Cerca nel blog

Caricamento in corso...
"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

mercoledì 3 febbraio 2016

Accumulare

In ogni dove, se osserviamo il nostro stile di vita, nella stra maggioranza dei casi tendiamo ad accumulare cose, oggetti. Le cose per il nostro vivere, le cose che ci danno quel senso d'appagamento.
Nel luogo in cui si vive, nel momento fatidico del trasloco per esempio ci accorgiamo di tutte quelle grandi cose "utili" da portare nel nuovo nido. E' la tendenza un pò di tutti, di accumulare, aggiungere, riempire. Ma la cosa davvero particolare di questo nostro atteggiamento, non solo riguarda le cose materiali, ma anche le sfere della conoscenza. Scrittori, pensatori, intellettuali, tutti quanti aggiungono negli appositi involucri digitali e non, tutto il loro sapere, tutto quello che passa per la mente (libri). Così anche nella conoscenza e nel sapere, accumuliamo informazioni, e tiriamo fuori dal nostro bagaglio informazioni, informazioni che verranno poi lette da altri, e che appunto riempiranno il bagaglio di altrettanti.
Accumuliamo.
Così ti capita di andare su un blog, del grande Guru realizzato, di colui che conosce tutto e tutti, che scrivendo ti dice di essere un uomo libero, felice, di sapere i grandi segreti della vita e della conoscenza antica, di popoli e di mazzi e caxxi...
In realtà, dal mio punto di vista, per essere veramente liberi, bisognerebbe cambiare l'egregora dell'accumulo, trasformandola in "togliere", o in "liberarsene".
Come per esempio un PC quando ha un HARD DISK pieno, il sistema operativo non cammina più, ha difficoltà ad elaborare, tutta la memoria è concentrata nei cicli del sistema, e il computer non corre, va piano, non ti lascia navigare veloce su internet ecc. ecc.
Sono gli spazi aperti invece, come nel parco, come nei passi d'alta montagna (è il giusto paragone), dove il senso del vuoto e dello spazio libero si fanno sentire...in cui si percepisce l'assenza di quel egoico/egocentrico accumulo...che rallenta.
Se fossi veramente così "avanti" dovrei prendere tutti i blog, e cancellare tutto, tutto quello che ho scritto, tutte le cose che ho postato, formattare il mio hard disk cerebrale...cancellare tutti i collegamenti ipertestuali, visibili e non visibili...

Possiamo scegliere...

Ogni giorno qualcosa di meno, non qualcosa di più: sbarazzati di ciò che non è essenziale.
da PensieriParole
da PensieriParole

Nessun commento:

Translate