Cerca nel blog

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"

domenica 27 novembre 2016

Giusy Ferreri - Volevo te



Quando piove che cos’è che mi fa star bene
Che succede dentro me che non so spiegare
Le parole mancano, sembrano svanire
Certe cose iniziano ma non hanno fine
Ma io volevo te
Chiudevo gli occhi per vedere te
Aprivo gli occhi per vedere il sole
Il sole, ma vedevo te
Ma io volevo te
Chiudevo gli occhi per vedere te
Aprivo gli occhi per vedere il sole
Il sole, ma vedevo te
Quando stavo insieme a te
Non sapevo bene
Che l’amore è un limite, oltre non puoi andare
Le parole mancano, sembrano svanire
Certe cose iniziano ma non hanno fine
Ma io volevo te
Chiudevo gli occhi per vedere te
Aprivo gli occhi per vedere il sole
Il sole, ma vedevo te
Ma io volevo te
Chiudevo gli occhi per vedere te
Aprivo gli occhi per vedere il sole
Il sole
E passano
--------------------------------------------------------------------------------------------

(note del blogger: io ho visto il sole con questa traduzione...http://www.francescoamato.com/blog/2009/10/26/influenza-suina-primi-4-morti-in-svezia-a-causa-del-vaccino/ ; loro invece hanno visto l'oscurità)

venerdì 25 novembre 2016

Pre-occuparsi

Sto un pò alla volta comprendendo che le persone sono come libri aperti, 
ogni tanto mi metto semplicemente ad ascoltarle, con vero interesse. 
Ti accorgi di quanta quantità di informazioni ti possono dare, 
di quanto possa essere più interessante dialogare del leggere. 
Il libro non vive, il libro è qualcosa di vissuto che ti fa immaginare, senza un'interlocutore, 
dove tu puoi intuire le cose...quando invece hai una persona davanti a te, puoi confrontarti, rispecchiarti, vedere i tuoi limiti o i suoi, poter essere psicologi e osservatori allo stesso tempo, amici, e tanto altro ancora.
Un libro, lo si studia e volentieri lo si dimentica, ma una persona se questa è unica, non mediocre la si può solo ricordare. Il libro va bene per chi vuole indottrinarsi e riempirsi di teorie, il libro va bene per chi vuole fare confusione, per chi vuole razionalità. Pre-occuparsi. Occuparsi prima delle cose delle mente. 

domenica 20 novembre 2016

Proiezioni illusorie

Quante pagine di un libro possono essere scritte, per trasmette conoscenza...pagine che hanno un valore, un livello di interesse. Mi specchio e vedo me stesso, che vorrei leggere, vorrei sapere ma ho libri che mi sono stati consigliati o altre volte regalati che non trovo il tempo di leggerli o studiarli.
Ma se devo leggere o scrivere, preferisco mille volte quest'ultima.
Punto primo: credo che dentro di noi c'è la conoscenza, e scrivendo probabilmente facciamo in modo che essa riaffiori. Se leggo cose dette o scritte da altri, per quanto belle che siano, non sono mai farina del mio sacco, e potrebbero inoltre essere informazioni manipolate, pseudo verità, e comunque sia sono sempre lettere che io proietto nel libro, nel testo, nel giornale...ciò che è fuori, non è identico a ciò che è dentro. Così non sono una persona pro AMMA, anzi sono contro ogni GURU, contro ogni vampiro spirituale che abusi dell'energia della gente...
Mi piace abbracciare, senza fare la fila...la fila già la faccio quando faccio la spesa...
Dio abbraccia tutti, indifferentemente, senza ticket o numerino...basta volerlo, basta usare la testa.
Ad ogni modo per chiunque abbia problemi di sovrappeso consiglio un buon allenamento di Workout https://www.youtube.com/watch?v=qWy_aOlB45Y




Coldplay - Up&Up



http://suoni-vibrazioni.blogspot.com


domenica 6 novembre 2016

Pensiero del domenica 6 novembre 2016

Malesseri psichici - esercizi per rafforzarsi interiormente
"La vita quotidiana, è vero, non finisce mai di presentare a ciascuno di voi occasioni per essere inquieti, tristi o scoraggiati. Ma è necessario reagire: invece di rimanere lì senza fare nulla, salvo imbottirsi di medicinali e importunare gli altri con le vostre lamentele, dimenticando che essi devono affrontare le vostre medesime difficoltà, sforzatevi di lavorare con il pensiero e l'immaginazione. Raffigurate voi stessi circondati di luce, immaginate di inviare il vostro amore al mondo intero e di superare tutti gli ostacoli. A poco a poco, le immagini che formerete in questo modo diventeranno vive, agiranno sulla vostra coscienza, vi trasformeranno e, allo stesso tempo, attireranno dall'universo gli elementi adeguati, per introdurli in voi. 
Da principio gli effetti di questo esercizio non si faranno sentire molto a lungo, e dovrete ricominciare spesso. Ma un giorno il risultato verrà raggiunto definitivamente, non potrete dubitarne: sentirete sopra di voi un'entità viva che vi protegge, vi istruisce, vi purifica, vi illumina e che, nelle situazioni difficili, vi dà il sostegno di cui avete bisogno."

fonte: http://www.prosveta.com/

giovedì 3 novembre 2016

considerazioni

Oggi mi sento come una bottiglia senza acqua.
Oggi mi sento come un vaso senza terra.
Oggi mi sento come un'uomo senza donna.
Oggi mi sento come una rana senza lago.
Oggi mi sento come un marinaio senza bussola.
Oggi mi sento come un tatuatore senza tattoo.
Oggi mi sento come robin hood in calzamaglia.
Oggi mi sento come una chitarra senza corde.
Oggi mi sento...con chi?
Vuoto, questa vita è vuota!

martedì 1 novembre 2016

Terremoto interiore

Tutto è naturale, come il mal di testa, come le gengiviti, come il dolore alle ossa, come un sacco di dolorini fisici che arrivano improvvisamente...ma ho trovato la risposta, al problema...
devo cambiare il materasso e le doghe!!!
Sono un genio.

Buona serata.

Translate