur all'atu munno era pezzente?

Mentre fantasticavo stu penziero,
s'era ggià fatta quase mezanotte,
e i'rimanette 'nchiuso priggiuniero,
muorto 'e paura...nnanze 'e cannelotte.

Tutto a 'nu tratto,che veco 'a luntano?
Ddoje ombre avvicenarse 'a parte mia...
Penzaje:stu fatto a me mme pare strano...
Stongo scetato...dormo,o è fantasia?

Ate che fantasia;era 'o Marchese:
c'o' tubbo,'a caramella e c'o' pastrano;
chill'ato apriesso a isso un brutto arnese;
tutto fetente e cu 'nascopa mmano.

E chillo certamente è don Gennaro...
'omuorto puveriello...'o scupatore.
'Int 'a stu fatto i' nun ce veco chiaro:
so' muorte e se ritirano a chest'ora?

Putevano sta' 'a me quase 'nu palmo,
quanno 'o Marchese se fermaje 'e botto,
s'avota e tomo tomo..calmo calmo,
dicette a don Gennaro:"Giovanotto!

Da Voi vorrei saper,vile carogna,
con quale ardire e come avete osato
di farvi seppellir,per mia vergogna,
accanto a me che sono blasonato!

La casta è casta e va,si,rispettata,
ma Voi perdeste il senso e la misura;
la Vostra salma andava,si,inumata;
ma seppellita nella spazzatura!

Ancora oltre sopportar non posso
la Vostra vicinanza puzzolente,
fa d'uopo,quindi,che cerchiate un fosso
tra i vostri pari,tra la vostra gente"

"Signor Marchese,nun è colpa mia,
i'nun v'avesse fatto chistu tuorto;
mia moglie è stata a ffa' sta fesseria,
i' che putevo fa' si ero muorto?

Si fosse vivo ve farrei cuntento,
pigliasse 'a casciulella cu 'e qquatt'osse
e proprio mo,obbj'...'nd'a stu mumento
mme ne trasesse dinto a n'ata fossa".

"E cosa aspetti,oh turpe malcreato,
che l'ira mia raggiunga l'eccedenza?
Se io non fossi stato un titolato
avrei già dato piglio alla violenza!"

"Famme vedé..-piglia sta violenza...
'A verità,Marché,mme so' scucciato
'e te senti;e si perdo 'a pacienza,
mme scordo ca so' muorto e so mazzate!...

Ma chi te cride d'essere...nu ddio?
Ccà dinto,'o vvuo capi,ca simmo eguale?...
...Muorto si'tu e muorto so' pur'io;
ognuno comme a 'na'ato é tale e quale".

"Lurido porco!...Come ti permetti
paragonarti a me ch'ebbi natali
illustri,nobilissimi e perfetti,
da fare invidia a Principi Reali?".

"Tu qua' Natale...Pasca e Ppifania!!!
T''o vvuo' mettere 'ncapo...'int'a cervella
che staje malato ancora e' fantasia?...
'A morte 'o ssaje ched''e?...è una livella.

'Nu rre,'nu maggistrato,'nu grand'ommo,
trasenno stu canciello ha fatt'o punto
c'ha perzo tutto,'a vita e pure 'o nomme:
tu nu t'hè fatto ancora chistu cunto?

Perciò,stamme a ssenti...nun fa''o restivo,
suppuorteme vicino-che te 'mporta?
Sti ppagliacciate 'e ffanno sulo 'e vive:
nuje simmo serie...appartenimmo à morte!"

tutto su Elettrosmog

...se volete sapere come mai la gran parte della gente si sente oggi depressa, spenta, priva di forze...beh guardatevi questo interessante video...WAKE UP!! un popolo di coglioni è più facile da governare.

seconda parte: http://www.youtube.com/watch?v=ypb-HNoOQGk&feature=share&list=PL99F33A59D3E0E83A

guarda la playlist di HOLOGRAPHICMIND
http://www.youtube.com/user/HoloGraphicMind

Paz nos Universos



http://ashtarsheran.altervista.org

Brasil pátria do Evangelho


venerdì 16 agosto 2013

Buone notizie

Buone notizie...il mio video sulla fisica dei quanti è stato visualizzato da oltre 800 persone (niente male direi considerando che sono uno sconosciuto)! se supera le mille vi inviterò per una piatto a base di pesce...vi va bene la CERNia? ahaha :-)
qui il link al video...probabilmente se supera le mille farò un terzo video in HD e cercherò di riprendermi mentre faccio il gioco quantistico...ma ancora non ve lo siete meritato!!!

giovedì 15 agosto 2013

LA NOSTRA PAURA PIU' PROFONDA ( di Marianne Williamson )



La nostra paura più profonda

non è di essere inadeguati.

La nostra paura più profonda,

è di essere potenti oltre ogni limite.

E’ la nostra luce, non la nostra ombra,

a spaventarci di più.

Ci domandiamo: ” Chi sono io per essere brillante, pieno di talento, favoloso? “

In realtà chi sei tu per NON esserlo?

Siamo figli di Dio.

Il nostro giocare in piccolo,

non serve al mondo.

Non c’è nulla di illuminato

nello sminuire se stessi cosicchè gli altri

non si sentano insicuri intorno a noi.

Siamo tutti nati per risplendere,

come fanno i bambini.

Siamo nati per rendere manifesta

la gloria di Dio che è dentro di noi.

Non solo in alcuni di noi:

è in ognuno di noi.

E quando permettiamo alla nostra luce

di risplendere, inconsapevolmente diamo

agli altri la possibilità di fare lo stesso.

E quando ci liberiamo dalle nostre paure,

la nostra presenza

automaticamente libera gli altri.

mercoledì 14 agosto 2013

Angelo Branduardi - Le dodici lune



La luna del ghiaccio 
la luna dei fantasmi 
la luna calda del sole che ritorna 
La luna dei fiori 
la luna dei germogli 
ia luna gialla del grano che matura. 
La luna del riso 
la luna del raccolto 
la luna bianca del volo degli uccelli. 
La luna grande 
la luna delle foglie 
la piccola luna del sole che muore. 
E la pioggia goccia 
consuma la roccia; 
così, notte dopo notte 
le dodici lune. 

Verità, semplicità e amore

Verità, semplicità e amore

Translate