Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

sabato 27 febbraio 2016

GANDHI LA FORZA DELLA NONVIOLENZA



TU ED IO NON SIAMO CHE UNA COSA SOLA. COME POTREI FARTI DEL MALE SENZA FERIRMI........

venerdì 26 febbraio 2016

Un solo maestro...il resto fuffa...

Sono dell'idea che esiste un solo maestro...
il resto, quelli contemporanei sono solo pseudo imitazioni...fuffa...





martedì 23 febbraio 2016

Immagini


le immagini parlano 
dicono tutto o nulla

senza immagini 
puoi scrivere tutto
ma non dici nulla







martedì 16 febbraio 2016

Osho - Semplicemente Essere



La vita si svela solo quando sei un nessuno.
Quando sei così vuoto che nessuno è presente, allora la vita scorre in te senza nessuna barriera, senza alcun ostacolo, senza alcun impedimento. 
Allora il flusso è totale è completo. Ti fondi con l'esistenza. 
Non ci sono più barriere.
Ti fondi con le stelle, con il cielo e con la Terra.

lunedì 15 febbraio 2016

Meditare by Andrea - parte 2

Sulla meditazione, veramente ognuno di noi potrebbe scrivere qualunque cosa, perché ognuno di noi vive la realtà a modo suo. Ognuno di noi vede per esempio un colore a modo suo, per esempio il verde che vedo io non è detto che sia lo stesso verde che vedi tu. Ne sei veramente sicuro? La percezione delle esperienze è veramente singolare, unica. Quello che ho potuto dedurre da tutte queste varie esperienze passate, che la maggior parte di queste sono per molte persone una forma di svago, come andare al cinema o andare al teatro. Tutte queste persone, alla ricerca della verità, come lo sono stato io d’altro canto, si sono fidate di quello che sentivano, di quello che vedevano. Così ho saputo che alcuni, dopo anni di pratiche hanno lasciato il Buddhismo, hanno lasciato la religione Cattolica, hanno abbandonato quello che per loro in un determinato periodo della vita poteva sembrare utile, importante e vero.
Specialmente ora, in un epoca dove sono presenti IPHONE e cellulari di varia natura e tutta questa tecnologia, la spiritualità si sta mischiando con altre forme di spiritualità. La spiritualità è intesa come quella cosa che ci da vantaggi interiori e uno stato di ben-essere interiore. Oggi il benessere per esempio è dato da un “selfie” con la fotocamera del cellulare; e lo scatto di quella foto da condividere con amici sui social produce estasi e piacere. Oggi poi non è nemmeno necessario andare dal presunto Maestro di Yoga, perché lo ritroviamo su You Tube senza dover fare migliaia di chilometri in Auto, col treno, ecc.. Meditare quindi potrebbe anche essere per alcuni utilizzare You Tube e cuffiette e ascoltare le parole di Tizio o Caio. 
Alcuni sono contro l’evoluzionismo, ma tutto si sta evolvendo e di conseguenza i parametri standard di un tempo non possono più andar bene per queste nuove generazioni. Un’altra cosa poi interessante, come nel mio caso, dopo anni e anni di meditazioni ho pensato di cambiare metodo, sfruttando PC e Bit d’informazione abbinando preghiera e spiritualità. Tutto è in divenire, e la meditazione insegna proprio questo, a fluire, a stare nel flusso, a cavalcare l’onda…
Ci sono le tecnologie, usiamole!

Chi vuole ritirarsi in una grotta…vada. 

domenica 14 febbraio 2016

MEDITARE by Andrea PARTE 1

Ho condotto innumerevoli meditazioni nel corso di questa vita e ogni volta, ogni esperienza, è stata una forma di insegnamento. Ci sono state persone che hanno preso le mie parole come se fosse acqua, hanno bevuto da un calice. Così per alcuni la meditazione è servita, è stata d’aiuto.
Queste persone, che oggi definirei amici, non discepoli, sono tutt’ora nel mio cuore nonostante siano passati molti, o pochi anni da quell’esperienza mistica ed interiore.
Li definisco amici in quanto spesso si sviluppa tra chi conduce meditazioni, un legame simile tra il padre ed il figlio, dove il figlio prima di agire deve aver l’autorizzazione di poter fare…
La meditazione è un arte magica, che può ispirare chiunque verso ideali dignitosi, verso la libertà, verso la verità, verso la morale e l’etica.
Sono nato il 12 Maggio 1982, mi chiamo Andrea Scarfò. 
Oggi è il 14/02/2016 Domenica ed è tempo che io mi metta a scrivere queste righe di testo per lasciare una testimonianza della mia esperienza spirituale.
Ora lascia che ti dica come sono cresciuto, com’è stata la mia infanzia e adolescenza. Sono l’ultimo di 4 figli, e i miei genitori sono stati insieme ai miei fratelli i principali maestri della mia vita. Loro fin da piccolo hanno influenzato il mio carattere, il mio modo d’agire e di essere. La famiglia nella formazione spirituale incide specialmente nel tuo percorso di vita. La struttura portante della meditazione è l’ascolto, la percezione. Grazie all’ambiente familiare ho sviluppato questa struttura in modo naturale ad appena 10 anni di età. La particolare condizione emotiva che vivevo ogni giorno mi portò ad un distacco automatico, dai discorsi e dalle particolari situazioni di “TENSIONE” che spesso si verificavano. Imparai  facilmente ad allontanarmi dalla realtà, ad andare oltre…senza libri, senza studi, senza pratiche particolari.
Avvenne più tardi, già un po’ più grandino che un giorno mi resi conto di aver mescolato la spiritualità con la vita materiale occidentale, quella tipicamente chiamata “3D” in cui una parte di me molto più giovane cozzava combattendo quell’Andrea più antico e saggio. Sapevo e sentivo che dentro di me vi era qualcosa di particolare, ma di tremendamente antico che continuava a combattere con quel ragazzo di appena 18anni. In quel periodo avevo un bel conflitto d’identità, di personalità, il giovane combatteva il vecchio ed il vecchio combatteva il giovane.
Nonostante le discoteche, le feste, il bere, e le tipiche cose che normalmente si fanno a quell’età ho conosciuto poi alcune tecniche di guarigione naturale. Ad appena 18 anni ero Master di Reiki, paghi e poi sei MAESTRO! Wow! Successivamente il DO-IN MASUNAGA, il PRANIC HEALING e poi ancora tutta la TEOSOFIA di Rudolf Steiner e poi ancora, testi di vari FILOSOFI che certamente hanno plasmato in positivo il mio essere, la mia persona. Ma ragazzi che KARMA che avevo! Tonnellate di merda eterica che galleggiava nella mia aura, e nonostante ciò mi reputavo Maestro!
La vita continuava a scorrere, tra insuccessi vari, specialmente scolastici. Non riuscivo a studiare, a ricordarmi le cose, un po’ zuccone di natura. La scuola è stato un parto riuscito male. Per la mia famiglia ero quindi un “ramo secco”. Questa parola mi ha profondamento scaricato, mi ha ammalato. Le incertezze, la bassa autostima, il KARMA del legame familiare meridionale, mi portarono lentamente a perdere la linfa vitale e a fare i conti con il male.
Verso i 22 anni di età mi ammalai di LUPUS DISCOIDE, inizialmente era un dolore costante ad un arto, poi si aggiunse un altro arto, poi si aggiunse la schiena, poi si aggiunsero gli scatti improvvisi di rabbia, poi si aggiunse la totale incapacità di sollevare pesi, poi si aggiunse la sofferenza totale, fisica, mentale ed infine spirituale. Dimenticavo, le dita delle mani e dei piedi che iniziarono a deformarsi e ad ingrossarsi alle giunture… un periodo della mia vita indimenticabile, oscuro e doloroso. Da quella volta inoltre, il mio sonno non è più lo stesso, la malattia deve aver avuto un effetto indelebile sul mio DNA, deve aver alterato i miei bioritmi…infatti ancora oggi soffro di sonnolenza cronica.
La malattia poteva mandarmi in paradiso, ma non fu così. Riuscii in un anno ad uscirne superando la malattia grazie a Daniela, mia eterna maestra di ALCHIMIA SPAGIRICA e grazie a mio padre, che ebbe un potere scatenante, ma anche risolutivo.
Questa è una parte della mia storia, ognuno di noi ha una storia unica e indimenticabile.
La meditazione, e le tecniche di guarigione naturale (non quelle a base di cortisonici della medicina tradizionale) si basano sulla consapevolezza dell’essere, sulla comprensione degli eventi e delle vere cause che le generano. La meditazione ha innumerevoli volti, che conosco molto bene, uno fra tutti e tra i più importanti quello di accelerare la propria liberazione. Accelerare la propria liberazione significa anche come vi ho descritto prima far fronte alla malattia. Superare quindi, e trasformare i pesi che ci allontanano da noi stessi.
La meditazione ha fatto in modo di aiutarmi in molte situazioni dove non trovavo una via d’uscita, mi ha dato la forza di prendere decisioni importanti. Meditare vuol dire anche proteggersi, vuol dire mettere il caricatore del cellulare nella presa elettrica. Meditare vuol dire centrarsi su di sé, vuol dire spegnere i pensieri, vuol dire essere in pace, non pacifisti…ma adorare il SILENZIO.
Meditare significa stare non solo da soli, ma in compagnia di altre persone e percepire il calore umano, senza guru e maestri, senza qualcuno che per forza ti debba insegnare una certa arte o dottrina.

La meditazione insegna la semplicità, ti insegna a diventare ultimo…




venerdì 12 febbraio 2016

Tornato a casa

Sono tornato a casa...
Quando hai passato quella porta, non c'è ritorno.
Trovi il tuo spazio.
Lo acquisisci e ti rimane per sempre.
Fosse solo il silenzio.
Il silenzio è l'anticamera del cielo.
Ora è l'antimateria del silenzio...

https://youtu.be/oVMuRP2inh8

giovedì 11 febbraio 2016

Life of Pi Soundtrack - Pi's Lullaby



...chiudo il blog per un giorno...e guarda la fuori cosa succede....
sono tornato...oggi mi sento più indiano che mai...

martedì 9 febbraio 2016

"Specchi astrali" incisi da Lorenzo Ostuni



http://lorenzostuni.blogspot.it/

Lorenzo Ostuni - filosofo, simbologo e terapeuta italiano di fama internazionale. Fin dagli anni ’60, si è dedicato allo studio dei simboli e al loro utilizzo come strumento per la conoscenza profonda di sé stessi e l'autorealizzazione. Diversi sono i sistemi semiologici, simbologici e letterari da lui creati a questo scopo (i più noti: il Biodramma, la Mirrors therapy, le 99 Chimere, le Sfingi). Tantissime sono le persone (anche molto note come Fellini, Gassman, Anghelopoulos) che hanno frequentato il suo centro studi La Caverna di Platone a Roma, così come migliaia i partecipanti ai suoi seminari in Italia e negli Stati Uniti, dove ha insegnato presso l'Esalen Institute, il più importante centro mondiale per lo sviluppo del potenziale umano. Lorenzo Ostuni è stato anche autore di programmi tv (uno dei successi: Misteri su Rai 2 e Rai 3) e produttore di sceneggiati televisivi e di grandi film d’autore premiati a Cannes e Venezia. Attualmente è spesso ospite di altre trasmissioni Rai e Mediaset di grande ascolto. Tra i suoi libri: "Amare ed essere amati" (Tecniche Nuove Edizioni, 2007) e "99 chimere" (Tecniche Nuove Edizioni, 2003)

sabato 6 febbraio 2016

STEREO LOVE

Questa è solo una mia tesi, sintesi, molto sintetizzata per il raggiungimento del ben-essere 1fisico, 2mentale e 3spirituale.
Ovviamente la malattia si manifesta quando c'è una disfunzione, dis-armonia di una di queste tre parti (che avevo citato prima).
Ovviamente per raggiungere il nostro ben-essere ci sono molte strade da percorrere...
io vi cito in questo breve articoletto (perché sono una persona di poche parole) una possibile strada.
Questa strada si chiama "LA CHIMICA DELLA BUONA MUSICA", musica che ci da emozioni, sensazioni, particolari stati/stadi di coscienza.
La musica la possiamo ascoltare alla radio per esempio, per tre minuti...una canzone ci può piacere come non piacere. Ho appena detto qualcosa di molto importante, perché saper scegliere non è facile!!!
Le sensazioni "belle" o "buone" generano energia, vibrazione sui chakras.
Esiste musica lenta, semi-lenta, abbastanza lenta, pseudo lenta, che rallenta e che vibra piano, altra invece che vibra di più, più velocemente (tipo HARDCORE e TECNO).
La musica è strettamente legata alla meditazione, per intenderci alla ricerca, di quella particolare condizione percettiva, sensitiva, di rilassamento, di piacere/estasi di sé stessi.
Ogni persona può decidere di accelerare, o di rallentare...
Per star bene, bisogna accedere/accendere allo SPIN (Lo spin di una particella fu ipotizzato per la prima volta da Wolfgang Pauli) degli atomi e delle particelle di energia che compongono i nostri tre corpi (fisico, mentale e spirituale)...lo spin inoltre è strettamente collegato all'attivazione della MER-KA-BA ed al chakra dello sterno.
Per essere felici, consapevolmente bisognerebbe, secondo la mia teoria dotta e dedotta, ascoltare musica di un certo tipo da indurci automaticamente in uno stato di meditazione profondo...ovviamente questo non è possibile con i 3 minuti della canzone della radio.
Ma questo ascolto riguarderebbe solo un piano, un livello, cioè quello mentale!!! e gli altri due? (cioè quello fisico e spirituale).
La musica muove e smuove, tensioni, stress ed ansie...quindi ci fa stare meglio, ancora meglio se riusciamo ad abbinare alla musica movimenti fisici, e propositi spirituali, intenzioni spirituali (su quest'ultima cosa ne parlerò più avanti se mi va - vedi intanto mantra quantistici su ALTERNATIVO li avevo scritto qualcosa http://xoomer.virgilio.it/alternativo/autoguarigione.doc ).

Per concludere vai all'articolo IL CHAKRA DELLO STERNO ED IL CORPO DI LUCE
http://ilsole24h.blogspot.it/2016/01/il-chakra-dello-sterno-ed-il-corpo-di_25.html



E poi leggi: AMO WINDOWS e il gioco quantistico
http://ilsole24h.blogspot.it/2014/12/amo-windows-il-gioco-quantistico.html

“Ogni ombra è figlia della luce.”



“Ogni ombra è figlia della luce.” 


giovedì 4 febbraio 2016

mercoledì 3 febbraio 2016

Accumulare

In ogni dove, se osserviamo il nostro stile di vita, nella stra maggioranza dei casi tendiamo ad accumulare cose, oggetti. Le cose per il nostro vivere, le cose che ci danno quel senso d'appagamento.
Nel luogo in cui si vive, nel momento fatidico del trasloco per esempio ci accorgiamo di tutte quelle grandi cose "utili" da portare nel nuovo nido. E' la tendenza un pò di tutti, di accumulare, aggiungere, riempire. Ma la cosa davvero particolare di questo nostro atteggiamento, non solo riguarda le cose materiali, ma anche le sfere della conoscenza. Scrittori, pensatori, intellettuali, tutti quanti aggiungono negli appositi involucri digitali e non, tutto il loro sapere, tutto quello che passa per la mente (libri). Così anche nella conoscenza e nel sapere, accumuliamo informazioni, e tiriamo fuori dal nostro bagaglio informazioni, informazioni che verranno poi lette da altri, e che appunto riempiranno il bagaglio di altrettanti.
Accumuliamo.
Così ti capita di andare su un blog, del grande Guru realizzato, di colui che conosce tutto e tutti, che scrivendo ti dice di essere un uomo libero, felice, di sapere i grandi segreti della vita e della conoscenza antica, di popoli e di mazzi e caxxi...
In realtà, dal mio punto di vista, per essere veramente liberi, bisognerebbe cambiare l'egregora dell'accumulo, trasformandola in "togliere", o in "liberarsene".
Come per esempio un PC quando ha un HARD DISK pieno, il sistema operativo non cammina più, ha difficoltà ad elaborare, tutta la memoria è concentrata nei cicli del sistema, e il computer non corre, va piano, non ti lascia navigare veloce su internet ecc. ecc.
Sono gli spazi aperti invece, come nel parco, come nei passi d'alta montagna (è il giusto paragone), dove il senso del vuoto e dello spazio libero si fanno sentire...in cui si percepisce l'assenza di quel egoico/egocentrico accumulo...che rallenta.
Se fossi veramente così "avanti" dovrei prendere tutti i blog, e cancellare tutto, tutto quello che ho scritto, tutte le cose che ho postato, formattare il mio hard disk cerebrale...cancellare tutti i collegamenti ipertestuali, visibili e non visibili...

Possiamo scegliere...

Ogni giorno qualcosa di meno, non qualcosa di più: sbarazzati di ciò che non è essenziale.
da PensieriParole
da PensieriParole

lunedì 1 febbraio 2016

Tonino Carotone - Me Cago En El Amor



È un mondo difficile
E vita intensa
Felicità a momenti
E futuro incerto
Il fuoco e l'acqua
Concerto e calma
Sonata di vento
E nostra piccola vita...
E nostro grande cuore

Translate