Cerca nel blog

Caricamento in corso...
"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

sabato 28 marzo 2015

Sogno

Quanto vi racconterò ha qualcosa di incredibile. E' un sogno. E' un sogno di qualche giorno fa e lo scenario aveva qualcosa di magico ma allo stesso tempo la realtà si mischiava tra l'onirico ed il reale, e tutti i passaggi nel sogno mi hanno fatto capire, risalire ad una verità fondata, ma sconcertante.
Forse l'incredibile esperienza di questo sogno è dovuta all'ultima eclissi avvenuta il 20 marzo scorso...chissà...le influenze degli astri incidono nelle fasi REM.
Ma torniamo alla mia esperienza.
Durante il sogno percepivo perfettamente il mio corpo, sentivo perfino i battiti ed il respiro.
Fui catapultato ad un tratto in un luogo non ben definito, sapevo in un primo momento di essere solo, non c'era anima viva. Era un luogo silenzioso pensai in un primo momento una caverna, c'erano pareti...ma continuavo a camminare, e parlavo tra me e me, strillavo ascoltavo persino il mio eco.
Proseguii così a camminare in questo luogo così strano, misterioso.
Ma il mio sguardo era rivolto verso il basso, quasi nel tentativo di trovare una via. Sentivo delle gocce toccare a terra, e l'eco non solo della mia voce ma delle gocce stesse.
Sopraggiunse un affanno, perché guardando indietro non vedevo nulla, ne intorno a me voltandomi.
Così pensai di essermi perso, nonostante fosse un sogno ero lucido nei miei pensieri, credevo fosse una stanza senza porte, cubica. Ma continuai a camminare...e vidi..vidi...qualcosa di importante.
Era la mia salvezza, lo sapevo.
Vidi a terra dei segni, solcati da pittura bianca, tutti su uno stello filo continuo, che proseguivano con delle interruzioni ben precise. Continuai a percorrerle...per tutto il tragitto buio.
Ero stremato con le forze...ed ad un punto vidi.
Mi si illuminò una luce bianca.
Ero dentro una galleria.
Un tunnel.
Ed in fondo al tunnel...

Vidi la luce. :-)

Nessun commento:

Translate